Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 8 anni fa

Mi date un parere sulla trama di questo romanzo?

Ciao a tutti e grazie per le risposte in anticipo! Allora, la trama è questa:

Una ragazza di nome Liv compie diciott'anni e quella notte fa degli strani sogni dove le appare un unicorno fatto di neve che sembra volerle dire qualcosa che lei non riesce a capire. La mattina dopo a scuola c'è un nuovo compagno di classe che lei trova sfacciato, impertinente ed esibizionista. Con il tempo tuttavia fanno amicizia e tutti e due i loro caretteri migliorano grazie all'altro: Liv impara a non chiudersi in se stessa e a smettere di vedere chiunque come un nemico solo perché in passato ha avuto parecchie delusioni dagli altri, mentre il ragazzo diventa molto più premuroso, gentile e attento a ciò che provano gli altri. Ma proprio quando sembra che stia nascendo qualcosa di più dell'amicizia tra di loro (con grande confusione e sgomento di Liv, che è già fidanzata con uno di nome Gabriele), scoprono di essere dei personaggi della mitologia norvegese che dovrebbero riportare a galla una immensa città di vetro sommersa nel fiordo ( una specie di lago scavato dal ghiaccio) più grande della Norvegia e che se non ritroveranno un antico flauto incantato e non lo asuoneranno per far tornare la pace tra due fazioni di guerrieri norvegesi in guerra, la terra verrà annientata da una vecchia profezia. Nel contempo, Liv scopre che Gabriele è in realtà suo nemico e che fingeva dio amarla solo per manipolarla. Inoltre scopre pure che i suoi genitori non sono tali e così scappa da loro e da chi le aveva rivelato la sua vera identità e si lancia nel viaggio per completare la missione insieme ad Hans, dove entrambi dovranno far fronte a mille inconvenienti, scoperte e dovranno scoprire come viaggiare nel futuro per scoprire dove si trova lo specchio d'argento che, se posto al centro del fiordo norvegese sotto la luna durante il solstizio d'inverno, svelerà le parole dell'antica filastrocca che permetterà di far risalire a galla la città di vetro.

Allora, che ve ne pare? Vi piace? Lo trovate troppo banale e scontato? Non vi piacciono i personaggi? Avete delle idee da propormi, per caso? Grazie mille, fatemi sapere in tanti! :)

ciao!

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Grazioso semmai un po' banale visto che si tratta del classico urban fantasy misto a young adult. Queste storie sono carine sotto l'ombrellone ma diventano logorroiche e monotone se non sono trattate con la dovuta premura. Per esempio io non renderei troppo sdolcinata la trama ed eviterei un continuo ripetersi dei pensieri dei personaggi soprattutto se sono sempre gli stessi. Il flusso di coscienza andrebbe ponderato e utilizzato con cautela (non come nei romanzi di Melissa Marr dove alcuni concetti vengono riscritti migliaia di volte, giusto per riempire il foglio).

    A Gabriele toglierei il ruolo dell'antagonista a tutti i costi solo perché non è l'affascinante e perfetto principe azzurro di Liv, predestinato da una leggenda vichinga: è un cliché visto e rivisto che rende la trama davvero lontana dalla realtà.

    In ultimo Liv non dovrebbe imparare grazie all'intervento dell'altro a non chiudersi in sé stessa, ma da sola grazie alla propria forza di volontà e con il sostegno morale di chi le vuole bene e cioè entrambi i ragazzi.

    Fonte/i: Spero che tu sia davvero bene informata sulla mitologia vichinga visto che l'errore più comune commesso dagli aspiranti scrittori di fantasy/rosa per adolescenti sta nel discostarsi troppo dal reale e dalle fonti.
  • 8 anni fa

    Sinceramente la trama non brilla per originalità. Alcune trovate sono assurde (ad esempio l'unicorno che appare in sogno,il flauto,l'antica filastrocca,la profezia)

    Magari potresti creare un'anti-eroina, una protagonista che proprio buona non è ma che desidera dominare la cittá. Giusto per essere un po' più originali...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.