Olena
Lv 7
Olena ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 8 anni fa

Vi piace il vento? Vi fa paura? Quali emozioni desta in voi?

DDR: Qual buon vento vi porta? (Per voi quale vento è buono o propizio?)

Se mi citate un brano letterario che descriva questo fenomeno naturale sarò molto felice.

15 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    "Mon âme de corsaire morose,

    va, ne sera jamais renflouée!...

    Elle est la chose

    des coups de vent, des pluies, et des nuées".

    Periodicamente questi versi di Laforgue tornano nel mio profilo, a descrivermi: la mia anima appartiene anche al vento. Non mi ha mai fatto paura, come non mi fa paura il buio, quello denso, a cui i miei occhi sono talmente allenati da non sembrarmi mai abbastanza nero.

    Preferisco il vento ululante, tagliente, a quello morbido e carezzevole.

    "Chi non ha abitato in una soffitta, non sa quanta forza abbia il vento: i miei vetri sbattono anche d'estate" (Singer).

    "(...) Sento vibrare in me tutte le passioni d'un vascello che dolora,

    il vento gagliardo, la tempesta e i suoi moti convulsi

    sull'immenso abisso mi cullano. Altre volte, piatta bonaccia,

    grande specchio della mia disperazione!"

    (Baudelaire)

    Ma è il "mio" Montale a parlarmi del vento. E' con lui che riesco a sentirlo (e a vederlo. E' possibile?):

    "ll vento che stasera suona attento -

    ricorda un forte scotere di lame -

    gli strumenti dei fitti alberi e spazza

    l'orizzonte di rame

    dove strisce di luce si protendono

    come aquiloni al cielo che rimbomba

    (Nuvole in viaggio, chiari

    reami di lassù! D'alti Eldoradi

    malchiuse porte!)

    e il mare che scaglia a scaglia,

    livido, muta colore

    lancia a terra una tromba

    di schiume intorte;

    il vento che nasce e muore

    nell'ora che lenta s'annera

    suonasse te pure stasera

    scordato strumento,

    cuore".

  • 8 anni fa

    Mi piace. Quando manifesta tutti i suoi poteri magici:

    «O wild West Wind, thou breath of Autumn's being

    ...

    Make me thy lyre, even as the forest is:

    What if my leaves are falling like its own!

    The tumult of thy mighty harmonies

    Will take from both a deep, autumnal tone,

    Sweet though in sadness. Be thou, Spirit fierce,

    My spirit! Be thou me, impetuous one!

    Drive my dead thoughts over the universe

    Like withered leaves to quicken a new birth!

    And, by the incantation of this verse,

    Scatter, as from an unextinguished hearth

    Ashes and sparks, my words among mankind!

    Be through my lips to unawakened earth

    The trumpet of a prophecy! O Wind,

    If Winter comes, can Spring be far behind?»

    ODE TO THE WEST WIND

    - Percy Bysshe Shelley -

    Mi piace (e mi somiglia molto) anche quando è più mite.

    Più riflessivo, anche se un po' meno grintoso...

    E certamente rigenerante:

    «E come il vento

    odo stormir tra queste piante, io quello

    infinito silenzio a questa voce

    vo comparando: e mi sovvien l'Eterno,

    e le morte stagioni, e la presente

    e viva, e il suon di lei. Così tra questa

    immensità s'annega il pensier mio:

    e il naufragar m'é dolce in questo mare.»

    L'INFINITO

    - Giacomo Leopardi -

    E mi lascia con una consapevolezza:

    «Malgrado tutto avevo fame di un significato nella vita.

    E adesso so che bisogna alzare le vele

    e prendere i venti del destino,

    dovunque spingano la barca.»

    ANTOLOGIA DI SPOON RIVER

    - Edgar Lee Master -

    *** *** *** *** *** *** *** *** ***

    Parentesi-fuori-tema:

    E' affidata alle note e alla loro musica l'immagine di Vento che porto nel cuore:

    http://www.youtube.com/watch?v=lPMNpXykdVE

    Youtube thumbnail

    «Eppure il vento soffia ancora

    spruzza l'acqua alle navi sulla prora

    e sussurra canzoni tra le foglie

    bacia i fiori li bacia e non li coglie.»

