Risolto il problema combustibile per i viaggi sulla Luna ?

1) Allestire una base a 8000 m. s.l.m.

2) Attrezzarla adeguatamente per la costruzione di una grossa fionda con la quale lanciare in orbita, pezzo dopo pezzo, una astronave che verrebbe assemblata come un "lego" da astronauti anche loro lanciati, con tuta adeguata, nello spazio.

3) Calcolare bene i tempi di ogni lancio per farli arrivare nella stessa zona orbitale.

4) Una volta terminata l'astronave, in equilibrio gravitazionale tra terra e luna, usare delle bobole di ossigeno per dare la spinta verso la luna, il cui effetto gravitazionale farebbe il resto.

Io ho elaborato il sistema per arrivare sulla luna.

Qualcuno di voi inventi qualcosa per il ritorno sulla terra.

10 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    FANTASTICO !

    averci pensato prima, no ?

  • Bencha
    Lv 5
    7 anni fa

    wow...interessante...

    Eh questa "fionda", quanto ti verrebbe a costare? e l'astronave?

    @ Victor: Ciao Vic :')

    Grazie di essere tornato

  • 7 anni fa

    te hai visto troppi anime, dai retta a zio...

  • 7 anni fa

    Be'.. sono oltre quaranta anni che siamo stati sulla Luna. Fortunatamente è abbastanza vicina e per raggiungerla non ci sono problemi di combustibile. Il viaggio infatti non avviene a propulsione continua ma i motori si fermano e la navicella va avanti lo stesso (non c'è l'attrito dell'aria che la frena). Le sonde che sono arrivate ai confini del sistema solare non avevano mica serbatoi enormi di combustibile...

    Avere una base di lancio a 8 km dal suolo (ovvero su una montagna) cambia poco... è molto più conveniete avere una base in prossimità dell'equatore ed andare verso est

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • gaia
    Lv 7
    7 anni fa

    Ci vai tu ad 8000 m ad allestire la base?

  • 7 anni fa

    Vorresti <<spingerti>> verso la Luna usando la propulsione generata da bombole di ossigeno? Hai idea di quanto ossigeno servirebbe e di quanto tempo occorrerebbe per raggiungere il nostro satellite?

    Senza contare che anche la Luna ha una sua gravità, e non è così scarsa come spesso si crede, pertanto una volta entrati nel suo raggio d'azione gli astronauti e l'astronave precipiterebbero a folle velocità e si schianterebbero sulla Luna. L'accelerazione gravitazionale della Luna è circa un sesto di quella terrestre, ma non è presente aria che faccia da attrito, quindi per ogni secondo che passa nel "raggio d'azione" della gravità lunare, gli astronauti accelerano di circa 1,6 m/s. Risultato? Prima di arrivare sul suolo lunare hanno già raggiunto una velocità di diverse migliaia di chilometri orari.

    E poi dubito che una fionda possa avere un'energia tale da lanciare in orbita degli oggetti, questi infatti dovrebbero essere spinti ad almeno 11 km al secondo! Anche se si potesse fare, un essere umano non sopravviverebbe mai al lancio.

    La vedo un po' difficile questa tua soluzione, soprattutto costosissima, faticosissima, lunghissima e pericolosissima, ma chissà,

    forse in futuro...

  • 7 anni fa

    Secondo me converebbe di più farla al livello del mare ma sull'equatore, la maggior velocità dovuta alla massima distanza dall'asse terrestre, da più vantaggi che farla sull'everest.

    Un alternativa sarebbe farla sulle ande in Equador o Colombia dove siamo all'equatore, ma naturalmente non a 8000 metri di quota.

    PS per il ritorno...fare una fionda sulla Luna della stessa potenza, penso che basterebbe a tornare sulla Terra senza altre tappe intermedie vista la bassa gravità lunare.

    @ Voyager 2 : effettivamente c'era un progetto di un cannone per sparare oggetti in orbita, ma naturalmente tu hai ragione, non era certo pensato per sparare astronauti umani, solo satelliti o pezzi per assemblarli in orbita da astronauti lanciati con razzi tradizionali.

  • 7 anni fa

    Il ritorno?

    Semplice, un bel calcione nel fondo schiena e si ritorna nell'orbita terrestre...

    CIAO:-)

  • 7 anni fa

    mi sa che abbiamo un grave esempio di effetto Dunning-Kruger

    Come farebbe una base a rimanere a 8000 m? grattacieli così alti ancora non si posson fare e a quella quota non può fluttuare a mezz'aria o rimanere in orbita.

    Una fionda ad elastico non sarebbe affatto una buona soluzione per mandare qualcosa in orbita, anzi probabilmente non sarebbe nemmeno tecnicamente fattibile.

    Fare vari moduli da assemplare in orbita richiede che in pratica ciascun elemento sia in qualche modo controllabile almeno se non c'è un veicolo che lo porta in orbita come faceva lo Shuttle. E rendere ciascun elemento controllabile richiede che ciascuno sa dotato di sistemi (che pesano e costano).

    Per andare sulla Luna partendo dall'orbita terrestre serve una accelerazione di circa 3,9km/s e non è affatto pratico ottenere un tale cambiamento di velocità con una propulsione a gas freddo perchè il sistema propulsivo a gas freddo finirebbe per avere una massa maggiore rispetto a sistemi più adatti come un razzo a bipropellente liquido o al limite a monopropellente.

  • 7 anni fa

    Se così si arriva sulla Luna chi vuoi voglia ritornare sulla Terra

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.