Andrea G ha chiesto in Animali da compagniaCani · 7 anni fa

Già, i cani non uccidono...?

Amo i cani, ne ho avuti 8 (tra cui 3 boxer), ma temo che spesso si tratti l'aggressività o la mordacità di un bassotto alla stessa stregua di quella di un pitbull o rottweiler...

http://www.corriere.it/esteri/13_maggio_10/usa-run...

Fonte USA:

http://www.bbc.co.uk/news/world-us-canada-22478913

Prevengo gli idioti:

- i cani possono uccidere

- i cani vanno SEMPRE controllati e tenuti al guinzaglio

- i cani non dovrebbero MAI attaccare l'uomo (tantomeno i bambini...) senza motivo apparente

- i cani possono essere educati dall'uomo, ma il loro istinto non si può sopprimere o dominare completamente.

Chi ha commenti ed osservazioni, anche se di opinione diversa, intelligenti ed educate è bene accetto.

Invece lascio volentieri i cafoni nella misera desolazione intellettuale che li distingue.

Aggiornamento:

-----------

@Marta

Concordo con buona parte di ciò che hai scritto. C'è solo un problema (che poi è il vero problema che si nasconde dietro certe tragedie): il caro pitbull è buono/obbidiente/giocherellone con TE, che conosce e frequenta ogni giorno, e che a te è abituato. Inoltre tu capisci quale grande responsabilità ricada sul proprietario, e per questa ragione cerchi di essere all'altezza di questo compito.

Ma come la mettiamo con tutti quelli che comprano questi cani e se ne fo***no di educarli e punirli/premiarli quando è opportuno?

La domanda è: nella nostra società può esserci "spazio" per cani pericolosi che sono (diventati) tali perchè i loro padroni scellerati non sanno gestirli e non li hanno educati?

E' lecito che chiunque (anche il peggior delinquente del mondo) si circondi di cani che possono, se opportunamente male-educati, diventare autentiche bombe a orologeria?

E' un problema ETICO, prima ancora che di educazione e civiltà.

Come fai a spieg

Aggiornamento 2:

Come fai a spiegare ai genitori di un bambino sbranato vivo, come è accaduto in Australia, che è un DIRITTO di tutti possedere certe belve?

Un pitbull (e anche un boxer, se è per quello...) di 40 kg che ti serra le mandibole sul collo non te lo scrolli più di dosso. Stramazzi a terra e lì crepi. Punto e basta.

Questa è un'eventualità della quale qualcuno può ragionevolemente dire di potersi assumere la responsabilità? Io no...

Aggiornamento 3:

-----------------

@alex001

Perfetto! Hai capito esattamente ciò che intendo.

Hai perfino scritto alcune cose che anch'io avrei voluto scrivere, ma che non ho messo per evitare di mettere "troppa carne al fuoco"...

E' inutile girarsi dall'altra parte e fare finta di niente: i cani possono essere aggressivi, e se sono aggressivi possono essere pericolosi. E possono diventare pericolosi al punto di ferire gravemente o uccidere.

Basta con il "tutto a tutti", e senza regole. Certe tragedie (e ci metto dentro anche la perdita dell'occhio...) ricadono sulle spalle dei padroni, ma anche di chi non ha il coraggio e la competenza per costruire una legislazione adeguata.

Aggiornamento 4:

---------------

@Giulia

La prima ipotesi è irrealistica, anche se ti confesso che non mi dispererei...

Ovviamente la soluzione migliore, che anche tu proponi, è la seconda.

La parola magica è: LEGISLAZIONE.

Avere finalmente leggi efficaci e moderne, allineate con quelle degli altri Paesi, in cui una valutazione attitudinale del padrone sia il requisito principale (e non il solo) per autorizzare l'acquisto e il possesso di questi cani.

Avere di pari passo un quadro sanzionatorio che sia realmente dissuasivo e, se esistono i presupposti, pesantemente punitivo.