    (I Preferiti di Candle in the Wind...!)

  • Anonimo
    8 anni fa

    Felice serata, Oliera...ci si rincontra, vedo...del resto "chi non muore si rivede", almeno finché non crepa, appunto.

    Nessun buon vento, se non quello di fessura che conduce alla sepoltura.

    Uhm...però or che leggo il nick dell' apparato genitale femminile sopra di me MISSà che la Sublime Musa mi ispirerà/spirerà un procelloso sonetto...sì, ecco...sento che pervade tutta la mia anima

    soffiando forte...

    Ecco che l'ispirazione è alfin giunta e come con la scrittuta automatica lascio che i tasti battino e compongano quel che ancora non ho messo a fuoco col pensiero:

    "VENTO CHIACCHIERONE"

    Un vento spirò

    e di te mi parlò

    penetrandomi le nari

    disse che sei un pezzo

    di mèrda, di quelli rari

    con la testa di càzzo

    sì, questo vento parlò di té (licenza poetica, non rompete i cogliòni strònzi!!)

    veramente molto male

    ma a tutto c'è un perché:

    era un vento intestinale.

    Non allarmarti, Oliera: il "te" non è rivolto a TE...bensì all' "inconscio collettivo".

    Bien, ora tiro lo sciacquone e affanculo me ne vò non prima di avervi infilate in fila tutte e trè, testè:

    LA', ALE'!

    Nessun brano letterario da citare, sono un illetterato e al massimo guardo le figure e, non per vantarmi, ho solo la terza media presa pure con una clamorosa botta di cùlo in una scuola da operetta con professori e professofesse "fac-simile"...nonostante ciò vedrai che il livello culturale che ho spalmato nella tua domandina non si abbasserà di certo, anzi...si eleverà come il sole che sorge al mattino gustandosi un albeggiante pompìno.

    Questa sì che è cuttura...

    Esequie "vento di procella che provien dalle budella".

  • Anonimo
    8 anni fa

    Improvvisamente il vento ulula e sbatte la mia finestra chiusa.

    Il cielo è una rete colma di pesci cupi.

    Qui vengono a finire i venti, tutti.

    La pioggia si denuda.

    La tua domanda mi ha riportato inevitabilmente a Pablo Neruda.

    Questo è ciò che suscita il vento in me... tutte le volte che ci scontriamo all'unisono.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Ohh, lo amo e lo amo al pari della pioggia. Lo amo quando disegna, chiari, limpidi, i contorni d'ogni collina, laggiù, in lontananza. Le foglie che vibrano, come campanelle, tutte appese a quei rami vicini. Una pianura 'spazzata' che confonde con l'orizzonte di quel cielo infinito. Musica, anche forte e violenta, nella quale ti perdi in note profonde. Un concerto per portarti lontano, via, via da qui, da ogni follia, da ogni dolore, anche da un profondo sentimento che, ahimé, ancora, duole. Il vento amico che ristora, che accarezza il viso e muove i capelli, e tu, tu l'avverti mentre la mente 'vola'..

    Il miglior vento cara Olena? Quello che cancella i pensieri, tutti, tutti quanti.

    Non è certo un brano letterario, ma ritornano alla mente queste parole:

    "Vorrei imparare dal vento a respirare, dalla pioggia a cadere, dalla corrente a portare le cose dove non vogliono andare e avere la pazienza delle onde di andare e venire, ricominciare a fluire"

    Tiromancino, Imparare dal vento

    A te, respira... ;)

    http://images.paraorkut.com/img/papeldeparede/1024...

  • Silvia
    Lv 6
    8 anni fa

    Al principio di questo secolo, nella valle di fondo, il vento Matteo era molto conosciuto. Pochi venti, anzi,avevano mai raggiunto in passato una notorietà simile alla sua. Fosse vera o no la sua decantata potenza,tutti ne avevano grandecterrore. Quando Matteo si avvicinavs, gli uccelli smettevano di cantare, le lepri, gli scoiattoli, le marmotte e i conogli selvatici si rintanavano, le vacche emettevano lunghi muggiti".

