ambulanza a pagamento per attacco cardiaco , e' possibile?

4 risposte

Classificazione
  • Pawel
    Lv 4
    8 anni fa
    Risposta preferita

    ciao,

    gli altri utenti ti hanno risposto già correttamente. aggiungo una cosa importante.

    ma avete chiamato chiedendo un trasporto verso un pronto soccorso o verso un'altra struttura?

    se verso un pronto soccorso, l'associazione che vi ha mandato l'ambulanza ha sbagliato in maniera molto grave. se avete chiamato chiedendo un trasporto verso un'altra struttura, è un discorso un po' diverso: probabilmente l'associazione non ha riconosciuto che si trattava di un caso di urgenza; avrebbero dovuto rispondervi di chiamare il 118. voglio escludere la malafede.

    un'associazione di volontariato, o una pubblica assistenza, NON DOVREBBERO mai accettare un servizio simile (verso pronto soccorso, intendo). non è nelle loro competenze e si prendono una responsabilità enorme.

    in caso di emergenza (e un attacco cardiaco in corso, credimi, lo è), l'unico organismo in grado di "prendere" la chiamata ed effettuare il soccorso/ricovero è il sistema di emergenza sanitaria regionale, che comunemente sul territorio italiano si attiva chiamando il numero 118.

    poi può essere il 118 ad avvalersi del servizio di un'associazione convenzionata, ma questo è un altro discorso, e in ogni caso il costo del trasporto in quel caso è coperto dalla convenzione e non è l'utente che paga.

    la storia cambia se il richiedente ha, per esempio, l'impegnativa del medico per un cosiddetto "ricovero urgente", che di norma serve a ricoverare il paziente nella struttura ospedaliera più idonea, senza passare per il Pronto Soccorso, perché in quel caso è il medico curante che ha già effettuato la visita e fornito una diagnosi. ma questo si verifica, di solito, per patologie "croniche" o che comunque non costituiscono nell'immediato un pericolo di vita. in quel caso, spetta all'utente attivarsi per avere un'ambulanza, contattando una pubblica assistenza o un'associazione di volontariato; in questo caso, in alcune regioni questo tipo di trasporti può essere pagato dalla ASL di competenza, in altre regioni è a carico del paziente (a meno che non abbia determinate percentuali di invalidità o un parametro ISEE troppo basso); insomma, in questo caso dipende dalla regione di residenza.

    Fonte/i: sono un volontario di Croce Rossa.
  • 8 anni fa

    Dipende se hai fatto il 118 o meno .Se è una chiamata al118 che sia stata classificata da codice rosso o da verde l'invio dell'ambulanza e il trasporto in DEA e totalmente gratuito ,se tu viceversa hai chiamato un'associazione privata allora la chiamata è a pagamento.

  • Anonimo
    8 anni fa

    Concordo con Flavio.

    Se tu hai composto il 118, la chiamata non è mai e poi mai a pagamento, almeno qui in Italia.

    Se hai chiamato un'associazione, possibile che ti chiedano qualcosina per il trasporto.

  • Anonimo
    8 anni fa

    in italia no, altrove è possibile

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.