quale dei due elettorati è più contrariato dall'inciucio, quello del PD o quello del PDL?

L'impressione è che l'elettorato PDL sia molto più "sportivo" di quello del pd poichè aggrega un insieme di forze di tradizioni diversissime (da soccorso rosso al pci, ai socialisti, democristiani, repibblicani, liberali, radicali, al movimento sociale italiano) e pertanto facilmente rinnegabili, in nome di un collante rappresentato dal modo altrettanto "sportivo" di concepire la politica come affare in ogni senso.

L'elettorato PD è meno versatile, legato com'è alle vecchia concezione del partito ideologizzato, difficile da arruffare col populismo nuova maniera quanto facile da adescare con piadina e salsiccia alla festa dell'unità (o del pd che dir si voglia). Un elettorato che non vede i tornaconti ma al quale non tornano i conti, se il loro partito, che è stato capace di persere vincendo, si getta fra le braccia dell'altro, che dovrebbe rappresentare ciò che il pd non voleva essere.

Quali le vostre analisi in proposito?

9 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Dal mio punto di vista, con la situazione critica attuale, nessuno e ripeto NESSUNO può permettersi il lusso di fare lo schizzinoso in quanto ad alleanze. Chi mi conosce sa perfettamente il mio livello di odio nei confronti del PDL ed in particolar modo di Berlusconi e sa perfettamente quanto io stia morendo dentro a vedere un'alleanza di questo genere. Tuttavia, come spiegavo in precedenza, con la situazione attuale non si possono assolutamente fare delle valutazioni di tipo politico o legate al semplice gusto personale, perchè altrimenti si ragiona da egoisti e questo lo lasciamo fare ai grillini, che sono la principale causa di questo bel governo che ci ritroviamo adesso, proprio perchè hanno pensato solo a loro stessi e poco al paese. Sinceramente questo governo, sempre che sia un governo di SCOPO (3/4 punti fondamentali da fare tranne la riforma della giustizia che non è fattibile col PDL e poi tutti a votare), è un governo necessario. Chiudono 1000 imprese al giorno e queste lasciano persone con a carico famiglie in mezzo ad una strada e noi ci permettiamo il lusso di fare i duri e puri? E poi, anche se il governo non si facesse cosa si fa? Si va a votare con la stessa legge elettorale? Un governo è necessario, almeno per cambiare la legge elettorale e dare un po' di aria all'economia che è al tracollo.

    Capisco la diffidenza di molti compagni elettori del PD e capisco l'amarezza di vedere un governo composto anche da persone del PDL, però purtroppo l'interesse del paese va messo avanti a tutte le logiche di partito e di odio personale. Ritorneremo a litigare subito dopo aver messo una pezza a questa situazione.

    Quello che più mi fa arrabbiare è che se solo i grillini avessero ragionato in questi termini, avremo potuto avere un governo sufficientemente forte da levarci per sempre Berlusconi di torno e sufficientemente forte per compiere le riforme necessarie per il paese. Purtroppo i grillini hanno preferito non prendersi responsabilità e spingere il PD verso il PDL, veramente un peccato.

    Sono dell'idea di Civati, tanto per farvi capire.

  • 8 anni fa

    Quello del PD.

  • 8 anni fa

    Quelli del PDL,anche perchè il loro Dio nano,qualsiasi cosa faccia è oro colato.

    Tant'è vero che c'è gente che adesso vede in Letta l'uomo della provvidenza solo perchè nano lo vuole.

    Roba da pazzi...

  • eames
    Lv 4
    4 anni fa

    Be, l. a. dimostrazione migliore di classe Berluskoni l'ha archives quando ha perso le precedenti elezioni ed anziche' telefonare al vincitore in line with congratularsi si e' messo a ricontare le schede. Come i bambini dell'asilo che non sanno perdere... Purtroppo questo "bambino" adesso ci sta governando. E degli effetti l. a. gente se ne rendera' conto solo tra qualche anno.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Dago
    Lv 7
    8 anni fa

    la mia analisi è che la gente, quella onesta a breve comincerà ad armarsi e finirà con una bella strage

  • 8 anni fa

    nessuno dei due

    c'è stata una bella fusione

  • Anonimo
    8 anni fa

    prendiamo come esempio una ditta (di proprietà privata, gestita dallo stesso proprietario) con 10 dipendenti. visto che ci sarebbe da trattare sui salari, questi eleggono un loro rappresentante, magari uno particolarmente in grado di formulare in modo eloquente le richieste dei dipendenti. ora questo rappresentante va dal padrone, a discutere. il proprietario comincia un lungo discorso sull' andamento dell' economia, la congiuntura sfavorevole, le spese che aumentano, insomma, se il rappresentante dovesse riuscire a convincere i suoi colleghi del fatto che un aumento degli stipendi in questo momento purtroppo non è possibile, il proprietario sarebbe disposto ad aumentare del 25% lo stipendio del rappresentante. perciò, quello che fa? e Bersani! cosa ha fatto? Napolitano! Giorgio Napolitano, ti chiamo per nome, cosa hai fatto?

  • 8 anni fa

    L'elettorato del PDL va ovunque lo porti Berlusconi avendo definitivamente rinunciato anche agli ultimi neuroni residui, perché conservarli richiederebbe troppo impegno. Se Berlusconi decidesse che per i suoi interessi è conveniente allearsi con la sinistra extra parlamentare lo seguirebbero in massa. L'elettorato del PD conserva ancora una certa coscienza ed è infinitamente meglio della classe dirigente che quel partito esprime. Questo è il motivo per cui i dirigenti del partito trovano ancora delle difficoltà ai loro furbi disegni uno più fallimentare dell'altro.

  • 8 anni fa

    Gli elettori del PDL sono meno contrariati all'inciucio poichè a loro interessa il bene del Paese e non hanno pregiudizi verso gli elettori del PD.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.