Se foste sovrani assoluti dell'Italia?

Cosa imporreste per legge e cosa vietereste?

17 risposte

Classificazione
  • JJJJ
    Lv 6
    7 anni fa
    Migliore risposta

    Se ne avessi il potere, cercherei prima di guadagnarmi la fiducia degli italiani, cioè risolvendo il problema di cui tutti si lamentano e dai quali molti ne sono afflitti: la disoccupazione. Se pensassi subito alla causa gay, per quanto sia importante, sembrerei il solito finocchio che vuole difendere i finocchi e quindi di parte, perderei credibilità

    quindi ecco le primissime cose che farei:

    1. Fermerei il consumo del territorio, bloccando la costruzione di nuove aree urbanistiche, commerciali o industriali per puntare sul recupero di quelle già esistenti, tutelando i terreni destinati all'agricoltura, visto che l'Italia è piena di capannoni vuoti, case fatiscenti, stadi costruiti e mai usati, ospedali che costano miliardi e poi diventano rifugio per gli zingari, e tutto questo va ad incrementare l'abusivismo edilizio. Sboccerebbero migliaia e migliaia di nuovi posti di lavoro, e faccio felice mezza Italia!

    2. Abolirei l'IMU sulla prima casa per TUTTI. La prima casa rappresenta spesso il frutto dei risparmi di una vita ed è ingiusto tassarla perché sono proprietarie di casa circa l’80% delle famiglie italiane, molte delle quali con redditi medi e bassi, sempre più in grave difficoltà a causa delle crisi.

    3. Introdurrei un reddito minimo garantito - almeno 600 euro - per il sostegno economico alle persone disoccupate, inoccupate o precariamente occupate con reddito inferiore a 7200 euro annui

    4. Realizzerei la linea ferroviaria ad alta velocità tra Torino e Lione - TAV Torino Lione. E’ un’opera irrinunciabile per lo sviluppo dell’Italia, porta posti di lavoro e permetterà di trasportare merci e passeggeri provenienti da tutta Europa, a vantaggio di tutte le industrie del Nord Italia. Senza TAV, l’Italia verrebbe tagliata fuori dai collegamenti con il mercato europeo. Diminuirebbe inoltre il trasporto su gomma a favore di quello su rotaia, più veloce ed ecologico

    5. Un'urgente legge anti-omofobia!

    --

    Dopo tutto questo...

    6. Riconoscerei giuridicamente le unioni civili tra conviventi, a prescindere dal loro orientamento sessuale, equiparandone il trattamento a quello dei coniugi. Sempre più persone convivono, per varie ragioni, senza sposarsi ed è giusto che venga riconosciuto loro, comprese le coppie omosessuali, il diritto di garantirsi reciprocamente le tutele riconosciute alle persone che si sposano. Gli altri paesi europei e occidentali sono già andati da tempo in questa direzione.

    7. Riconoscerei il diritto di cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia, secondo il principio dello ius soli. Solo il passaggio allo ius soli è in grado di colmare quel bisogno di appartenenza, di coesione sociale e di piena partecipazione alla comunità da parte di ragazzi che sono nati in Italia, che parlano italiano e frequentano le scuole italiane, che si sentono italiani, ma di fatto non lo sono. Significherebbe un arricchimento culturale ed economico per l’Italia e un segnale di reale integrazione.

    8. Riconoscerei il testamento biologico con il quale la persona in condizioni di lucidità mentale definisce le cure e i trattamenti sanitari che intende o non intende accettare - inclusi l'alimentazione e la respirazione forzata - nel caso in cui dovesse trovarsi in futuro in condizione di incapacità di esprimere il proprio volere. Nessuno può essere costretto a sottoporsi contro la sua volontà a diagnosi o terapie che non ritiene opportune. Non può essere lo Stato né il medico a decidere senza rispettare la volontà del paziente, al quale deve essere riconosciuta anche la facoltà di rifiutare trattamenti quali l’alimentazione e la respirazione forzate che tengono in vita anche malati terminali. I principali paesi europei, USA e Giappone hanno già da tempo una legge che tutela questi diritti della persona. Per questi motivi, sono favorevole all'eutanasia

    9. Consentirei anche in Italia la fecondazione eterologa - procreazione con l'uso del seme o dell'ovulo di una persona esterna alla coppia tipo quello del fratello o del cugino. Anche se poi c'è il rischio che possa venire a crearsi un commercio di gameti e uteri

    10. Combatterei affinchè venissero legalizzati matrimoni e adozioni gay seguendo le orme degli altri Paesi e attuando una grande riforma sociale come quella Zapatero e Hollande

    --

    ... e per quanto riguarda i parlamentari...

