StellaS! ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 7 anni fa

Obiettivamente, ritenete che oggi i bambini crescano come bambini?

Io son cresciuta andando in bicicletta senza casco né protezioni per le ginocchia o i gomiti. Le altalene di ferro avevano gli spigoli vivi e il gioco delle penitenze era pari a un film horror. La cartella non aveva gli spallaci imbottiti e pesava una cifra.Noi tutti ci attaccavamo alla stessa bottiglia e bevevamo l'acqua direttamente dalle fontane dei parchi, senza infettarci. Certo, i pidocchi erano un problema ma le mammine sapevano come fare^_^ Ho rubato il motorino al nonno e mi sono intortata sull'asfalto bollente e come se non bastasse la mamma mentre mi ripuliva le ferite, ogni tanto tirava arrabbiatissima i miei capelli. Mio fratello nel tentativo di sottrarre con l'inganno, due limoni, è stato catturato dalle proprietarie zitelle e rinchiuso in una stanza fino a sera. Mio papà, dopo, lo tenne chiuso in casa per punizione tutta una settimana.

Riflessioni libere^_^

12 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 anni fa
    Risposta preferita

    ma non ho capito, il tuo passato da bambina lo metti come modo in cui vivevano i bambini nel passato o il modo in cui vivono i bambini oggi?! se intendi che quello è passato non vedo perché criticare il fatto che adesso magari le altalene sono più sicure. poi da quello che scrivi non capisco se stai dicendo che quando tu eri piccola era meglio o peggio, cioè se si cresceva come bambini. certamente era un male che ci si facesse del male con il gioco delle penitenze, come era un male che le cartelle pesassero. ed è un male semplicemente perché fa schifo bere tutti dalla stessa bottiglia. non perché t'infetti, ma perché se ci pensi è come sputarsi in bocca. e non è che basta pulire la bottiglia per bere. uno perché se ci si attacca la tua saliva finisce dentro la bottiglia e questo già basta perché non si possa bere dalla stessa bottiglia. secondo quando pulisci la bottiglia la strofini semplicemente non è che la pulisci con il sapone sotto l'acqua. per quanto riguarda il casco è fastidioso e i capelli si stropicciano. andrebbe abolito. va bene magari quando devi imparare ma poi basta

    ----

    rossi g. franco tu sei di parte. a te ti fa piacere che le persone iettino il sangue

    iettino vuol dire caccino

  • Angelo
    Lv 6
    7 anni fa

    Sarà strano, ma anche io che mi ritengo giovane (21 anni) ho vissuto similmente le tue stesse esperienze. Sarà che vivo in un paese, ma mi accorgo che di bambini per strada se ne vedono ben pochi, a meno che non sono accompagnati. A me quei pochi bambini in bicicletta che vedo fanno quasi pena. Obbligo di casco, ginocchiere, luci, e quant'altro. Andare in bicicletta è diventata una tortura, non più un piacere. Oggi un bambino, invece che ridursi così, preferisce stare in casa, accendere la TV, mangiare patatine, giocare alla Nintendo. Questo è anche colpa della società, che ha visto modificarsi il ruolo della donna. Non voglio sembrare sessista, a me sta bene che le donne vadano a lavorare e quant'altro, ma quando la donna stava a casa, avevamo case pulite, bambini che crescevano bene e lavoro per tutti. Purtroppo il lavoro è quello, e l'entrata delle donne nel mondo del lavoro ha ridotto le opportunità per tutti. Quando le donne crescevano i figli, questi crescevano bene. Da quando hanno smesso di fare le mamme, ecco, i risultati si vedono nella società moderna. Tutto questo detto col massimo rispetto per le donne.

  • 7 anni fa

    Questo dimostra che ora siamo arrivati all'esagerazione opposta,

    dove uno sculaccione ben meritato porta i bambini a rivolgersi al telefono rosa.

  • Ro
    Lv 7
    7 anni fa

    Probabilmente no.

    Pero' ricordo un mio compagno di giochi che perse un occhio perche' colpito da una canna appuntita che nei nostri giochi era una lancia, e di un altro che si becco' una parassitosi tale che oggi ancora ne piange le conseguenze. Disquisendo di cicatrici eroiche poi, devo dire che il mio naso e' stato deformato da un calcio, e devo ammettere che avrei fatto volentieri a meno di quella gobbuola; e che la caccia all'alveare col fuoco mi ha fatto beccare punture di vespa che un bel giorno mi hanno provocato allergie alla soglia dello choc anafilattico, e oggi mi devo guardare da ogni ronzio perche' ogni puntuta potrebbe essere l'ultima.

