Mario ha chiesto in Matematica e scienzeBiologia · 8 anni fa

Qual è la fonte di energia primaria quando il metabolismo avviene in assenza di ossigeno ?

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Per i primi minuti dell'attività anaerobica si ha un metabolismo cosidetto "alattacido" perché un produce lattato La molecola che sostiene questa breve tappa si chiama creatina-fosfato (CP). Dopo alcuni minuti s'innesca il catabolismo del glucosio e la glicosi anaerobica che porta alla formazione del lattato. Tale attività non può durare per molto tempo essendo il lattato altamente tossico e, ai primi sintomi di affaticamento, occorre smettere perché è il segnale che il lattato sta saturando il tessuto muscolare. Continuando si potrebbe avere il blocco dell'attività contrattile. Il riposo quindi, con profonde respirazioni è necessario perché il lattato passi dai muscoli al fegato nel quale avviene la sua inattivazione grazie al ciclo di Cori che lo converte in piruvato che può cominciare la via di sintesi del glucosio (gluconeogenesi). Il glucosio così generato, oltre a poter essere immagazzinato nel fegato sotto forma di glicogeno, può tornare nel sangue per rifornire nuovamente i muscoli.

  • 8 anni fa

    L'ossigeno non è una fonte di energia, ma un accettore degli elettroni che vengono prodotti dall'ossidazione delle molecole energetiche.. Se gli elettroni non vengono smaltiti (tramite la riduzione del'ossigeno ad acqua) il sistema si inceppa! Se l'ossigeno non c'è alcune cellule (quelle muscolari,ad esempio) usano come accettore di elettroni il piruvato, riducendolo a lattato (l'acido lattico), che verrà poi ossidato in seguito quando ci sarà più disponibilità di elettroni. Stessa chissa fanno i batteri anaerobi, che svolgono fermentazione lattica o alcolica!

  • La fermentazione alcolica e la fermentazione lattica permettono di ricavare energia in assenza di ossigeno.

    Nelle cellule dei lieviti avviene la fermentazione alcolica, comprendente due reazioni catalizzate da specifici enzimi che riducono l'acido piruvico prodotto dalla glicolisi a CO2 ed etanolo e, contemporaneamente, ossidano il NADH a NAD+.

    L'etanolo è un alcol, una sostanza tossica; i microrganismi che svolgono la fermentazione alcolica liberano i prodotti di rifiuto nell'ambiente, ma muoiono se la concentrazione alcolica diventa troppo elevata. I lieviti utilizzati per produrre il vino e la birra devono trovarsi in un ambiente anerobico per fermentare gli zuccheri, producendo etanolo e CO2.

    Anche il lievito del pane svolge la fermentazione alcolica: la CO2 forma bolle che fanno lievitare l'impasto e l'etanolo è eliminato in cottura.

    Nella fermentazione lattica, la riduzione dell'acido piruvico che segue la glicolisi produce acido lattico (ma non CO2), che conserva tutti e tre gli atomi di carbonio dell'acido piruvico. La fermentazione lattica avviene nelle fibre muscolari rapide in caso di esercizio fisico intenso; l'acido lattico che si forma nelle fibre muscolari passa nel sangue e arriva al fegato, dove è riconvertito in acido piruvico. Questo tipo di fermentazione viene svolto anche da alcuni batteri ed è sfruttata per produrre formaggi e yogurt.

    Spero di esserti stata d'aiuto :)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.