    11. Dimezzerei il loro stipendio megagalattico, altro che 6mila euro al mese...

    12. Abolirei il finanziamento pubblico dei partiti. I partiti e l’attività politica debbono auto-finanziarsi grazie al lavoro volontario alle donazioni e ai contributi privati dei sostenitori

    13. Renderei incompatibile per il Parlamentare il cumulo di cariche pubbliche - ministro, sindaco, assessore, consigliere comunale o provinciale, presidente di provincia - e l'esercizio di professioni private.

    Fonte/i: 14. Per regolare in maniera seria il conflitto di interessi in linea con le altre democrazie di altri Paesi imporrei l'incompatibilità delle cariche di Governo con la proprietà di aziende e società private e stabilire quindi l'ineleggibilità alla carica pubblica di chi non rinunci al controllo diretto o indiretto delle società di cui è proprietario. La legge Frattini è totalmente inefficace come dimostra il fatto che Berlusconi ha continuato a gestire di fatto le sue aziende a partire da quelle di comunicazione ah, un'ultima cosa: chiederei al Ministro dell'Università di eliminare la religione dalla scuola e sostituirlo con Educazione Sessuale, dove verranno affrontati 3 argomenti: masturbazione, contraccezione e omosessualità, per informare e sensibilizzare i giovani, che rappresentano il futuro
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • zima
    Lv 6
    7 anni fa

    Preferirei essere imperatrice del pianeta, ma mi accontento.

    Detto così, alla rinfusa, senza ordine. Elimino tutte le leggi ad personam fatte dal grande Bischero, come quella sulle intercettazioni, quella sul falso in bilancio, e così via, faccio una bella legge sul conflitto di interessi e una legge elettorale nuova di pacca. Poi tolgo l'8 per mille e gli insegnanti di religione nelle scuole pubbliche (ora pagati dalle nostre tasse), e con quei soldi finanzio l'istruzione pubblica e la sanità. Impongo delle multe così salate a chi gioca a fare ribassi esagerati negli appalti o fa porcherie in generale sul lavoro che come d'incanto tutti la smettono. Ambiente: la politica di Rifiuti Zero diventa legge. Torme di disoccupati trovano lavoro, vengono formati e poi impiegati per restaurare le nostre opere d'arte e monumenti, per riparare acquedotti e tubature, che perdono il 30% di ciò che trasportano, e per lottare contro il dissesto idrogeologico, anticipando le solite tragedie annunciate. Potenzio il trasporto pubblico su gomma e rotaie con prezzi più bassi, aumento le tratte e i passaggi dei mezzi, deve diventare conveniente viaggiare senza auto privata. Metto un tetto massimo agli stipendi dei supermanager, e se abbandonano la baracca dopo aver sprofondato la ditta nel baratro, altro che buonuscita milionaria (stile Alitalia, Trenitalia e simili), sequestro dei beni e magari galera. Basta fare passare guai solo ai ladri di galline, voglio che chi deve milioni di euro allo stato li restituisca (vedi Report settimana scorsa), e che con quei soldi lo stato paghi i fornitori privati, le aziende a cui deve soldi. Impongo a chi guadagna cifre così alte da essere inspendibili una tra queste due scelte, o paga tasse salate, o reinveste per creare posti di lavoro, innovazione, ricerca, benessere diffuso. Una parte deve andare alla ristrutturazione di tutti gli alloggi fatiscenti e abbandonati dei centri storici, che poi diventano edilizia popolare. Tolgo il segreto di Stato riguardante i misteri ancora irrisolti, la p2, il terrorismo, il rapporto stato - mafia eccetera. Impongo delle serie politiche di integrazione, specialmente verso i figli degli immigrati, nel senso che li porto ad elevati livelli di scolarità, anche grazie a un plotone di insegnanti di sostegno, se non parlano bene la lingua. Ci serve forza lavoro giovane, e non voglio che questi domani incendino le auto come in Francia, perché sono sempre stati trattati a pesci in faccia. Ogni bambino deve avere un posto in asilo nido. Gli ospedali devono essere tutti eccellenti, a nord, al centro e al sud, e curare tutti allo stesso modo, indipendentemente dal censo. Tutti devono fare un anno di servizio civile, e addestrati al primo soccorso per ogni evenienza, l'associazionismo deve essere incentivato, e visto come una forma elevata e nobile di cittadinanza.

