yaya ha chiesto in SaluteSalute della donna · 8 anni fa

BRCA1 Positivo, Microcalcificazioni maligne cosa fare?

All'eta' di 38 anni sono stata operata per un tumore alle ovaie (istrectomia).

All'esame genetico sono risultata positiva al gene BRCA1.

Adesso, nel marzo 2013 a distanza di oltre 20 anni, a seguito della mammografia, risulta che ho delle microcalcificazioni al seno, sottoposta all'Agobioptico, durante la quale hanno rimosso tutte le calcificazioni, dalla biopsia risulta che ci sono dei focolai di carcinoma duttale in situ ad alto grado (G3).

Considerando la mia storia e la mia mutazione genetica, il chirurgo suggerisce di asportare tutti e due i seni, anziche' solo la parte dove c'erano le microcalcificazioni.

Pur avendo piena fiducia nel chirurgo, ho paura di commettere un errore.

chi puo' darmi un consiglio?

Aggiornamento:

le microcalcificazioni sono solo nel seno sinistro.

Aggiornamento 2:

Grazie Minnie89, le microcalcificazioni sono solo nel seno sinistro, il chirurgo, prima di sapere la mia storia clinica parlava di asportazione intorno alla zona lesionata, ma poi ha consigliato la asportazione bilaterale.

1 risposta

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    ciao, dalla tua spiegazione credo che l'asportazione totale sia consigliata, visto l'alto grado del focolaio di carcinoma, infatti solo l'asportazione mirata potrebbe esporti ad altre recidive. le microcalcificazioni sono ambo laterali? in quel caso fai bene ad asportare entrambi i seni, viceversa puoi asportare credo solo quello lesionato. credo possano consigliarti anche l'asportazione linfonodale, cosi non incorrerai ancora in nessun tipo di recidiva futura. eventualmente puoi pensare all'installazione di protesi estetiche.

    capisco che non sia facile, ma la diagnosi di queste patologie permette, anche con la chirurgia, di attuare presto la migliore terapia. sono sicura che le cose si svolgeranno nel modo migliore e che ne conserverai solo un ricordo nel quale tirare respiri di sollievo. ti consiglio comunque di portare tutti gli esami di cui disponi anche ad altri medici, radiologi specializzati in senologia e in ottimi rapporti con i chirurghi, per escludere ogni dubbio di approccio.

    i migliori auguri e forza, noi donne siamo forti anche in questi casi!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.