Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoLegge ed etica · 8 anni fa

Definizione di: Interdetto, Inabilitato e Minore Emancipato in Diritto?.?

Grazie.

3 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    L'interdizione giudiziale si ha quando colui che si trova affetto da abituale infermità di mente è dichiarato, con sentenza, incapace di provvedere ai propri interessi art 414 cc

    L'interdizione legale è quella prevista dalla legge come pena accessoria ad una condanna all'ergastolo art 32 cp

    L'inabilitazione è la situazione giuridica conseguente a particolari condizioni psico-fisiche di un soggetto che lo pongono in condizione di parziale incapacità; si ha nei casi di :infermità abituale e attuale di mente non grave, prodigalità, abuso di sostanze stupefacenti o alcoliche, alcune menomazioni fisiche art 415 cc

    Si parla di emancipazione per indicare lo status di limitata capacità di agire cui può essere titolare il minore qualora sia stato ammesso a contrarre matrimonio, deve avere almeno 16 anni art 390 cc

  • thomas
    Lv 7
    8 anni fa

    chiedi a grillo

  • MINORE EMANCIPATO:

    Nell'ipotesi :

    - Matrimonio (16 anni) Autorizzato dal Tribunale

    - Lavoro (15 anni compiuti) per l' ammissione al lavoro

    Limitata capacità di agire :

    - per atti di amministrazione ordinaria

    - in alcuni atti è richiesto il consenso del CURATORE e autorizzazione dell' A.G.

    - può anche essere autorizzato dal TRIBUNALE per l' esercizio di un' impresa commerciale,

    - piena capacità di agire nell'ambito patrimoniale ( non donazione).

    INCAPACITÀ' ASSOLUTA:

    INTERDIZIONE soprannominata la "morte civile": maggiore di età, non ha capacità di agire per due motivi: perché non lo può fare da solo "GIUDIZIALE" o perché è imposta da una sentenza "LEGALE".

    - GIUDIZIALE: si trova in ABITUALE stato di INFERMITÀ' MENTALE, (dichiarato con SENTENZA) incapace a provvedere in modo totale ai propri interessi. l' interdizione lo sacrifica completamente e preclude di compiere atti di natura patrimoniale e anche non patrimoniale (NON può contrarre MATRIMONIO,NO può RICONOSCERE un FIGLIO naturale, NO può fare TESTAMENTO), esclude dal mondo del diritto e non lo responsabilizza, (la sentenza nomina un TUTORE e ANNULLA atti fatti per l' interdetto)

    - LEGALE: è prevista dalla legge come PENA ACCESSORIA di una condanna L'ERGASTOLO o a più di 5 annidi reclusione. Incapacità LIMITATA agli atti di natura PATRIMONIALE (quindi può contrarre matrimonio, riconoscere il figlio naturale, fare testamento e donazione).ANNULLABILITÀ ASSOLUTA degli atti posti dall'interdetto.

    INCAPACITA' RELATIVA:

    INABILITAZIONE: per infermità abituale non grave, per abuso di sostanze alcooliche o stupefacenti, imperfezini o menomazioni fisiche.

    E quindi limita la capacità del soggetto a soli atti di ORDINARIA AMMINISTRAZIONE, per atti eccedenti, è necessaria l'autorizzazione del GIUDICE TUTELARE e consenso del CURATORE.

    Fonte/i: Studente Universitario
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.