    Qualsiasi politico o imprenditore che abbia avuto contatti con la mafia deve essere severamente punito. La meritocrazia deve essere incentivata in ogni modo, gli incapaci devono essere allontanati e chi trucca i concorsi pubblici deve essere interdetto per 20 anni. Divieto totale, per i prossimi 10mila anni, di privatizzare l'acqua o i beni comuni indispensabili. Incentivi seri alla ricerca, ma a quella vera e utile, ai tanti progetti che stanno già dando risultati incredibili, ma che ora devono chiudere baracca e burattini per mancanza di fondi. Per quanto riguarda l'industria, voglio che l'Italia diventi un modello di green economy, che faccia ricerca e che sforni prodotti improntati al risparmio energetico e alla produzione di energia pulita, e che li esporti in tutto il mondo. Voglio meno burocrazia, ma più controlli e multe ai furbi. Riguardo ai diritti: introduco il matrimonio e il pacs, entrambi possono essere scelti da coppie etero ed omo, a piacimento. Sì all'adozione e alla genitorialità omosessuale. Sì alla fecondazione assistita, anche eterologa, deve funzionare come in Spagna, ma essere meno costoso, alla portata di tutti.

    Sicuramente ci sono mille altre cose che ora non mi vengono in mente.

    In ogni caso, anche dirigendo l'Italia, non potrei certo risolvere la madre di tutti i problemi, ovvero il nostro modello economico suicida. Per questo vi chiedo di mettermi a capo del mondo il prima possibile...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    Sicuramente ufficializzerei la legge per le adozioni e per i matrimoni LGBT.

    Oltre a questo legalizzerei la marijuana e ridurrei gli stipendi dei politici a 1500 euro al mese;promuoverei la cultura con viaggi d'istruzione e per ora non mi viene nient'altro!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    matrimoni e adozioni lgbt SUBITO

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    Mirerei a una riforma dell'istruzione radicale, che imponga tirocini anche a chi frequenta gli istituti tecnici e il liceo e ne aumenti il peso in crediti formativi nella facoltà universitarie dove l'orario di tirocinio complessivo è inferiore alle 400 ore (che diventerebbero quindi l'ammontare minimo = 16 CFU), in modo che anche ai giovani sia permesso di acquisire un po' di quella esperienza che possa poi consentir loro di inserirsi nel mondo del lavoro senza farli sempre schedare come incompetenti. Ovviamente si tratterebbe di tirocini seri, non fuffa, e almeno con un minimo di retribuzione sulla base dello sforzo richiesto dal tipo di lavoro svolto (oltre a ovvi rimborsi spese di vario genere).

    Dall'altra, rendendomi conto che la sola pratica non è salutare per lo sviluppo dell'università come luogo di ricerca, proporrei in alternativa un doppio curriculum per ogni corso di laurea: uno professionalizzante e uno orientato alla ricerca. Il primo è indirizzato a chi per questioni di necessità vorrebbe lavorare subito avendo però dalla sua una formazione teorica d'eccellenza mentre l'altro è fatto apposta per chi vorrebbe restare a produrre sapere in ambito accademico per contribuire con le sue idee e le sue ricerche a migliorare il mondo.

    Va da sé che cercherei di versare molti fondi per la ricerca scientifica, oltre che nel settore economico (questo per il curriculum "pratico) che ritengo il più utile per l'Italia di oggi, il turismo.

    Nei gradi inferiori dell'istruzione cercherei di favorire la frequentazione degli istituti professionali, nei quali però cercherei comunque di far sviluppare un po' di più delle competenze di tipo teorico, se non altro per aprire la mente agli studenti e non farli fossilizzare solo sulla pratica.

    Di cose ce ne sarebbero tante..ma mi batto solo su un punto.. mi piacerebbe diventare "il ministro assoluto dell'istruzione" ;)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    ah io sarei sanguinario, ma nel senso buono

    1) carcere immediato a tutti i politici corrotti che hanno rovinato la moralità e l'economia del Paese, con l'obbligo di finanziare di tasca loro la loro reclusione (cibo, vestiti, elettricità, medicine, acqua) recuperando dai loro conti i soldi rubati al Paese in modo da non pesare sulla collettività; Se si rifiutano, a digiuno oppure devono lavorare 1 giorno intero per ottenere un pasto e una brocca d'acqua. Non deve essere torto un capello a nessuno.

