Sabino ha chiesto in SportAttività all'apertoPesca · 8 anni fa

Domande sulla pesca col cucchiaino(10 punti)?

ciao sono al inizio e ho qualke domanda.

1) come deve essere corto o lungo?

2) fa da esca o a bisogno di altro tipo vermi?

3) si mette un piombo da quanto?

4) condizioni migliori del mare per questo tipo di pesca?

5) si puo usare da terra?

ditemi come lanciarlo e come recuperarlo.

3 risposte

Classificazione
  • emilio
    Lv 4
    8 anni fa
    Risposta preferita

    1) "corto" per prede piccole, "lungo" per prede grandi

    2) non serve altro in quanto è catturante per le vibrazioni ed i riflessi

    3) non si mette piombo, lo compri del peso che ti serve

    4) in mare non si usa il cucchiaino, rendono molto di più minnow, metal jig, e gomma

    5) si

    il cucchiaino si lancia come una normale esca e lo si recupera lineare con cimino della canna basso. Si unisce al filo con girella e moschettone per ridurre le torsioni del filo.

    ciao

  • 8 anni fa

    Le palette più lunghe e strette formano un angolo più vicino all'asse di rotazione ristpetto a quelli con palette più corte e larghe: fanno meno resistenza e ruotano più lentamente, consentendo di mantenere una quota inferiore.

    Palette lunghe e strette per pescare più profondi, corte e larghe per recuperi più a galla.

    Non si aggiungono esche per non rovinare l'azione dell'artificiale.

    Non si impiegano pesi aggiuntivi: la zavorra è costituita da cilindri di metallo già presenti sull'ase del cucchiaino.

    Se recuperi a canna alta, il cucchiaino lavorarà a profondità inferiore rispetto ad un recupero a canna bassa. Similmente, più il recupero è lento, più il cucchiaino tenderà a cadere verso il fondo.

    Il recupero sarà più lineare che con un pesce finto, ma qualche variazione di direzione o velocità potrebbe indurre pesci sospettosi ad attaccare un artificiale che altrimenti si limiterebbero ad inseguire incuriositi.

    Quando lanci, conviene chiudere l'archetto quando il cucchiaino è ancora fuori dall'acqua in modo da avere subito il filo in tensione e animare l'artificiale fin dai primi istanti, nonchè essere immediatamente pronti a ferrare.

    Negli ultimi istanti del recupero, rallenta per dare un'ultima occasione di attaccare ai pesci che eventualmente seguono l'esca.

    Quando hai fatto pochi lanci in una zona, di solito conviene spostarsi un poco e provare altrove, piuttosto che insistere sempre nello stesso punto.

    Puoi certamente impiegarlo da terra, ma in alcuni casi i lanci risulteranno piuttosto corti in quanto si tratta di esche poco areodinamiche (se devi lanciare lontano, puoi ripegare sugli ondulanti).

  • Anonimo
    8 anni fa

    Ovviamente starai parlando di pesca a spinning..

    1)da 5 a 7 cm va bene

    2)non devi mettere assolutamente niente di aggiuntivo all'ancoretta

    3)ti consiglio vivamente di comprarlo già piombato..se ne trovano di tutti i tipi

    4)non c'e una precisa condizione..ma personalmente deve esserci mare non troppo mosso..l'importante è che sia limpido e tempo abbastanza soleggiato per far si k la luce del sole rifletta sull'artificiale e lo faccia appunto luccicare

    5)da terra è ottimo per serra e anche sigole e lecce e per esperienza personale lo trovo il miglior artificiale per pelagici(palamiti,tonnetti per intenderci..)..diciamo che è un esca universale

    per il recupero io lancio e recupero velocemente in quanto è un esca che deve ruotare in acqua per brillare

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.