Mauro ha chiesto in SportMotociclismo · 8 anni fa

Valentino Rossi , si puo definire ormai .. "un Bollito "?

ma secondo voi , visto anche i recenti risulatati , Valentino Rossi , si puo definire ormai .. "un Bollito "

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    non penso che rossi sia commestibile per il bollito che faccio solitamente la domenica.

    stronzate a parte, oserei dire che ora è nella parabola discendente della carriera, cosa normale che capita a tutti i piloti prima o poi, purtroppo. se poi dovesse fare qualche garone mi verrebbe da pensare che è solo un momento positivo della sua fase calante, ma nulla di più...

    Un saluto

  • 8 anni fa

    Secondo me dipende dal significato che si vuole attribuire al termine "bollito".

    Se ti riferisci al "bollito" che usavano fino allo scorso anno ducatisti accaniti e anti rossisti per eccellenza, direi proprio di no.

    Ha dimostrato di essere ancora veloce, il suo problema è la gara. E' la gara per via del fatto che i top rider sono veloci e a posto a livello di set up da subito (cosa che lui non fa) e che la Moto GP oggi è un più la stessa di quando era ancora in Yamaha.

    Sicuramente c'è anche un suo problema nell'adattarsi.

    Come già detto da chi mi precede poi, le fasi calanti arrivano per tutti i piloti con l'avanzare dell'età. E' normale, ci stà. Anche se Rossi agonisticamente è molto preparato.

    E poi oh, chiariamo pure 'sta storia del bollito. Non è che uno è bollito perchè arriva dietro a Lorenzo e Pedrosa. Arrivi dietro Lorenzo e Pedrosa, mica dietro Barberà...

    Che poi, se andiamo a vedere, in Qatar Pedrosa lo ha battuto e avrebbe battuto anche Lorenzo se a Le Mans non fosse andato per asparagi.

  • 8 anni fa

    io dico k se sia al mugello sia a barcelona lui farà gare insufficenti come ha fatto fin ora dieri di si perche sono state sempre gare in cui lui ha fatto la differenza...una cosa è arrivare dietro marquez,pedrosa e lorenzo k hanno un altro passo rispetto a lui,un altra è farsi dare paga da privati come crutchlow e bradl...i primi 3 in classifica son piu veloci punto e basta..soprattutto jorge e dani lo erano piu veloci anche negli anni in cui rossi vinceva,solo k vale essendo esperto e maturo sapeva concretizzare tutto il lavoro del weekend nella gara facendo sempre tanti punti mentre dani,lorenzo e stoner essendo piu giovani e x il momento meno "acculturati" nella messa a punto in gara si perdevano e nn raccoglievano i risultati adeguati alla loro velocità k gia da allora era migliore di quella dell italiano..

    oggi non è rossi ad aver rallentato,ma sono loro che riescono ad esprimere tutto il loro potenziale..e siccome di manetta ne hanno piu di rossi è naturale che gli arrivino davanti...penso cmq k rossi 1 o 2 vittorie potrebbe centrarle quest anno,in ogni caso se come detto in precedenza i privati gli arriveranno spesso davanti allora è ufficialmente bollito per me

    @rio no x me il 2007 conferma il fatto che stoner va forte anche con un treciclo senza bisogno di messa a punto e chissà quale sviluppo...ti ricordo che per capirossi(k appena un anno prima si giocava vittorie e mondiale) quella moto era da modificare profondamente perchè troppo difficile...se non fosse stato x l arrivo di stoner la ducati avrebbe probabilmente modioficato il progetto...altro k 5 passi avanti alle altre...ma dai!..

    vincevano xk avevano piu talento e una velocità di base piu di rossi,guidavano moto competitive e perchè la messa a punto conta si, ma fino a un certo punto..e per quanto riguarda marquez càzzo è un fenomeno ha una moto competitiva e un team con tanta esperienza in motogp...

