con un bambino piccolo/sport marito/palestra x voi?

Giusto una curiosit, purtroppo non m potrò mai porre il problema ma sento spesso queste discussioni

con un bambino piccolo, mettiamo appena nato

- avete concesso a vostro marito di continuare con lo sport (es. il mio è impegnato 4 sere a settimana) o quali "accordi" avete preso?

- voi avete continuato a coltivare i vostri hobby, palestra o altro?per quante volte a settimana e dopo quanto dalla nascita del bambino siete riuscite a ricoltivarle?

- i nonni sono disponibili ad aiutarvi a tenere il bambino, che ne so perchè volete andare in palestra o al corso di spagnolo?

io non so perchè ma ho la netta sensazione che sia impossibile un po' tutto, soprattutto se appena nato, giusto x curiosità

ultima domanda: finchè eravate a casa in maternità, se di notte il bambino piangeva e il papà di giorno lavora vi aiutava ugualmente o vi siete arrangiate?

13 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Be', un bambino appena nato ti stravolge la vita ( in tutti i sensi, nel bene e nel male ) pertanto i primissimi mesi, per quella che è stata la mia esperienza, sono di " assestamento ". Francamente nei primi due-tre mesi di vita di mio figlio non avevo né la forza né la voglia di andare in palestra piuttosto che a un aperitivo con le amiche.

    Poi pian piano tutto torna alla normalità ;-)

    Per quanto ci riguarda non abbiamo preso nessun accordo, ci fidiamo del nostro buon senso.

    Mio marito va in palestra 3 volte a settimana sfruttando la sua pausa pranzo che è lunghina.

    Anch'io vado in pale 3 volte a settimana e ho scelto una palestra con piscina, parecchi corsi e soprattuto con il babysitting.

    Lui è impegnato circa una sera a sett. con il suo partito. Io 2 sere a settimana e un sabato mattina ogni due settimane ho il corso di tedesco. Se i nostri impegni non si accavallano il bimbo sta con l' altro genitore, in caso contrario arriva la baby sitter.

    Mia mamma c'è ed è disponibile, ma preferiamo arrangiarci da soli. Se entrambi siamo fuori, o vogliamo uscire assieme, arriva la babysitter .

    Con un po' di organizzazione, a mio avviso, si riesce a fare tutto.

    Rispondo alla tua ultima domanda : anche se ero in maternità, ci alzavamo a turno!

  • eric p
    Lv 4
    8 anni fa

    di notte mi alzo sempre io, anche se ora la figlia ha 13 anni, la moglie non si sveglia neanche con le cannonate. per il resto la moglie fa tutto.

  • 8 anni fa

    Guarda, io ho ripreso la palestra a gennaio di quest'anno, e mio figlio ha fatto due anni a marzo. Mio marito come me ha ripreso da poco ad andare in bici un paio di volte a settimana. Il discorso è che il primo anno è stato talmente duro che proprio la forza fisica mancava. Fino a circa sei mesi si svegliava di notte, quindi al mattino eravamo distrutti, mio marito a volte mi aiutava di notte ma anche se io lo costringevo a dormire perche doveva lavorare, non è che ti fai proprio il sonno ristoratore e beato con un neonato urlante. Poi comunque orari, esigenze del bimbo, marito lavora per turni e anche un po' la questione economica mi hanno tenuta lontana dalla palestra fino a qualche mese fa. Adesso tutti si sta incastrando benissimo. Tra poco pero cercheremo il secondo, e so gia che appena nato/a idem come per il nostro primo figlio, per un po' accantonerò il discorso palestra/esercizio fisico, perche dovrò fare i conti con le notti in bianco, casa da mandare avanti, stavolta due bimbi da accudire. I nonni? I miei lavorano duro tutta settimana, per cui ci sono poco. Suoceri idem, poi non vivono proprio vicinissimi, diciamo in macchina circa 40minuti. Va da se che noi ce la sbrighiamo molto soli.

  • 8 anni fa

    Con l'arrivo dei gemelli, per forza di cose mio marito ha dovuto aiutarmi la notte nei primi mesi, e di giorno mia mamma e mia suocera venivano a darmi "sollievo" quando avevo bisogno di fare una doccia o uscire a fare la spesa. Avendone due in contemporanea, mi sembrava di passare le giornate esclusivamente ad allattare, tirare il latte, preparare biberon, cambiare pannolini.

    Dopo qualche mese ho ricominciato uno dei miei tanti hobbies: il coro, una sera a settimana. Per tutto il primo anno mia mamma stava a casa con mio marito per aiutarlo a mettere a nanna i bambini, ma da qualche mese lui se la cava da solo. Ho abbandonato tutte le altre attività: politica, volontariato 118, fotografia, palestra. Devo dire che soprattutto il primo anno, le passeggiate con il gemellare hanno egregiamente sostituito la palestra: uscivo appena potevo, e facevo km e km in giro per il circondario, dato che i gemelli gradivano.

    Mio marito ha mantenuto il calcetto una sera a settimana.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    beh, volendo avrei potuto riprendere la palestra ai 7 mesi del nano, quando ha iniziato ad andare al nido, ci ho anche provato per un pò, ma ero incostante ed alla fine ho mollato, fino all'anno scorso. Io in palestra ci vado in pausa pranzo, al posto di tornare a casa mangio al volo in ufficio e poi mi fiondo la praticamente tutti i giorni!

