La condizione di benessere raggiunta dall' Homo Sapiens gli sta atrofizzando il pensiero?

Aggiornamento:

SonoUnoSpettro: ♥ ♥ ♥

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    La modernità, con le sue comodità, da un lato sta riportando l'Homo Sapiens ai livelli di demenza di un primitivo. Notizia di oggi che un italiano su due non legge alcun libro.

    Dall'altro, la società globalizzata dell'informazione, sempre più complessa, pone nuove sfide a chi sa accettarle, e quindi chi vivrà vedrà.

    Molto probabilmente avremo due fasce di persone, i quasi-analfabeti e i citizen scientists.

  • Anonimo
    8 anni fa

    semmai il corpo :)

  • 8 anni fa

    tu non corri questo rischio.

  • Anonimo
    8 anni fa

    Il benessere comunque. Poi il capitalismo che vuole creare robot che producono e comprano, vogliono guadaganre di più pr comprare di più e lavorano di più...si serve dei media per portare gli "idoli" del terzo millennio, più belle auto, più tecnologia, più vestiti firmati e svalutano l'uomo a robot, infatti , se noti, la gente ha sempre più difficoltà a vivere socialmente a sentire empatia e i rapporti si riducono a vanterie sulle possibilità economiche e aggressività verbale idio.ta, unica occasione dove credono di esprimere la loro personalità. Capire i porblemi altrui e sentirli, aiutare gli atlri e rispettaare è un'utopia, spesso, però tutti parlano di amore, vince l'arroganza e gente che si sente migliore e gode nel offendere gli altri. Senza parlare dei programmi che mantengono la gente a livelli umani e sociali da primitivi, anche se hanno due lauree.(GF, Isole dei famosi etc.) Senza parlare dell'isolamento e spersonalizzazione dei social network, falsi contatti sociali.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.