    pedrosa.stoner,marquez,lorenzo sono sempre andati forte con la moto k si ritrovavano senza rompere i còglioni con il setting ed esigenze particolari..è normale k se guidi la moto x come è vai piu forte xk ne sfrutti le sue caratteristiche essenziali al contrario di rossi k x andare veramente forte deve fare tante modifiche che in alcuni tracciati vanno bene e in altri no perchè non sempre si riesce a trovare il bandolo della matassa...fin quabdo doveva lottare con gibe,biaggi ecc gli riusciva ma oggi k x vincere bisogna andare forte ma forte la sola messa a punto non basta e lui infatti finisce dietro xk non ha la velocità dei piu forti

  • 8 anni fa

    Mi sembra un termine brutalmente e frettolosamente offensivo. Tutti i più grandi campioni percorrono la stessa parabola da sempre: l'esordio incerto, la gloriosa affermazione ed il trionfo, quindi la fase calante. Tra l'altro, in questi nostri tempi pazzi e assurdi, i campioni sono, in quasi tutte le discipline, sempre più giovani ... degli autentici ragazzini. Ne consegue che la suddetta fase calante comincia molto presto. Del resto, com'è avvenuto ed avviene, moltissimi assi dello sport preferiscono ritirarsi anzitempo e volontariamente dal mondo sportivo, proprio per evitare l'onta del declino. Vogliono, in buona sostanza, ritirarsi ancora al top, per essere poi ricordati sempre e solo nei momenti di maggior successo. Valentino Rossi ha rappresentato in modo perfetto il Motociclismo italiano in tutto il mondo, è stato l'unico a raggiungere gli eccelsi livelli dell'indimenticato e indimenticabile Giacomo Agostini. Ama svisceratamente il suo sport, senza mezze misure. Ha accettato con dignità l'attuale ruolo di secondo piano, lui per primo sa che la sua défaillance non è dovuta solo ai problemi del suo mezzo. Penso che correrà ancora per due, massimo tre anni. Se il calo proseguirà verticalmente, lascerà presto l'attività. Definirlo "bollito", però, mi sembra un termine ingiusto ed offensivo.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    Assolutamente no , tutti gli sportivi in carriera hanno dei brutti periodi , si possono superare come anche non lo si può più fare :)

  • 8 anni fa

    Aspettiamo il Mugello, e comunque dico solo che se Rossi non fosse caduto a Le Mans queste domande non si sarebbero viste.

    @Tritone84 ha i perfettamente ragione. A tuo favore, perchè non citare i gran premi di Cina, Italia, Indianapolis, Giappone e Malesia del 2008 in cui rossi ha regolarmente dato la paga a tutti grazie al polso destro, nonostante Stoner e Pedrosa fossero già in grado di mettere a posto la moto (così come Rossi negli anni 2001-02, secondo e terzo nella classe regina), prova l'ottimo campionato della stagione precedente (e se mi vuoi dire che nel 2007 stoner non sapeva mettere a posto la moto allora ammetti che la ducati era 5 passi avanti alle altre). Nel 2009-10 invece Rossi regolò Lorenzo in Spagna, Barcellona, Olanda, Stati Uniti, Germania, Repubblica Ceca, San Marino, Malesia, Valencia 2009, e Qatar e Giappone 2010 spalla permettendo, nonostante Lorenzo fosse già in grado di eguagliare e, a volte, superare rossi nel set up (vedi giappone, indianapolis e portogallo 2009) P.S. La solita scusa della "Ducati 2008 che non funzionava" non regge vedendo la tripletta di stoner in gran bretagna, olanda e germania prima di iniziare a cadere per la pressione. E se "essendo esperto e maturo sapeva concretizzare tutto il lavoro del weekend nella gara facendo sempre tanti punti mentre dani, lorenzo e stoner essendo piu giovani e x il momento meno "acculturati" nella messa a punto in gara si perdevano e nn raccoglievano i risultati adeguati alla loro velocità k gia da allora era migliore di quella dell italiano." perchè vincevano quanto rossi? un vero campione, come marquez, non impara in fretta e vince a poco dal suo esordio?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.