L'episodio di L.A., che è agghiacciante nella sua fatalità, resta emblematico: un delinquente comune detiene un branco di pitbull per fare la guardia alla coltivazione di marijuana. La signora che fa jogging viene vista come "preda" e la sbranano. La dilaniano...

Mi si può dire che anche i bassotti sono aggessivi, ma a 6 pitbull inferociti come si fa a sopravvivere? E' impossibile...

Non propongo l'elimi

Aggiornamento 5:

Non propongo l'eliminazione di alcune razze di cani, ma la più completa e pressante responsabilizzazione dei proprietari.

Aggiornamento 6:

--------------

@Eros

Mi spiace che tu abbia frainteso ciò che ho scritto, ma è evidente che è così.

Non ho scritto che devono stare sempre al guinzaglio. Ho scritto che:

- devono essere SEMPRE controllati dal padrone

- devono stare al guinzaglio (ovviamente solo quando sono in aree pubbliche, non quando sono in casa).

Non pensavo di dover fare una simile precisazione...

Aggiornamento 7:

-----------------

@Washoe

"E con questo basta, hai rotto con sta storia dei cani."

E chi decide che ora basta? Tu? Sei il proprietario di Answers? Ti è stato conferito il diritto di decidere chi può o non può parlare di un certo argomento? Hai l'autorità per zittire qualcuno? Hai dei meriti riconosciuti pubblicamente che ti consentono di proporti come depositario di verità assolute?

Sei incapace di confrontarti con le idee altrui in contesto di civiltà e rispetto, e le tue risposte lo testimoniano ampiamente:

http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Ak...

Pensavo che le premesse che ho fatto all'inizio riuscissero a farti resistere all'incredibile tentazione di manifestarti per quello che sei, ma è chiaro che hai fallito. Proprio perchè sei quello sei!

Aggiornamento 8:

---------------------

@TUTTI

Concludo questo post con i ringraziamenti a chi ha saputo fornire un contributo alla discussione, in modo educato e costruttivo.

Aggiungo, a beneficio di alcuni che mi hanno mosso delle obiezioni assolutamente ragionevoli (per esempio Eros), quanto segue:

- conosco bene i cani. Ho costruito il mio amore e il mio rispetto per loro a partire dai 4 anni, quando ho iniziato a collezionare infinite morsicature da parte del bassotto dei miei genitori. E' stato un saggio e giusto maestro...

- sono assolutamente d'accordo sulla NECESSITA' di educare, fin dall'infanzia, al rispetto e alle regole di comportamento corrette nei confronti degli animali. I cani vanno rispettati e "anticipati" nei loro comportamenti, evitando inutili provocazioni

- sono assolutamente contrario alla totale attribuzione delle qualità caratteriali di un cane all'atteggiamento del padrone. Il cane non è un automa, ha un proprio carattere riconducibile alle ca

Aggiornamento 9:

riconducibile alle caratteristiche della propria razza ed è guidato fortemente dal proprio istinto innato

- sono assolutamente contrario alla mentalità "se ti ha attaccato te la sei cercata". Viviamo in una società di uomini, non di cani. Fatta dagli uomini per gli uomini.

Premesso che i cani NON vanno deliberatamente provocati, non capisco perchè se mio figlio si mette a correre sul marciapiede, magari facendo un pò di chiasso, devo vivere con il timore che qualche cane gli si avventi addosso pronto a morderlo. E troverei degno di un pugno in faccia chiunque dicesse: "Suo figlio ha sbagliato, non doveva provocare il cane". Magari lasciato senza guinzaglio da qualche padrone imbecille.

Le aree pubbliche (marciapiedi, strade, parchi, ecc...) sono ad uso e consumo degli uomini, non dei cani. E PRETENDO che la mia incolumità fisica non sia mai messa in pericolo.

Discorso diverso se il cane è nel SUO ambiente (giardino, casa,...) e sono io che mi avvicino a lui. In tal

Aggiornamento 10:

avvicino a lui. In tal caso è ovvio che deve esserci la massima cautela e la capacità di cogliere i segnali di ostilità che preannunciano un attacco

- sono favorevole all'istituzione del "patentino" per i proprietari di cani appartenenti ad alcune razze. Essere il padrone consapevole di un pitbull è ben più impegnativo che esserlo di un cocker...