    In questo modo io non gravo su nessuno se non su me stessa in quanto mio figlio è a scuola e mio marito al lavoro, non torna mai a pranzo...

    Per quanto riguarda i suoi hobby, lui nello specifico non ne ha, ma se ne avesse perchè non potrebbe continuare?!? Certo, 4 sere sono tante, magari 2 o 3, tipo lunedì, mercoledì e venerdì perchè no?! Alla fine un bimbo piccolo la sera dorme e principalmente ha comunque bisogno della mamma per allattare o altro e quindi non capisco perchè non dovrebbero continuare a vivere la loro vita!

    per quanto riguarda nonni & co. io non ho nessuno e quindi mi sono adeguata a questo, ma sinceramente la sera sarei troppo stanca per la palestra, uscita dall'ufficio non potrei proprio buttarmi in una palesta, voglio stare con mio figlio a quell'ora e quindi ho optato per il la pausa pranzo e mi trovo benissimo!

    Di notte mi sono sempre alzata solo io! Qualche volta dai 3 anni in poi è capitato che si alzasse anche lui per portarlo nel lettone e niente di più!

  • baba81
    Lv 6
    8 anni fa

    in ogni coppia ci sono le proprie leggi.

    Basta trovare un equilibrio.

  • Eugene
    Lv 4
    4 anni fa

    Impara facilmente a conquistare una ragazza con queste semplici tecniche http://taodelseduttore.latis.info/?RuBL

    Se vuoi rimorchiare le donne, devi capirle. Sarebbe un po’ assurdo pretendere di avere successo con le donne senza prima capire un minimo il mondo femminile

  • Daniel
    Lv 4
    4 anni fa

    Alle volte il concepimento di un bambino tarda ad arrivare: ecco alcuni consigli per la coppia su quando iniziare a preoccuparsi e come fare per cercare di aumentare la probabilità di avere un gravidanza http://gravidanzamiracolosa.netint.info/?N0gV

  • 8 anni fa

    Ciao..

    • il mio ragazzo ha sempre continuato ad andare a calcio.. Ci va da quando era alle elementari e se lo fa stare bene, sono contenta per lui che ci vada.. Ci va generalmente due sere a settimana dalle 19:30 alle 22 e quando ha le partite dalle 19/19:30 e torna anche all'1 di notte se dopo vanno a cena tutti insieme..

    • appena nato il bimbo non ho ripreso subito palestra, aveva bisogno di me per essere allattato e coccolato.. Ho ripreso che lui aveva circa un anno e mezzo :)

    • mia mamma mia aiuta con il bimbo quando devo andare dall'estetista se non riesco a incastrare gli orari per non chiedere aiuto..

    In ogni modo, i miei genitori sono sempre molto disponibili a tenerlo.. I genitori del mio ragazzo no..

    • mio figlio ha 22 mesi e da quando è nato, il papà non si è mai svegliato alla notte anche se il giorno dopo era a casa !! Del resto ho la fortuna che Lorenzo dorme tutta notte da quando era piccino piccino e quindi quella volta che capitava o capita che si sveglia, mi alzo io senza nessun problema anche perché primo si addormenta subito e secondo capita ogni morte di Papa !!

    Ciao e buon appetito !!

  • Bulma
    Lv 4
    8 anni fa

    Finchè ho allattato ho vissuto una simbiosi assoluta. Non mi staccavo mai per più di due ore, se dovevo fare delle commissioni e lo lasciavo ai nonni (sempre molto disponibili, sopratuttto mia mamma) avevo praticamente i minuti contati. Mio marito faceva sport, tre sere la settimana, ha smesso ma perchè in concomitanza (per fortuna) è arrivato un avanzamento lavorativo e qualche responsabilità in più (quindi ore di lavoro in più) e continuare un impegno di tre sere la settimana era impensabile, non ci saremmo mai visti.

    L'unica volta che ho organizzato una uscita con il marito (cena+cinema) mi sono tirata il latte e l'ho lasciato a mia mamma nel biberon per avere un tempo più lungo di autonomia, l'ho scontato per i tre giorni successivi perchè mio figlio, avendo provato la comodità del biberon, rifiutava il seno. Mi sono pentita amaramente.

    Poi con lo svezzamento l'autonomia è aumentata, quando aveva 7 mesi ho ripreso a lavorare (4 h al giono più il viaggio) e ho iniziato a respirare di più perchè lo allattavo solo la mattina, un pomeriggio si e uno no e la sera, il resto faceva pasti solidi.

    Secondo me il limite più grande è dato proprio dall'allattamento al seno, ho conosciuto mamme che non hanno allattato e già quando il piccolo aveva 2 mesi potevano lasciarlo tranquillamente ore e ore con la sua scorta di latte artificiale.

    E' vero anche che spesso e volentieri anche non allattando al seno, una mamma sente comunque la necessità di vivere in simbiosi, almeno fino a quando il piccolo è neonato. Dico solo che l'allattamento al seno è un vincolo molto pressante che non ti lascia alternative.

    Per fortuna 6 mesi volano, piano piano ho ripreso in mano i miei spazi, ho ripreso la palestra (3 volte la settimana per 1 h di fit boxe e basta) e mia mamma si è sempre curata di lui volentieri anche perchè lo lasciavo nemmeno due ore.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.