    Capisco che c'e' una logica per la quale solo i forti meritano di sopravvivere, ma un po' di buon senso verso i piu' deboli non guasta.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    ieri ci siamo sparati 13 km di bicicletta in campagna (e 13 al ritorno) e a ogni balzo immaginavo un volo inverosimile che la faceva capitolare orribilmente su una pietra aguzza aprendole la testa a metà...o peggio una macchina che la centra in pieno ormai ai lati della città..una discesa così forte che la fa volare e spaccare la tibia in 4 punti differenti...

    Mia figlia non ha caschi ne ginocchiere perchè le danno fastidio...la cartella senza le rotelle, le piace arrampicarsi sugli alberi (dove non c'è il pavimento antitrauma) e in campagna ci va scalza, cattura i lombrichi e beve dalle fontane infette..i pidocchi pare non prendano i biondi sarà vero? mah!

    Mi sento spesso una madre degenere, urlatrice, inguardabile che pratica ancora la tirata d'orecchie e quella dei capelli in situazioni dove il richiamo vocale ormai non ha più effetto.

    punizioni d'altro genere? non ne pratico eccetto la privazione di ciò che le piace tipo.. hai sbagliato paghi subito non tra due giorni.

    Oppure sfrutto la punizione sper raggiungere un obiettivo (e cioè l'eliminazione totale di quella tal cosa fatta in quel tal modo ripetutamente e a oltranza) esempio: si mangia senza accendere il computer, televisione eccetera.

    Non so i figli altrui ma la mia nonostante il dolore fisico procacciatasi da sola o il richiamo continuo da rosario che le porta penitenze barbare insiste senza timore nel farsi del male o a procurarsi delle sonore strigliate.

    Non impara la lezione! continua ad esserne affascinata ed incosciente..da chi avrà preso ? ù__ù

    non ho risposto alla domanda oggi crescono come bambini? gli altri non so la mia si e gli altri adulti la trattano come una bestiolina maleducata e zozza, gli amichetti invece sono molto ammirati e divertiti dalla sua 'natura' Bestifera ^_^

    per quanto riguarda i genitori, nel mio caso direi che regrediscono coi bambini :)

  • 7 anni fa

    Secondo me no, sono delle piccole miniature di adulti.

    Sicuramente gli manca la libertà che si poteva godere

    negli anni addietro, ma questa manca ormai a tutti non

    solo ai bambini,io ad esempio da bambina e la mia

    combriccola andavo all assalto del campanile della

    chiesa perché il campanaro nella speranza che il mestiere

    avesse una continuità ci dava lezioni :)) ( ecco allora i problemi di udito)

    e poi al fiume a nuotare nelle rapide soprattutto dopo

    le ore 17 quando a monte aprivano la diga, noi le lezioni

    di Rafting non le pagavamo di certo, altro giro altra avventura

    era quella dell esplorazione dei fortini o bunker dell ultima

    guerra. Adesso i bambini hanno di sicuro meno cicatrici

    credo che sia meglio....ma non vorrei essere nata dal

    2000 in poi, e le mie cicatrici sono fonte di orgoglio vissuto.

    C é un vero abisso tra me e i piccoletti della mia famiglia.

    Loro anche se abitano come me in campagna stanno sempre

    chiusi in casa mentre a me mia madre mi buttava letteralmente fuori

    di casa. Peró potrebbe essere che cambiando i tempi cambiano

    anche i desideri e i bambini di adesso siano felici così con il

    loro Nintendo, la Pes3 e altri ammennicoli vari....Ciao. :P

  • Civas
    Lv 7
    7 anni fa

    Ci penso tante volte... La differenza tra la mia (nostra) infanzia e quella dei miei figli è notevole.

    Tutto sommato, loro stanno meglio oggi (per fortuna) rispetto a noi ieri...

    Ma i bambini (in generale) stanno crescendo con troppe "agevolazioni" ... cosa faranno domani di fronte alle difficoltà inevitabili che la vita non risparmia a nessuno?

    Questa è la mia perplessità...

  • 7 anni fa

    crescono con monitor ovunque!

    c'è la tv, i computer, i cellulari, i videogiochi...

    che razza di mondo è?

  • Eh si.

    Si stava meglio quando si stava peggio.

  • 7 anni fa

    Ah che bei tempi quelli e che bella infanzia

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.