Ho bisogno di un consiglio esperto soprattutto da parte di EROS?

La settimana scorsa ho fatto una domanda ma evidentemente Eros non ha frequentato tanto Answers ma ieri ho visto che è ricomparso. Ovviamente la mia domanda è aperta a tutti, senza offesa per nessuno anzi qui c'è gente molto esperta non professionisti. Cito Eros che è un professionista e con la sua esperienza potrebbe darmi un consiglio mirato.

Vengo al dunque: matrimonio di amici che hanno avuto gravi problemi economici, hanno deciso di non fare tante delle classiche cose come x es. il fotografo ufficiale, noi amici li aiutiamo a comprare i mobili ma non possiamo permetterci anche un fotografo. Risultato: io ho deciso di fargli il servizio fotografico mettendo le mani avanti in modo che non si aspettino la stessa qualità di un professionista. Però voglio metterci impegno.

Saremo in due. Attrezzature:

Corpi: Nikon D300s, D7000, D90

Obiettivi: Nikkor 16-85 f/3.5-5.6 VR, 35mm f/1.8 G, 85mm f/1.8 D, 70-300 f/4.5-5.6 VR, Tokina 12-24 f/4

Flash: SB900 (ho anche le gelatine per tungsteno/fluorescente per il ristorante che ho già fatto il sopralluogo per alcune prove)

Allora per le foto in casa di lui e lei, al parco del ristorante e poi dentro il ristorante nessun problema. Vi chiedo un aiuto per la CERIMONIA IN COMUNE. Ho tentato di fare un sopralluogo in comune ma non è stato possibile, la sala era occupata e poi dalle facce degli impiegati ho capito che stavo chiedendo qualcosa di inopportuno! Ho paura che non riuscirò ad andarci

So che mi verrà un po' di panico durante la cerimonia e ho paura che il 35mm sarà un po' troppo lungo e dovrò usare il 16-85 o 12-24 con un colpo di flash di riempimento. Il minimo syncro flash è di 1/60 ma io non vorrei scendere sotto 1/125 altrimenti avrò il mosso assicurato.

Il mio dubbio: lavorare in manuale o in priorità? ho paura di concentrarmi sulla composizione e dimenticare i parametri per il panico che mi verrà. Se lavoro in A mi dimentico di verificare se sono sotto 1/125, se lavoro in M è probabile che mi dimenticherò di verificare l'esposimetro. Ho pensato ad A con ISO auto con limite 1/125 ma ho paura di perdere il controllo della reflex perchè dovrei andare al volo nel menu a disabilitarlo. Consigli?

Per il momento penso di lavorare in M impostare subito 800 ISO e regolare i tempi di conseguenza e poi è probabile che nelle foto successive io non debba toccare più di tanto i parametri. La luminosità sarà quella. Il flash lo punto in alto. Penso di usare il 12-24 su D300s con SB900 e l'85mm su D90. Il mio amico potrebbe usare il 35mm su D7000. Il 24mm del 12-24 è migliore del 24 del 16-85 (il 12-24 a f/4 va alla grande mentre il 16-85 dovrei chiudere tra 5.6 e 8) e poi con il 12-24 posso (sempre se avrò spazio) fare delle panoramiche di tutta la sala. Con l'85mm farò i primi piani.

Che consigli potete darmi sulla cerimonia, voi usereste manuale o priorità?

