Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeBiologia · 8 anni fa

Creatina e fosfocreatina: loro importanza.?

grazie

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    La creatina è un aminoacido che svolge una funzione molto importante nel metabolismo energetico cellulare. Attraverso l’aggiunta di un gruppo fosforico essa viene trasformata reversibilmente in fosfocreatina, una molecola che racchiude proprio nel legame fosforico un’altissima carica energetica. In virtù di questa elevata carica energetica la fosfocreatina è in grado di trasferire il proprio gruppo fosfato sulla molecola di ADP per formare ATP . L’ATP è la principale fonte di energia della cellula, ad esempio è grazie all’energia fornita dall’ATP che può avvenire la contrazione dei muscoli e che può essere mantenuto il potenziale di membrana dei neuroni. Normalmente l’ATP è sintetizzato a partire dai nutrienti reagendo con l’ossigeno, come sappiamo.

    La fosfocreatina interviene nel metabolismo dell’ATP in due modi. In primo luogo essa è indispensabile per trasportare l’ATP dal luogo di produzione (mitocondrio) a quello di utilizzazione (citoplasma). Per fare ciò la cellula ricorre ad un espediente: l’ATP appena sintetizzato dal mitocondrio cede il suo gruppo fosfato alla creatina, trasformandola in fosfocreatina. Questa tende a diffondere nel citoplasma, allontanandosi man mano dal mitocondrio e avvicinandosi alle regioni cellulari dove si usa l’ATP. Qui giunta, cede a sua volta il gruppo fosfato all’ADP che viene così trasformato in ATP. Ritorna quindi al mitocondrio come creatina, ricominciando il ciclo. In tal modo è come se l’ATP venisse in pratica trasportato dal sito di produzione a quello di utilizzazione.

    In condizioni di riposo le richieste di ATP sono modeste ma, nel momento in cui le fibre vengono stimolate a contrarsi, questa richiesta aumenta immediatamente.

    All'interno di una cellula muscolare, in condizioni di riposo, sono immagazzinate modeste quantità di ATP, ma essa non può farvi affidamento a lungo, una volta che ha cominciato a contrarsi. Quindi per evitare la diminuzione del rifornimento di ATP, la cellula muscolare deve incrementarne il tasso di produzione per poter tenere il passo con l'aumento della velocità di utilizzazione. L'ATP che fornisce l'energia necessaria per la contrazione è prodotta nelle cellule muscolari dalla fosforilazione a livello del substrato e dalla fosforilazione ossidativa. Quando in una cellula aumenta il consumo energetico, si ha una riduzione della concentrazione di ATP e un aumento di quella dell'ADP. Queste variazioni inducono un aumento dell'attività degli enzimi responsabili della formazione dell'ATP, con la conseguenza che l'ATP viene prodotta a un tasso più elevato. Anche se questo avviene non appena la cellula inizia a contrarsi, queste reazioni richiedono alcuni secondi per arrivare alla velocità necessaria.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.