Vitty ha chiesto in Arte e culturaPoesia · 7 anni fa

Commento dei sepolcri di Foscolo è un discorso ancora attuale ?

1 risposta

Classificazione
  • 7 anni fa
    Migliore risposta

    Questo è stato il mio commento su questa splendida opera di Foscolo. Risale a circa 3-4 anni fa, ma lo ho ancora salvato su word. Magari ti serve come spunto ;)

    Il carme “Dei Sepolcri”, l’opera più compatta e conclusa di Foscolo, dedicato ad Ippolito Pindemonte, si configura come una risposta all’editto di Saint Cloud, a causa del quale il poeta si era lamentato per l’eccessiva severità della religione francese, accusandola di non tener conto dell’aspetto umano. L'editto vietava la sepoltura nei centri urbani e introduceva un controllo sulle iscrizioni funerarie, che dovevano essere consono allo spirito della rivoluzione francese, e pertanto non contenere riferimenti nobiliari. Le sepolture dovevano essere anonime e la collocazione delle lapide era relegata ai margini dei cimiteri. Foscolo, che pur condivideva molti aspetti dei presupposti culturali dai quali nascevano simili provvedimenti, ne rifiutava però l'effetto di omologazione che ricadeva sui defunti e sui valori del passato riconoscibili in essi.

    Proprio per questo motivo il carme può essere considerato come un poemetto filosofico, in quanto procede per argomentazione ed esempi nel suo intento dimostrativo. Non nel metro, né nel tema sepolcrale comune alla fine del settecento, ma nella via filosofica sta l’elemento innovativo Dei Sepolcri, che trasmette un valore civile, letterario e storico – mitico che, intessuto di elementi attinti alla classicità, dimostra ancora oggi l’estrema attualità del suo messaggio.

    Il carme si apre con una visione della morte pregna di influenze materialistiche, che esclude ogni possibile sopravvivenza ultraterrena. L’influenza materialistica e la visione meccanicistica della natura che tutto distrugge ha diverse ascendenze letterarie e filosofiche. Prima fra tutte quella epicurea, in particolare la filosofia di Lucrezio che vede la morte come insensibilità perenne, come una semplice disgregazione di atomi componenti; un’altra influenza è quella dell’illuminismo e del sensismo di inizio settecento che trovano in Foscolo un epigono, un sostenitore del materialismo e del determinismo di D’Holbach.“Anche la Speme, ultima Dea, fugge i Sepolcri” scrive il poeta, negando definitivamente ogni fiduciosa attesa in un destino celeste, e affermando la vuota illusione della credenza nel principio immateriale e trascendente dell’anima. Il sepolcro è quindi inutile ai defunti, ma fondamentale per i vivi ai quali, grazie alle tombe, è concessa una corrispondenza di amorosi sensi, un dialogo affettuoso che fa vivere noi con l’amico estinto, e l’estinto con noi. Solo per coloro che non sono riusciti a farsi amare in vita è inutile il sepolcro, mentre è altrimenti l’espressione concreta dell’affetto dei cari che portano nel cuore e nella mente il ricordo del defunto. Il poeta vede in questa celeste dote il trionfo sulla legge di perpetua guerra fra gli esseri sancita dalla natura.

    E proprio la Natura, che involve tutte cose l’obblio nella sua notte, equipara gli uomini attraverso la morte, così come è voluto dall’editto di Saint Cloud. Avverso a questa corrente di pensiero si trova Foscolo, che invita a riconoscere le differenze spirituali negli uomini, così da separare le tombe dei virtuosi e degli eroi dagli spiriti volgari e indegni.

    Nella seconda parte Dei Sepolcri, infatti, il poeta mostra con toni macabri, lugubri e inquietanti la sua indignazione verso la corrotta Milano, che condanna il Parini alla promiscuità della tomba comune. Foscolo mostra così il suo rapporto con il poeta milanese, descritto da lui stesso come "il personaggio più dignitoso e più eloquente che abbia mai conosciuto" con il quale condivide la passione politica e l'amor di patria, la delusione e il tradimento delle speranze di rivoluzione e libertà, la riflessione pessimistica sulla realtà, e nel quale vede una guida morale.

    Non posso inviarlo tutto...E' troppo lungo!

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.