Grazie

Aggiornamento:

SPERO RISPONDERETE IN TANTI

7 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Conosco perfettamente sia il Tokina 12-24 f/4 e sia il Nikkor 16-85 e hai ragione nel dire che il Tokina ha una qualità superiore. In Comune potresti usare la D300s con il 12-24 e l'SB900 e la D90 con l'85mm. Occhio a non incartarti con le due reflex e cerca di utilizzare su entrambe le stesse impostazioni perché quando alterni l'utilizzo è facile confondersi. Il 12-24 è una lama a doppio taglio perché può darti grandi soddisfazioni ma nello stesso tempo se sgarri sei fregato. E' pur sempre un grandangolo e devi stare attento a tenere la reflex ben dritta non solo sull'asse orizzontale ma soprattutto sul verticale. Il piano orizzontale tutto sommato puoi correggerlo in post ma quello verticale ti deforma la persona. Una focale di 24mm ha sempre una distorsione prospettiva di un grandangolo 24mm nel formato FX quindi occhio a tenere dritta la reflex. Quando componi gli sposi in figura intera cerca di abbassarti in modo da avere l'asse dell'obiettivo a metà altezza degli sposi o poco più alto ma sempre dritto. A 24mm hai nitidezza già da f/4. Però se ti rendi conto che 24mm sono pochi tieniti la possibilità di fartelo sostituire al volo dal tuo amico con il 35mm o 16-85.

    Se vuoi utilizzare il modo P (Auto Programmato) come ti hanno suggerito allora ti illustro come si comporta la doppia ghiera di Nikon con tale programma, che è leggermente diversa da quella Canon:

    1) Ghiera anteriore sotto il tasto di scatto: se non la tocchi si attiva il modo standard e la reflex sceglie una combinazione di diaframma/tempi in base alla luminosità letta dall'esposimetro. Se la ruoti verso DESTRA la reflex privilegerà i diaframmi più aperti e i tempi più veloci. Se la ruoti verso SINISTRA la reflex privilegerà i diaframmi più chiuso e i tempi più lenti. Quando non sei nella posizione standard compare una P sul display superiore. Nel tuo caso puoi ruotare la ghiera verso destra privilegiando i tempi rapidi.

    2) Ghiera posteriore: se hai attivato "Compensazione aggevolata esposizioni" regoli la compensazione dell'esposizione come fanno le Canon ma se hai attivato "Mostra ISO/ISO aggevolato" regoli la sensibilità ISO. Ti consiglio la regolazione ISO così con la ghiera posteriore alzi e abbassi comodamente gli ISO.

    Ricapitolando in P hai la ghiera anteriore che ruotata verso destra ti apre il diaframma e ti velocizza i tempi e la ghiera posteriore che ti regola gli ISO. Effettivamente è abbastanza comodo.

    Flash SB-900: ATTENZIONE, nella modalità iTTL hai 2 parametri da impostare e sono BL ed FP.

    BL serve a regolare il livello di emissione flash automaticamente per un’esposizione ben bilanciata del soggetto principale e dello sfondo. Ti consiglio di NON attivarlo altrimenti potrebbero venirti mosse diverse foto se le scatterai ad 1/60sec.

    FP permette al flash di sincronizzarsi con tempi più rapidi del syncro (che è 1/200sec sulla D90 e 1/250-1/320sec sulla D300s e D7000). Ti consiglio di attivarlo.

    In definitiva sul display del tuo SB-900 deve comparire iTTL FP

    Ti dico una cosa riguardo alla modalità BL: esattamente a marzo dell'anno scorso ho fatto alcune foto ad un matrimonio di un mio amico affiancando il fotografo che è un nostro conoscente il quale mi aveva chiesto di fare determinate foto xkè il suo solito assistente era malato. Le foto che ho fatto ad 1/60 sono uscite mosse. Inizialmente pensavo fosse dovuto ad un tremolio superiore al normale dovuto magari all'emozione del momento ma poi indagando bene ho scoperto che questa funzione BL (che è attiva di default e il manuale dice giusto una frasetta) può farti questo scherzo perché evidentemente la durata del lampo flash è più lunga e ti fa quasi un effetto slow. Perciò disattivalo.

  • Balrog
    Lv 7
    8 anni fa

    Bellissimi certi sproloqui, pero' abbastanza inutili. E mi meraviglio del fatto che un <"professionista" per quasi 25 anni di matrimoni> non sappia come funziona il program delle reflex professionali (e semipro), confondendolo con quello delle reflex amatoriali ed entry level (infatti il discorso di giuseppe e' corretto se parliamo di chi fa foto di matrimonio in program con reflex amatoriali ed entry level).

