Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

?
Lv 4
? ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 8 anni fa

Anoressia e fobia della gente: come affrontare la scuola?

Salve, sono una ragazza di 17 anni. Soffro di anoressia ormai da un paio di anni.

Premetto che sto già in cura da una nutrizionista e da una psicoterapeuta.

Il problema adesso è che non riesco più ad andare a scuola. E' terribile. Ho paura ad entrare in classe, ad alzare la mano, ad andare in bagno, a muovermi nella sedia. Il motivo è che ho paura che gli altri mi vedino ingrassata.

Ogni volta che mi muovo è come se mi sentissi tutti gli occhi addosso, come se gli altri non facessero altro che pensare "oddio come sei grassa" oppure "oddio ma sei ingrassata?".

Sono terrorizzata. Non faccio che pensarci tutto il tempo, a scuola mi porto sempre una sciarpa da mettere sulle cosce per essere sicura che nessuno le guardi. L'altro giorno mi faceva malissimo la pancia perchè dovevo andare in bagno ma avevo paura di alzarmi e caamminare davanti a tutti.

Non vivo più. Non so come affrontare questi ultimi giorni di scuola, ogni attimo sta diventando insopportabile. Come posso fare?

6 risposte

Classificazione
  • bob g
    Lv 6
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Evidentemente nonostante tu vada da uno psicoterapeuta e da un nutrizionista la tua patologia non è stata eliminata del tutto,anche se in taluni casi la via della guarigione è costellata da recrudescenze psichiche quali fobie,ecc.,..naturalmente come tutte le anoressiche soffri di dismorfobia e cioè una percezione errata del proprio corpo perché immagino che anche se tu ti creda o ti veda grassa ,oggettivamente sarai molto magra quindi io inizierei con il dirti di attenerti ai dati oggettivi e cioè che sei magra e che quindi nessuno può vederti grassa e di conseguenza la tua paura data dal fatto che gli altri ti vedano grassa è infondata.,ma d'altra parte le paure sono deficit emotivi che derivano da deficit cognitivi nel senso che non conoscendo le cause di una qualche cosa allora il deficit di queste cause viene coperto dal senso di paura.Quindi io ti consiglio ti approfondire la questione con lo psicoterapeuta e se dopo due anni ha combinato poco di cambiare psicoterapeuta,..il nutrizionista conta poco perché l'origine dell'anoressia è psicologica e più che altro dietisti e nutrizionisti possono essere inseriti in un contesto sinergico di collaborazione nel quale però il ruolo centrale lo deve possedere la psicoterapia o psicoanalisi.L'anoressia non è un disturbo dell'appetito anche se i sintomi riguardano ciò,ma è un disturbo della relazione e si potrebbe dire dell'amore,ed è proprio nella relazione che lo psicoterapeuta dovrebbe approfondire la questione dal momento che qualcosa nelle anoressiche non funziona al meglio,ma la difficoltà di questo tipo di indagini deriva dal fatto che le origini della patologia innestano le loro radici tanti anni addietro.Poi è importante fare una diagnosi differenziale perché sebbene all'apparenza le anoressiche appaiano tutte uguali,l'origine della loro patologia è sempre diversa e unica in ogni soggetto,dal che si può dire che esistono varie forme di anoressia,da quella isterica a quella melanconica,da quella nervosa a ossessiva,ecc,.le quali differiscono le une dalle altre anche se un termine comune relazione tutte le forme di anoressia e questo termine è il rifiuto,infatti vi possono essere anoressie che scaturiscono dal rifiuto per il proprio corpo,altre dal rifiuto dell'altro,oppure rifiuto della vita,rifiuto di essere inglobato dall'altro,ecc,..ed è inutile dire che molto spesso i blocchi relazionali delle anoressiche sono da imputarsi con un cattivo rapporto con la madre.Certo,l'anoressia tende alla chiusura,tende alla costuzione di un mondo a sé,tende all'isolamento e perciò è per certi versi normale la fobia sociale in questi casi infatti il mondo dell'anoressica si restringe e va dal frigorifero alla bilancia,dalle calorie a tabelle varie.Lo so che è semplice e facile parlare e dare consigli,ma tutte le tue paure sono illusorie e originano tutte dalla tua psiche che si è rifugiata in un mondo ristretto,.là fuori nessuno ti vede come tu ti vedi e ti immagini e anche se ti vedessero come tu immagini questo non dovrebbe alterare il tuo umore,ma tutto ciò ancora ti risulta difficile e allora devi impegnarti soprattutto nella psicoterapia e cercare di lasciarti andare,di lasciarti andare e non di avere più volontà perché le anoressiche hanno troppa volontà,.dai e ricorda che tutto dipende dalla tua psiche.

  • Gin
    Lv 6
    8 anni fa

    TU DEVI FREGARTENE DEL PARERE DEGLI ALTRI!

    la gente ti giudicherà comunque ...

    sei bella come sei lascia stare le persone e vivi la tua vita

    prova a dire a te stessa... fregatene fanculò tutti e tutto

  • Romina
    Lv 4
    8 anni fa

    parlane con la psicoterapeuta..chi meglio di lei può aiutarti? purtroppo la tua situazione non è facile,lo capisco,proprio x questo è difficile aiutarti! parlane anke con i famigliari e gli amici,vedrai ke quantomeno ti daranno un pò di conforto! cerca di stare su,è solo una tua impressione che tutti ti guardano e tu lo sai benissimo... in bocca al lupo,non mollare :)

  • Anonimo
    4 anni fa

    Cambiarte la vida es fácil si tienes ansiedad y has encontrado esta cura http://superartuansiedad.latis.info/?50qM Con esta cura yo me he librado de la ansiedad para siempre, he pasado muy malos tiempos cundo sufría por su culpa pero todo esto acabó porque a mí y a todo el mundo que confía en este método nos ha cambiado la vida, nos ha librado de la ansiedad.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ?
    Lv 4
    4 anni fa

    Se vuoi imparare a controllare ansia e panico dovresti consultare questo sito http://sconfiggiansia.givitry.info/?ue0m

    Il primo attacco di panico è generalmente inaspettato, cioè si manifesta “a ciel sereno”, per cui il soggetto si spaventa enormemente e, spesso, ricorre al pronto soccorso; poi possono diventare più prevedibili.

  • Anonimo
    8 anni fa

    Ciao

    Ti consiglio di guardare questo sito:

    http://myhelpforum.net/

    Ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.