Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 7 anni fa

Solo i più forti hanno il diritto alla sopravvivenza.... e secondo voi?

Come avviene negli animali, come avviene in natura, e così deve essere attuata nell'uomo.

Aggiornamento:

Elena: non sono d'accordo, noi usiamo solo una piccola parte del cervello. stando ai fatti, usiamo solo il 20%, e se lo usassimo di più saremmo avanti psicologicamente. il cervello è un'arma incredibile, a mio vedere, è la più forte di tutte.

Aggiornamento 2:

Se pensassimo che forza incredibile avremmo se forza e psiche si unissero in una materia unica, saremmo paragonabili agli Dei.

Ma il cristianesimo nel corso degli anni ha provveduto bene ad estirpare questa forza con le guerre, inquisizioni, su persone, che avevano scoperto il vero significato della vita.

Ora siamo intrappolati sia umanamente, che animicamente, nelle viscere del cristianesimo et cattolicesimo. Hanno soppresso il vero significato di Satana e, ora ci ritroviamo in queste misere condizioni. E intanto voi pregate i vostri santi...

Aggiornamento 3:

Umberto: se devi scrivere per dire eresie è meglio che non scrivi. dei tuoi commenti inutili posso farne a meno. tu non usi neanche quel 20% e la cosa è evidente !

è come dici, l'umanità è pecora anche perchè c'è gente come te !

Aggiornamento 4:

Signore: il destino è già nelle nostre scelte

Aggiornamento 5:

Umberto: non ho sbagliato ! ho detto giusto direi. e se tu non sai che usiamo solo una piccola parte non è colpa mia. in questo caso l'ignorante sei tu.

Aggiornamento 6:

Marco: I più forti, i più adatti, hanno il diritto, come in natura che il forte soccombe il debole, di dominare.

Questa è la legge della natura, e tu non puoi negare. Fortuna e natura sono due cose diverse, è bene che lo sai !

Per quanto riguarda l'altro discorso. Ho fatto una ricerca molto tempo fa al contrari tuo, che analizza bene la questione.

La chiesa cristiana massacrò, torturò, mutilò e distrusse milioni e milioni di vite umane, sia direttamente con l’Inquisizione, che indirettamente attraverso tutte le guerre che hanno scatenato. Il danno e la distruzione che ha perpetrato questa folle religione contro l’umanità intera va ogni oltre immaginazione. Tra il 1450 ed il 1600, la chiesa cristiana è stata responsabile della tortura, e di aver bruciato, oltre 30.000 cosiddette “streghe” .

Non solo, ma furono arsi al rogo anche bambini !

Galileo Galilei, fu una delle vittime più note dell’Inquisizione. Qualcuno dei suoi nemici (cristiani) inviò agli Inquisitori di Roma una sua le

Aggiornamento 7:

Galileo Galilei, fu una delle vittime più note dell’Inquisizione. Qualcuno dei suoi nemici (cristiani) inviò agli Inquisitori di Roma una sua lettera dove egli tentava di dimostrare la teoria copernicana, ossia che la terra non è il centro dell’universo. Fu giudicato nel 1633 colpevole di eresia. Fu obbligato a ritrattare (pubblicamente) e fu condannato alla prigione a vita agli arresti domiciliari.

Ora non mi dilungo troppo ma le persone furono tante, anche bambini, va ricordato questo!

Io non ho offeso nessuno al contrario dell'utente Umberto che mi ha dato per primo dell'ignorante.

Aggiornamento 8:

Marco: ti sei dimostrato quello che sei UN IGNORANTE !

12 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    è il concetto di forza che va analizzato. E' tuttora così..solo i più forti vanno avanti,ma l'uomo ha avuto il merito/demerito di cambiare il concetto di "forza" privandolo del suo significato originario di semplice forza fisica. L'uomo primitivo è sopravvissuto a predatori più forti di lui perché ha sviluppato abilità che compensassero le sue mancanze. Oggi in cui la conoscenze umane (il cervello), le scoperte le tecniche sono in larga parte condivise (ne è un esempio la diffusione di Internet, l'automobile ecc) il concetto di "forza" è cambiato ancora. E' diventato denaro..potere..capacità di accedere a quelle risorse (in teoria condivise tra tutti)prima,o meglio degli altri. E' tuttora così..i forti vanno avanti. La grandezza(e la meschinità) dell'uomo sta nel fatto che invece di adattare sé stesso alla natura,ha adattato la natura ai suoi bisogni, ecco perché la nostra non è più(o almeno non era fino a qualche tempo fa)una lotta per la sopravvivenza..perché non dobbiamo più tanto adattarci alla natura (magari c'è quello che è più capace e quello meno)è la natura che è stata adattata in gran parte a noi.