    Io uso canon da sempre e quindi ti posso dire come si lavora con canon, pero' non credo che nikon sia diversa (nel caso nikonisti come gabriele, ironmember o newtrino potrebbero apportare correzioni a quanto scrivo).

    Le reflex pro e semipro hanno la cosiddetta "doppia ghiera", ossia due ghiere, una posteriore e una superiore. Quando si imposta il modo program in realta non ci si sta affatto affidando ciecamente agli automatismi come sembra suggerire qualcuno dicendo <tutto program! rischi nessuno! magari le foto risulteranno piatte ma si confida nell'ignoranza del cliente>; con la reflex impostata in program una delle due ghiere serve per scegliere tra le coppie esposimetriche equivalenti, mentre l' altra per starare l' esposizione (e quindi sovra o sotto esporre). Quindi il program delle reflex pro e' tuttaltro che un modo di lavorare da <miglior risultato col minimo sforzo>; anzi e' uno strumento quasi versatile come il modo manuale.

    E le tre reflex che tu hai a disposizione hanno tutte e tre la doppia ghiera (cosa che qualunque professionista avrebbe notato, invece di darti consigli adatti a chi ha una entry level).

    Quindi puoi lavorare tranquillamente in program (visto che non te la senti di rischiare con manuale o priorita), sapendo che comunque tramite le due ghiere avresti uno strumento assolutamente versatile.

    Poi fai in modo di arrivare al comune un po prima della cerimonia, in modo da riuscire a valutare la luce; fai qualche scatto di prova per tarare la macchina (adesso con il digitale e' facile rivedere tutto subito) e poi scatta con tranquillita. Uno dei grandi vantaggi del digitale e' quello di poter fare tante foto (anche qualche centinaio) per poi scegliere.

    PS perfettamente d' accordo con giuseppe quando afferma <poi si scopre che millantava di essere professionista e non lo era> ma l' affermazione si riferisce piuttosto a qualcuno che spacciandosi per fotografo fa sbagli talmente clamorosi da far pensare che in realta era il venditore di rullini del paesino (o del quartiere) e che secondo la vecchia tradizione faceva anche le foto ai matrimoni e le cartoline; ereditando poi negozio e clienti ai figli. Ne ho conosciuti tanti nella mia vita, ma veramente pochi erano bravi; anzi molti erano proprio scadenti. Pero confidavano <nell'ignoranza del cliente che purchè il viso sia chiaro e sorridente si accontenta>

  • segee
    Lv 4
    4 anni fa

    Be; io credo che il fidanzamento o il matrimonio una relazione di coppia le persone che sono all'interno di esso , dovrebbero affrontare i problemi insieme evitando di nascondenere cose all'altro. nel tuo caso io nn ti consiglio di fare l. a. visita e poi affrontare il tuo fidanzato, ma prima affrontarelo e poi andare a fare una visita. P.S io credo che nella vita l'amore sia tutto,e che ognuna di noi ,se ama l. a. sua anima gemella deve an prolonged way capire al mondo intero che lo scopo della sua vita è quello di amare il suo spouse. Se lui ti ama veramente saprà affrontare l. a. situazione............. può anche darsi che l. a. causa che nn riesci advert avere un figlio sia cosa solo temporale, può darsi che stai attraversando un periodo o altro , nn so consistent with favore voteresti l. a. mia miglior risposta?|! W i quattordicenni

  • Anonimo
    6 anni fa

    Trovi un ampia varieta' e scelta di manuali di fotografia sul sito Amazon.it. Ti lascio il link della sezione corrispondente http://bitly.com/15HFye7 .