14 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Che strano io in tutta la vita NON HO MAI incontrato pit o rott o simili che fossero aggressivi . Neanche quando facevo volontariato al canile . Ho fatto dogsitting per anni a 1 meticcio , 1 pinscher , 1 pastore tedesco e guarda caso ad un pit di quasi 40 kg . Ho avuto SOLO problemi con il anzi LA pastore tedesco che odiava cani maschi e femmine e soprattutto cuccioli , idem per i bimbi . Tutto questo grazie a quella strònza della padrona . Col pit invece l' UNICO problema è che aveva il vizio di far le feste a TUTTI (compresi bambini di tutte le età ) quindi saltava addosso . Andava daccordo con tutti i cani , maschi femmine cuccioli gatti e guarda un maschietto una volta ha cercato di sottometterlo è lui l' unica cosa che ha fatto è sedersi . Premetto che questo pitbull l'hanno ADOTTATO al canile quando aveva già 1 ANNO . E con questo basta , hai rotto con sta storia dei cani .

  • Giulia
    Lv 7
    7 anni fa

    ma quindi la soluzione qual'è?

    estinguere certe razze?

    oppure per una volta nella storia dello stato italiano mettersi per bene a tavolino a discutere una regolamentazione VERA per la detenzione di cani (TUTTI), controlli più attenti, una più rapida risposta alle denunce, un impegno REALE nella diffusione di una corretta cultura cinofila? (anche l'ENCI dorebbe darsi una svegliata)

    a me pare accettabile e auspicabile la seconda, e infattibile per mille e più motivi la prima.

    tanto che la tempra e il carattere di certe razze, demonizzate in alcune occasioni, tornano tanto utili in altre .

    di sicuro non mi pare credibile prendere a esempio del carattere e delle potenzialità di una razza la notizia di una donna sbranata da un branco di cani tenuti da un drogato spacciatore.

    dice di più del padrone, che dei cani..

    il tutto magari condito da una selezione dei clienti da parte dell'allevatore, che invece di pensare a vendere il più possibile, dovrebbe pensare nelle mani di chi finiscono i suoi cani.

    per non parlare del problema dei privati che fanno cucciolate....

    è una battaglia contro i mulini a vento!

  • Ciao

    Io ti rispondo solo dicendoti .... Che tutti gli animali sono dei potenziali killer... Pure noi...

    Molto fa la cultura,socializzazione,educazione,ecc... E molto fa l individuo in quanto tale!!!

    Questo è solo x dire di non generalizzare.... Razza "x". Allora... Killer...

    Come non lo si fa per le persone...

    Ogni animale ha l istinto alla sopravvivenza...

    Ogni animale è più o meno propenso al aggressività

    Ogni animale può reagire più o meno violentemente a una situazione o scappare da essa...

    Ognuno è un animale a se stante.

    Un danno fatto da un grosso animale e inferiore da uno fatto da un piccolo...

    Ovvio...

    Ma non indichiamo una razza x un esemplare... Come killer...

    Gli uomini ammazzano... Ma non tutti... Giusto?

    Ciao

  • 7 anni fa

    hai toccato un punto un po' particolare ed interessante (finalmente su answer) cioè che esiste la "potenzialità" che ha un cane di fare o non fare una determinata cosa. va da se che si tende sempre a sottovalutare un morso di un cane piccolo e si teme invece quello del cane grande (potenzialità di danno) ma è anche vero che si registrano grossi problemi anche con cani piccoli e "poco pericolosi" 1' perchè in italia e nel mondo in generale se la notizia non fa "notizia" non gliene frega niente a nessuno 2' perchè si fomentano i luoghi comuni e le leggende metropolitane 3' perchè gli idioti amano esser trattati da idioti e leggere notizie idiote scritte sempre da idioti...