    Per i politici più pericolosi, tipo il nano, andreotti e company, riaprirei il carcere di Alcatraz, trasferendoli li a vita, ovviamente tutto a loro spese;

    2) matrimonio gay immediato, con aggiornamento istantaneo di tutte le leggi che gravitano attorno, in modo da creare una parità assoluta con gi eterosessuali;

    3) una bella ripulita a tutti i mass media da coloro che scrivono o raccontano notizie finte;

    4) dato che si sarebbero recuperati un bel pò di soldi, eliminando tutta la mafia al potere, si potrebbero investire in nuovi posti di lavoro, rivalutando l'Italia ed evitando di importare altra immondizia cinese low cost. Non solo, ma farei immediatamente la riforma delle pensioni e della scuola affinché insegni qualcosa anziché plagiare i cervelli dei giovanissimi;

    5) un bel rimpatrio definitivo con foglio di via a tutti gli extracomunitari che delinquono o che si rivolgono, pagandoli, a criminali per far venire -in modo irregolare- connazionali nel nostro paese; se hai i requisiti, ok e lavori pagando le tasse come tutti, altrimenti fuori dai piedi;

    6) abolizione di tasse inutili che servono solo a riempire la pancia delle banche; inoltre recupererei istantaneamente tutti i soldi possibili per ricostruire le città distrutte dal terremoto;

    7) manderei immediatamente a casa il cadavere che c'è al Colle con assunzione di un Presidente della Repubblica più fattivo, più onesto, più uomo, più lungimirante e meno bla bla bla gnè gnè gnè;

    8) oddio mi verrebbe da istituire la fustigazione in piazza pubblica per i crimini più schifosi tipo la pedofilia, l'omofobia, lo stupro e la corruzione, ovviamente prima di andare in carcere in modo che con le chiappe tutte rosse i rei ci penseranno a vita;

    9) abolirei istantaneamente ogni lotteria e gratta e perdi, in modo da costringere gli italiani a uscire dai loro sogni inutili e darsi da fare per costruire qualcosa

    10) introduzione progressiva di auto elettriche non molto costose in modo da accompagnare via via il petrolio che ha trasformato le città in camere a gas.

    Clà

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Fammi presidente e poi te lo dico :)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    GNOCCA PER TUTTI IL SABATO!

    VIETATA LA BIRRA PICCOLA!!!

    ahahah scherzi a parte (anche se l'idea non sarebbe male ;) )....credo che abolirei tutti quei lussi di cui abusa la nostra "casta dirigente", e legalizzerei la prostituzione...non per altro io nutro poco rispetto per la prestazione sessuale prezzolata...ma chi vuole andare ci va né più né meno quindi tanto vale "controllarla" in questa maniera avendo un duplice vantaggio:

    -un ambiente igienico (ambienti puliti e riservati anziché la piazzola di sosta che affianca l'autostrada di turno)

    -un rientro NOTEVOLE nelle casse dell'Italia!!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 23
    Lv 6
    7 anni fa

    non sarei in grado di fare la sovrana! e poi la monarchia mi piace solo per le prime 4 lettere della parola :D

    troverei un modo per far andare bene il servizio pubblico, perché le tasse portassero davvero dei benefici al popolo. chiarezza nei bilanci, quelle cose là. e tanta tanta tanta importanza all'educazione, alla cultura, la rivalutazione della scuola, dell'arte, dei valori della lealtà e onestà.

    tutti i cittadini dovrebbero avere gli stessi diritti e doveri, indipendetemente da sesso, sessualità, religione e cultura.

    e farei in modo che i politici non possano candidarsi se hanno più di 60 anni.

    altro non so...avrei bisogno dell'aiuto da casa

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    A parte portare le mutande sopra i blue jeans e imporre lo svedese come lingua obbligatoria per tutti, come suggerì Woody Allen in un suo film, vuoi dire?

    Bisognerebbe come minimo insegnare un po' di amor proprio e rispetto per se stessi o per gli altri, imporre dall'alto non serve a niente. Poi nella difficile situazione economica, politica e sociale in cui siamo, non esiste certo la bacchetta magica o una soluzione dell'ultimo minuto. Immagino che bisognerebbe imporre altre rinunce, ma non credo che serviranno a molto, stavolta.

    E smetterla di litigare, su qualunque argomento.

    Ah, sì. Vieterei il Wi-Fi: tutti col cavo, compresa la televisione. Così si vedrebbe subito chi la guarda e chi no. E chi usa il PC o il telefono per effettiva necessità.

    Fonte/i: L'esempio può servire a qualcosa, in questi frangenti? Non lo so.
    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.