    Prima di ogni acquisto online io cerco sempre di confrontare caratteristiche e costi dei vari prodotti per trovare il giusto compromesso tra qualita' e prezzo. Fondamentale poi leggere i giudizi di chi questi prodotti li ha gia' acquistati per orientare la scelta finale. Credo che dando una occhiata a questa pagina potrai ricavare tutte le informazioni che ti servono su questo tipo di prodotto

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    rispondo da profano: non ho mai fatto foto a cerimonie così (conto qualche battesimo familiare, ma niente di più).

    io userei il manuale. oltre al TTL, non vedo motivo per non farlo. i momenti salienti vanno scattati a raffica, ma poi gli altri, come le panoramiche, vanno studiate, e devi aspettare del tempo (per avere dei volti decenti da parte di quasi tutti, ecco), così come i primi piani (con la d90, credo di aver capito).

    per questo userei il manuale.

    invece per il problema "sala", io fossi in te mi procurerei un pannello riflettente o un trigger radio (e poi magari chiedi ad un amico di fare l'uomo-luci) per EVENIENZA, perché se non puoi usare il rimbalzo per un motivo o per un altro (tetto troppo alto o di un colore *******) avresti un alternativa. se voti per i trigger, al posto dell'amico cerca uno stativo sul mercato dell'usato.

    questo consiglio come quello del manuale può essere bocciato da tanti, ma dalla mia ho sempre la "scusa" del "mai fatto un servizio per una qualsiasi cerimonia come un matrimonio" XD

    anche il consiglio di Giuseppe è valido: fregatene delle gelatine, se vuoi usale in esterno per dare die toni più caldi, oppure non so. i bianchi (non so quale sia la tua preparazione in fatto di photoshop/lightroom) ma sono correggibili.

    @Giuseppe avrai i tuoi motivi, ma non capisco se il tuo punto 1 è un attacco gratuito verso Eros, o cos'altro..

  • 8 anni fa

    1. eros non ti risponderà mai a questa domanda perchè la risposta non c'è ne su wikipedia ne al mediaworld ne sul forum "noi che ci siamo comprati la reflex siamo diventati automaticamente dei professionisti".quindi non confiderei nella speranza....ha abbandonato questo sito. lo dimostra che ha risposto ad altri e non a te.

    2. da "professionista" per quasi 25 anni di matrimoni, lavoro che ora proseguono i miei figli, ti posso assicurare che nessuno dei fotografi professionisti(quasi nessuno, qualcuno che lavora bene e con passione c'è ancora) si fa tutti questi problemi che ti sei fatto tu. il che è assolutamente un bene.e già con i tuoi propositi farai felice i tuoi amici sposi.

    di solito i "professionisti" puntano al miglior risultato col minimo sforzo.come? buon flash buona macchina fotografica. metodo scientifico per i momenti topici della cerimonia e del ricevimento e tutto program! rischi nessuno! magari le foto risulteranno piatte ma si confida nell'ignoranza del cliente che purchè il viso sia chiaro e sorridente si accontenta.

    3. l'unico consiglio in più che mi sento di darti rispetto a quelli già ottimi che ti sono stati dati nella domanda precedente è:

    focalizza i momenti della cerimonia più importanti, scambio anelli, ostie, ecc. e li fai fare tutto all'amico che tu dici sia più esperto, usando la tecnica del sicuro che usano anche i professionisti, poi per il resto, il mio consiglio è che una sola persona con tre reflex in mano non è la scelta migliore, siete in 2, una reflex ciascuno, e uno rimane all'altare a fotografare gli sposi, gli altri fanno foto in giro. uno col tele potrebbe passare la giornata a fare solo ritratti, non solo agli sposi ma anche agli invitati, magari essendo il meno visibile possibile, rubandoli da dietro le colonne ecc...

    le foto che non si possono sbagliare sono poche, le altre basta che chiedi agli sposi di rifarla e non succede niente.

    lavorare in manuale te lo sconsiglio alla grande! non lo usa nessuno ai matrimoni vuoi usarlo tu che dici di essere un neofita? se usi il flash lavora pure in A, e a 800 iso è raro scendere sotto il 125 a meno che non sia buio.e sotto il 125 "puoi"(non è detto) avere problemi solo con l'85mm a focali più basse il mosso è più difficile.

    il flash puntalo pure in alto ma meglio se con un cartoncino bianco che servirà a schiarire le ombre della luce del flash "in caduta", altrimenti a 45gradi e mettici un diffusore se ce l'hai.

    non farti pippe con le gelatine, il WB si corregge con photoshop nel caso, rischi solo di incartarti, le gelatine te le consiglio solo se te le offre il cameriere.