    io ho conosciuto un signore che il suo caro e dolce cagnolino da borsetta ha cavato un occhio ad un bimbo ma nessun giornale ha scritto nulla... era un cagnetto innocuo e non faceva mica notizia... e sai quanti esempi?

    quindi hai perfettamente ragione quando "previeni gli idioti" inoltre aggiungerei alcune cosette come

    - non tutti i cani sono per tutti

    -bisognerebbe realmente fare SELEZIONE a livello caratteriale oltre che sanitaria e morfologica

    -bisognerebbe istituire un patentino reale per "detenere" un cane (stesso termine delle armi da fuoco, sono ugualmente pericolose se in mano alla persona sbagliata)

    -bisogna scegliere il cane in base alle proprie esperienze e capacità e non in base a mode temporanee o gusti prettamente estetici.

    poi capirai ci sarebbe da scrivere un poema sull'argomento ma già ci pensa una persona che stimo moltissimo a farlo, valeria rossi, quindi non mi spingo oltre

    buona serata

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    7 anni fa

    Io non ho mai avuto cani, ma da un paio di mesi mio fratello ha preso un pitbull american terrier e ci passo molte ore ogni giorno e a volte lo tengo nei weekend. Ha solo 5 mesi, è già discretamente grosso (circa 22 kg di muscoli!) e anche io prima di conoscerlo ero un po' titubante su questa razza, sapendo i precedenti di aggressioni (al pari di rottweiler e altre razze ritenute "pericolose"). Solo passandoci tempo insieme ho capito l'enorme importanza dell'addestrare un cane, responsabilità che ricade al 100% sulle spalle del padrone. Alcuni cani hanno una forza fisica tale che se il padrone è incompetente e sottovaluta l'addestramento può facilmente essere soverchiato dal cane, sia fisicamente che psicologicamente e le conseguenze sono un cane indisciplinato, nervoso, aggressivo, instabile, ingestibile. Io sono piccola di statura e se il cane non fosse addestrato mi porterebbe a spasso senza fatica... perchè non lo fa? Perchè da subito gli è stato insegnato ad ubbidire, a stare al guinzaglio senza tirare e senza abbaiare agli altri cani, a rispettare la gerarchia del branco: io comando e sono il capobranco, lui è il gregario e deve aspettare che io gli dia il permesso per fare determinate cose: deve mangiare dopo che io ho finito, deve stare seduto e buono quando io glielo dico anche se siamo in giro e c'è gente e confusione, non deve saltare sulle persone che conosce (figuriamoci gli estranei!) neanche per salutarle, non deve entrare in una stanza prima di me e via dicendo, e quando si comporta bene viene premiato. E' ovvio che in giro lo si porta solo con il guinzaglio corto e la museruola di nylon, che porta volentieri e senza fare storie. Vi assicuro che è di una docilità e di una gentilezza incredibili, è delicato nel giocare con noi, è obbediente e disciplinato... anche se è pur sempre un cucciolo e la voglia di giocare non gli manca e ogni tanto pende qualche sgridata! ;) Il problema è che alcune persone sottovalutano queste cose, tendono a pensare che il cane sia il loro "bambino" e non instaurano subito questo tipo di rapporto, oppure non si danno la pena di capire come il cane capisce e comunica con noi e quindi non riescono a insegnare al cane in modo che lui capisca cosa si vuole da lui...

    In sostanza, per me la colpa è sempre del padrone e quasi mai del cane: se il padrone è ignorante e non lo educa, non provvede a usare guinzaglio e museruola per la sicurezza delle persone e del cane stesso, se il cane viene cresciuto senza la giusta disciplina e amore, si abbandonerà solo ai suoi istinti e potrà compiere azioni che dal punto vista sociale e umano sono sbagliate.

    Poi potremmo aprire una parentesi su chi ha dei cani "piccoli" o ritenuti "non pericolosi" e non si pone neppure il problema di addestrarli o educarli... risultato? Dei veri incubi a 4 zampe, maleducati, rumorosi, indisciplinati e molesti... è ovvio che il morso di un cagnolino che sta in una borsetta non fa lo stesso danno di quello di un rottweiler, ma il principio circa l'ignoranza e irresponsabilità del padrone resta lo stesso.

