Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 7 anni fa

Da un po di tempo sto cominciando a odiare la mia famiglia, a sentirmi sfortunato ad essere nato in questa?

famiglia, a attribuire il fatto che non ho da un po buoni risultati universitari al clima che respiro in famiglia e la mia grande delusione e dispiacere è stato vedere e subire il fatto che la mia famiglia si è sgretolato e in parte disunita di fronte ai problemi, a gravi problemi che la vita ci ha dato......invidio spesso molti miei amici per la loro famiglia e se hanno fatto meglio di me nella vita la prima cosa che mi passa per la testa è "ah se avessi avuto anche io un ambiente sereno in casa avrei spaccato il mondo".......qualcuno mi capisce?

6 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Migliore risposta

    guarda che i panni sporchi si lavano in casa propria quindi non essere invidioso dei tuoi amici magari quello che vedi tu è tutto rosa ma in realtà quello che succede in casa loro può non essere quello che realmente tu vedi o quello che fanno vedere a te. e tieniti stretta la tua famiglia anche con tutti i problemi che può avere perchè c'è gente che non ha neanche un cane.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Una famiglia ha l'obbligo di appoggiare e di aiutare un figlio in tutte le sue scelte. Per quel che mi riguarda, se i tuoi genitori non la pensano in questo modo non sono altro che ostacoli. Ti capisco perché so che nel modello standard di famiglia si tende a creare un legame difficilmente divisibile, ed i figli diventano schiavi psicologici dei loro genitori, incapaci di opporsi concretamente. Ebbene, trovare la forza di farlo spetta solo a te. Parliamoci chiaro, immagino che tu abbia già i tuoi problemi, non puoi e non devi farti carico di quelli degli altri.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Ti capisco perfettamente... e mi dispiace molto.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    io provo questa sensazione praticamente da sempre,ti capisco eccome.

    mia madre e mio padre non ci sono mai ed è meglio così. quando c'è mia mamma mi urla dietro fino a sera per i motivi più svariati:rendito scolastico,disordine,il mio aspetto fisico. con mio papà non parlo..non ho mai avuto un vero rapporto con lui.

    ti capisco,e capisco che anche tu vorresti il loro appoggio..ma non lo trovi.

    per questo esistono gli amici, la tua seconda famiglia.loro per me ci sono sempre (ovvio quelli veri di amici) ;)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    Ti capisco tantissimo, io ho iniziato a essere serena solo dopo che me ne sono andata a vivere fuori casa e per quasi due anni la notte mi svegliavo con gli incubi di essere tornata a casa e spesso mi venivano gli attacchi d'ansia, se la tua famiglia ti fa soffrire trova a più presto il modo di allontanarti da loro chi vive in una famiglia serena non lo può capire ma l'affetto e la fiducia non sono dettati dal dna o dal cognome ma dal clima che i genitori sanno creare o al contrario sanno distruggere

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Mi dispiace..ti capisco..

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.