    (leggo solo ora comune e non chiesa...i consigli per la chiesa tieniteli per il prossimo matrimonio)

    la cerimonia al comune è molto informale, puoi dire pure al sindaco(o chi per lui) spostati che mi dai fastidio non succede nulla...in chiesa è diverso. li devi cercare di essere meno invasivo possibile altrimenti il prete ti uccide, quindi stai tranquillo. tanto nella sala del comune la vedo difficile tirare fuori capolavori. il tele lo lascerei nella borsa, uno da una parte dell"altare" e una dall'altra.

    visto che gli sposi sono tuoi amici, fai uno shooting con loro, uscite un pomeriggio con loro, così prendi dimestichezza con il tipo di foto e con loro e così oltre a sciogliere il ghiaccio puoi pianificare anche qualche scatto per rendere più fluido il lavoro del giorno del matrimonio.

    PS: il flash in A non è TTL, quindi scatta in P. altrimenti dovrai calcolare ogni volta. chi afferma il contrario si droga!

    quindi almeno al comune. vai in program, poi sbizzarrisciti.

    @eros: ce l'hai ancora un redattore? o ti sei accorto di averla sparata grossa?

    mi sfugge il mio errore clamoroso....dove avrei scritto che in program non si usano le ghiere? dai su answers ti sei creato un personaggio quando ci farai vedere le tue pubblicazioni vedremo se esisti anche ella realtà, io qui ho linkato sia mie foto che miei articoli.....e non parlo di flirck, ma di riviste. ciao.

    Fonte/i: nella mia risposta noterai che ho tenuto in considerazione anche quello che hai scritto nella domanda precedente ESATTO! IL PUNTO 1 ERA GRATUITO, appena ho cominciato a scrivere qui, le risposte del guru erano: ma chi sei? non capisci! tu fotografo? impossibile, poi si scopre che millantava di essere professionista e non lo era...
  • Se usi M devi stare attento all'esposimetro prima di scattare ogni foto

    Se usi A devi stare attento al tempo di scatto proposto prima di scattare ogni foto.

    Soluzione: usa S e non ci pensi più. Imposta 1/125 e 800 ISO e poi guarda più o meno che diaframma ti propone. Se è troppo chiuso di quello che ti serve abbassi gli ISO ma se è troppo aperto li alzi. Ma se ti dimentichi non muore nessuno perchè se il punto di MAF è corretto una profondità di campo leggermente sbagliata non ti rovinerà la foto. Al massimo dopo aver scattato una o due foto senza controllare e ti accorgi che il diaframma non era proprio giusto lo puoi sempre correggere al volo. Se invece lavori in A e ti dimentichi di controllare il tempo hai il rischio che se è troppo lento la foto è da buttare. Io lavorerei in S quando entrano gli sposi, si scambiano gli anelli ecc.. quando l'adrenalina è alta. Poi puoi sempre alternare con M quando sei più tranquillo tipo per le panoramiche della sala comunale ecc..

    Però lascio la parola agli esperti.

    MODIFICA: quando mettete i pollici in giù AVETE L'OBBLIGO di dare la vostra risposta corretta.

    Mi avete dato un pollice in giù?? Va bene ci sta io non sono un esperto e posso aver detto una stupidaggine. Ma dopo aver messo sto pollice in giù DOVETE RISPONDERE con la giusta risposta spiegando perchè la mia è sbagliata!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.