  • talvolta i cani hanno un carattere aggressivo per causa del cattivo addestramento dei padroni,sono loro la causa dei disastri che succedono

  • 7 anni fa

    tu prpr devi avere un acuta avversità contro i molossi...

    tutti i cani dal più piccolo al più grande possono essere mordaci, hanno i denti tutti o no???, se non educati..

    vai a dirlo magari a un bambino di 2 anni se viene morso da un chiuahua se non può fargli male...

    i cani non attaccano a caso ne tanto meno impazziscono!! loro prima mandano chiari segnali prima di reagire, strano tu avendo avuto tanti cani non te ne sia accorto, tipo il leccarsi il muso continuamente e o no un segno di disagio?l evitare lo sguardo e o no un segnale? ma anche sbadigliare in continuazione e o no un segno di nervosismo? sono cose ben visibili a tutti, a occhio nudo!!

    poi scusate, alcune tragedie le persone se le cercano, da me ci sono branchi di cani xk il canile troppo pieno quindi li prendono sterilizzano e rimettonosul territoro, io non mi sognerei mai e dico mai di fissare un cane diretto negli occhi o peggio di correre!! il cane e un predatore e logico che se gli corre vicino gli scatta un istinto predatorio e tu diviene, xk la voluto tu, una preda!!

    ah poi vorrei ricordare che NOI abbiamo una ragione il cane no segue l istinto! quindi figlio bello se tu ti metti a correre o a saltare o a gridare e inevitabile che un cane non ti salti sopra!!

  • 7 anni fa

    io credo che il cane essendo un animale abbia i propri istinti, ma credo fortemente che molto dipenda dal padrone e da come si addestra, è anche vero che l'istinto non si può sopprimere, ma qualsiasi persona intelligente credo che controlli e cerchi sempre di mantenere attenzione quanto un bambino ci gioca, è ovvio che un cane non può capire se un bambino gli toglie l'osso di bocca che è piccolo e che come tale è indifeso, tutto sta all'intelligenza di una persona far avvicinare un bambino ad un animale e cercare di non farlo passare come un giocattolo!detto questo, penso che se un animale impazzisca e scateni la rabbia sia sempre per un motivo che si porta alle spalle del tipo maltrattamenti e cose simili!io amo gli animali, ma bisogna prestare sempre attenzione soprattutto quando si hanno bambini in casa perchè anche il cane ha una pazienza e se stuzzicato nei momenti sbagliati può diventare anche (in alcuni casi e non sempre)aggressivo!

  • Tyler
    Lv 4
    4 anni fa

    Per addestrare il mio cane mi è stato utilissimo questo corso http://CorsoAddestramentoCani.latis.info/?Jmw0

    Non tutti i giorni l'addestramento sarà perfetto, ma non avvilirti e non prendertela col tuo cane. Controlla il tuo comportamento e il tuo atteggiamento per incoraggiarlo a imparare. Se sei calmo, anche lui lo sarà.

  • icchan
    Lv 5
    7 anni fa

    Io sono una sostenitrice per il libretto/patentino come si voglia chiamare.

    In svizzera per alcune razze è obbligatoria una cosa simile, devi seguire per forza lezioni teoriche e avere anche un certo spazio/giardino per il cane, dopo questo ti danno un attestato dal comune, se non lo hai NON TI DANNO IL CANE (neanche se lo compri in Italia).

    Dopo questo si dovrà frequentare un altro corso obbligatorio con l'animale.

    Una persona che conosco ha un pastore svizzero che grazie a questo è diventato un soldato perfetto nelle mani di una donna di 50 anni che prima ha avuto solo un labrador bonaccione.

    Sarebbe facile farlo pure in Italia, basterebbe che ogni regione se ne occupasse... ma pff... c'è un organizzazione qua..

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.