Anonimo
Anonimo ha chiesto in Elettronica di consumoElettronica di consumo - Altro · 8 anni fa

Elettrocalamita a 24V?

Vi ringrazio per l'informazioni, ma mi servirebbe più precisamente dei dati: solenoide ( tubo dritto cilindrico pieno in ferro) il diametro e la lunghezza, lunghezza del filo di rame smaltato e il diametro, il numero di spire e gli Amper di assorbimento, possibilmente attorno ai 7/8 Amper. Sto cercando di realizzare un motore con 3 rotori e 3 statori con calamite permanenti e elettrocalamite per un movimento perpetuo (per modo di dire perchè con il tempo le calamite si smagnetizzano. Non sono un tecnico, ma semplicemente un fantasioso, mi si è accesa una lampadina e allora.....

Aggiornamento:

Mi spiego meglio per capirci: ogni rotore ha sei calamite permanenti e il rotore avrebbe sei elettrocalamite che ricevono in alternanza corrente da un sistema collegato ad un albero fissato hai rotori. Con elettrocalamite a 12v hanno poca forza per questo ho pensato che a 24 v abbiano più forza. I dati trovati su internet per i 12 v Filo in rame smaltato da 1mm di diametro

750 avvolgimenti divisi in 5 strati su 15 cm di ferro tondo diametro 4cm.

lunghezza del cavo (0,02*2π*150=18,85m) X5= 94,25 m

resistività del rame ρ=1,69 × 10-8 Ωm

R=ρ*L/S =1,69 × 10-8 *18,85*5/[(5*10^-4)² π] = 2,03 Ω

Dalla nota legge di OHM ricavi il valore di intensità di corrente

V=RI

I= 12/2,03 =5,92 A

potenza = VI = 12*5,92= 71,04 W

valore del campo magnetico in punta al solenoide

B=μ ₀ I nL = 4π*10^(-7) *5,92*750 *0,15=8,37 * 10^-4 [T]

pari ad una calamita comune

Come vedi a parità di ogni grandezza aumentando le spire diminuisce la potenza da fornire al circuito, diminuisce la corrente che circola nel solenoi

1 risposta

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Purtroppo fatta cosi' la domanda non significa nulla. E' come chiedere il progetto di una casa con mattoni da 7-8 kili. Una elettrocalamita non e' un po' di filo avvolto su un chiodo, stai poi parlando di 7-8 A che sono tanti e ai quali si associano grossi fenomeni termici e masse importanti.

    Per cui sarebbe utile se tu buttassi giu' una specifica per cio' che intendi realizzare (magari in scala piu' ridotta) e fornissi parametri per queste elettrocalamite (dimensione, circuito magnetico, forza, ecc...) solo cosi' e' possibile risponderti a senso altrimenti ti dovrai accontentare di risposte tipo: 1200 spire con filo da 3 mm, avvolgimento di lunghezza 10 cm su supporto a C di 12 cm e sezione quadrata 3x3 cm.

    Ciao

    ---- Aggiungo il 24/4

    Ho cercato di capirci leggendo i dettagli che hai aggiunto anche se c'e' ancora qualcosa di non chiaro (qualcosa di fondamentale purtroppo)

    Primo: ho capito che vuoi realizzare un motore brushless (senza spazzole) utilizzando magneti permanenti pel la parte ROTORICA mentre vuoi itilizzare elettrocalamite per la parte STATORICA e controllare le elettrocalamite con un circuito di controllo e alimentazione dedicato.

    Se questo e' corretto il tuo STATORE (perche' il rotore e' definito) avra' una sezione tipo questa:

    http://www.emcelettronica.com/it/motore-passo-pass...

    Per poter dimensionare l'elettrocalamita occorre sapere una serie di dati come, per es., la forza che intendi esercitare sul rotore, la distanza (in aria) tra statore e rotore (perche' il circuito magnetico in "ferro" si interrompe e quel tratto va considerato nel calcolo), ecc.

    Tieni inoltre conto che si piu' "pompare" amperspira all'infinito in un pezzo di ferro perche' esiste un fenomeno chiamato SATURAZIONE oltre il quale anche se pompi la forza del magnete rimane invariata. Per poter aumentare la forza di attrazione occorre aumentare sezione. In ogni caso la forza di un'elettrocalamita NON si misura con la POTENZA in WATT che assorbe questa e' solamente dissipata in calore per effetto joule.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.