  • 7 anni fa

    egregio boy of soul anche tu appartieni alla stirpe degli eretici! nessuno ha "diritti" e non sono i più forti che sopravvivono ma i più fortunati. la fortuna di chiamarsi ernesto, la fortuna che sia arrivato primo un buon spermatozzoo, la fortuna di essere sempre al posto giusto al momento giusto. quanto alle persone che avevano scoperto il vero significato della vita, fai nomi e cognomi che così ci facciamo quattro risate , io sto già ghignando perchè scommetto che ti ci metti pure tu! non occorre fare apprezzamenti sulle cose che dici , è evidente che parli a vanvera , non arrivi a conclusioni logiche e sei pure offensivo .@ boy of soul. ok ok scusa ma io sono un provocatore , ora però mi è più chiaro quello che volevi dire. io raramente sono preso da impulsi religiosi, ma posso calarmi anche nei panni di un vero credente. ciò che dici è pura verità ma la religione è praticata dagli uomini e qui crimini sono umani non una caratteristica di una religione l'uomo può commettere qualsiasi nefandezza e spesso lo fa in nome di dio ma è solo una sua astuzia che non ha nulla a che fare con i veri principi di una religione non puoi affermare che una religione sia criminosa perchè alcuni criminali la usano a proprio tornaconto!

  • lucky
    Lv 4
    4 anni fa

    David Villa, perchè Eto'o e Drogba con tutte ste voci di mercato non mi ispirano tanto, Toni è già vecchio, Van Nistelrooy anche, ibrahimovic è dell'inter, Benzema ancora non ha una tecnica sopraffina e Adebayor perchè non mi piace.

  • 7 anni fa

    Infatti i dinosauri si sono estinti, se avessero avuto anche il cervello, forse avrebbero trovato un qualche modo per sopravvivere.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    7 anni fa

    La natura sociale dell' uomo e la sua intelligenza hanno purtroppo e per fortuna quasi annullato l' effetto della selezione naturale nella nostra società.

    Per fortuna perché dal punto di vista umanitario rende tutti felici il fatto che sempre meno persone muoiano e sempre più vivano più a lungo, ma purtroppo perché stiamo diventando troppi sul pianeta, e perché stiamo indebolendo la nostra razza "permettendo" a determinate anomalie genetiche si sopravvivere e diffondersi.

    Lo studio delle malattie genetiche e la possibilità che un domani avremo di disattivare o eliminare geni difettosi dal DNA di una persona risolverà il secondo problema, ma per la sovrappopolazione non esiste una vero rimedio se non quello di adottare un ferreo controllo delle nascite a livello planetario.

    C'è poco da fare: o accettiamo di vivere più a lungo ma di riprodurci di meno, oppure diventiamo prolifici ma rinunciamo alle cure mediche (e chi mai lo farebbe).

  • 7 anni fa

    @umberto:

    veramente solo i più FORTUNATI sopravvivono, è ormai dimostrato che l'essere il più adatto ad un ambiente non garantisce la sopravvivenza.

    tu puoi essere l'umano biologicamente destinato a vivere fino a 200 anni , conun sistema immunitario che ti protegge da smog, tumori ecardiopatie, ma se vieni investito da un camion all'età di 6 anni. La tua mutazione non è servita a un bel nulla.

    Fonte/i: Mooto Kimura
  • Anonimo
    7 anni fa

    secondo Natura sì, ma noi abbiamo la possibilità di migliorare la Natura. Il dramma è che il più delle volte la peggioriamo.

  • Anonimo
    7 anni fa

    In natura è così, il forte sopravvive, il debole soccombe. In un certo senso è così anche per l'uomo, chi se la sa cavare galleggia, chi no affonda. E' una legge di natura, giusta o sbagliata è così. Non esiste il destino, il già scritto e programmato. Il destino ce lo facciamo noi, giorno per giorno, scelta per scelta. Il volante lo abbiamo in mano noi, girare a destra o a sinistra, può determinare la buona o la cattiva riuscita di tante cose, importanti e meno importanti. Se si è forti, anche una sterzata nella direzione sbagliata si può correggere e tenere la vita in carreggiata, se si è deboli anche un piccolo sbandamento può significare la fine. E' giusto? Non è giusto? Non lo so, ma è così. Non la metterei sul diritto, il diritto lo avrebbero tutti, ma la vita è uno schiacciasassi, se ti mostri, o sei debole, c'è sempre qualcuno che ti vuol passare sopra.

  • 7 anni fa

    L'uomo, a dispetto dell'animale, ha una cosa in più, l'intelligenza. Credo che la forza sia battuta nettamente dal cervello!

    Fonte/i: È vero che usiamo solo una parte della nostra intelligenza: allo stesso tempo solo la forza bruta non credo sia la sola soluzione. Forse cervello+forza fisica sarebbe già fattibile.
  • Anonimo
    7 anni fa

    Dipende. Durante rivoluzione francese quelli che erano considerati i più forti sono morti tutti ghigliottinati,

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.