    Dino Buzzati, Il segreto del bosco vecchio.

    Esattamente come gli animali di questo bellissimo e poetico romanzo, non amo il vento.

  • 8 anni fa

    a me piace molto il venticello, quello forte del mare invece Miss Tordisce!

    perché per me il vento è un soffio 'divino' .... e non perché io sia credente ma mi sa di destino, di spiriti della terra che ci parlano.

    __

    Dal libro: Quando Teresa si arrabbiò con Dio di Jodorowskij

    Siamo in una Sinagoga durante la lettura del Levitico

    "Irruppe nella zona che le era vietata n quanto donna, spintonando gli uomini che travolti da un terrore infantile nascosero i volti barbuti sotto i manti di seta bianca, scagliò al suolo la sua parrucca, esibendo un lucido cranio arrossato dall'ira, e appoggiando il viso rugoso sulla pergamena della Torah imprecò rivolta alle lettere ebraiche.:

    <<I tuoi libri mentono! Dicono che hai salvato il tuo popolo, che hai aperto il Mar Rosso con la stessa facilità con cui io taglio le carote, ma non hai fatto niente per il mio povero Giuseppe..Se quell'innocente non aveva alcuna colpa, quale monito hai voluto darmi? Che il tuo potere è illimitato? Questo già lo sapevo. Che sei un mistero insondabile, che ti devo dimostrare la mia fede accettando con rassegnazione questa sventura? Mai! (...) Ti ho amato più dei miei genitori e tu che cosa hai fatto? Dinanzi al tuo potere di morte il mio bambino non è stato che un verme, una formica, un escremento di mosca. Non hai pietà! Sei un mostro! Hai creato un popolo eletto solo per torturarlo! Sono secoli che ridi alle nostre spalle! Basta! Ti parla una madre che ha perso le speranze e perciò non ti teme! Ti maledico, ti nego, ti condanno al tedio! Resta pure nella tua eternità, fa e disfa universi, parla e tuona io non ti ascolto più. E' definitivo e per sempre: fuori da casa mia, meriti solo il mio disprezzo! Mi punirai? (...) Non me ne importa nulla, la morte di Giuseppe mi ha già ucciso;>>

    (...) Soffiò un vento di tempesta, si spalancarono le finestre e un nuvolone nero invase il tempio. Erano tutte le mosche della regione che fuggivano da una pioggia improvvisa.

  • 8 anni fa

    http://youtu.be/Vp_oiE2Fzyc

    Youtube thumbnail

    Visto che domani è il 25 Aprile e vengo da una famiglia partigiana

    Ti metto questo brano...il vento mi piace, ma lo temo.

    Ciao.:)

  • 8 anni fa

    "Il vento mi piace, e quando vado contro vento mi sembra di sentirlo, sembra una persona,mi vengono alla mente tanti ricordi, a volte quando vado sul lungo mare, verso gennaio, quando non c'è nessuno mi da una sensazione di calma, di bei ricordi, di poter finalmente respirare di dire "eccoti finalmente sei arrivato" , il vento che spazza via brutti pensieri. per quanto pazza io possa essere pazza , per quanto voi non siate capaci di comprendere, il piacere e' il vento e come una bambina che ha appena scoperto qualcosa mi sento felice. Vento sei tu sei vivo, sei nei miei polmoni, sei nel aria che respiro. E mi sembra di rinascere quasi lo stessi facendo in quel momento. E mi ci rispecchio, il vento sono io, il vento e' tutto. "

    Fonte/i: farò la scrittrice ora posso dire: e di claudia facchietti HAHAHA si ok, forse non ti è piaciuto, ma questo è quello che provo.
  • 8 anni fa

    Io adoro il vento. Quando gioco dispettoso con i miei lunghi capelli mi piace pensare a uno Zefiro giocoso e insistente

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.