aiuto testo italiano!!!!5 stelle al miglioreee!!!!!!!!!!?

Ecco la consegna: "immagina di ritrovare in soffita un vecchio giocattolo dell'infanzia:descrivinel'aspetto attuale e confrontalo con l' immagine che ne avevi allora?"

1 risposta

Classificazione
  • Risposta preferita

    Te lo metto come narrativo... Scrivo per hobby, e di descrizioni così sterili non ne faccio molte... Te la metto allora in narrazione...

    "Sono giorni che ci penso, e guardo le scale che portano verso la soffitta. Stupida, polverosa soffitta buia, piena di ragni. Rabbrividisco. Mamma mi ha assicurato che ha dato una passata in soffitta e di ragni non dovrebbero essercene più. Mi auguro che quella "passata" non sia avvenuta nel giurassico. È da un po' che ho una voglia di riscoprire i ricordi della mia infanzia, una sorta di nostalgia cronica, che mi spinge a tentare la scalata verso la soffitta. So di aver nascosto in qualche scatolone, vecchie bambole, vecchie foto, e i diari segreti che mia sorella sicuramente ha letto. Prendo fiato, mi incappuccio i capelli, e parto verso l'ignoto. L'aria è intrisa di polvere e odore di muffa, ma proseguo. Sembra che i ricordi mi chiamino a se. Accendo la lampadina e un ronzio accompagna la fioca luce della soffitta. Scatole. Cartoni. Ragnatela. Scatola, altra scatola. Eccola finalmente. La scatola tanto ambita. Mi dirigo quasi in estasi, ed apro i lembi di cartone. Dentro si rivela un mondo di ricordi. Frugo e rovisto alla ricerca della mia Barbie preferita. Era un pezzo da collezione, quelle che uscivano a Natale. Questa aveva l'abito rosso e bianco, e i capelli lunghi morbidi e biondi. La guardo quasi piangendo. La sollevo con delicatezza e le spolvero la veste.

    -mamma vado a giocare in soffitta con Elisa!! Prendo la barbie!!-

    Le risate di mia sorella quando imitava la voce maschile di Ken mi rimbombano in testa.

    -Io sono Delia, piacere! Tu sei Ken?- -ciao Delia!-

    Ci piaceva dare un'intonazione a ciascuno dei singoli personaggi protagonisti di mille avventure. Lei era Delia, una principessa Russa. Per questo aveva la pelliccia bianca e i capelli chiari. Non poteva che essere russa. Mi ricordo quanto avrei voluto essere come lei. Bella bionda e con la pelle pallida e gli occhi blu. Mi guardo allo specchio. Ho un cespuglio di capelli ricci castani, gli occhi cioccolato e la pelle olivastra. Decisamente io non sono Delia. Torno a guardare la mia principessa delle nevi, e noto solo ora come gli occhi fossero privi di espressione, e innaturalmente piegati a mandorla. Le labbra chiuse in un'espressione rigida di serietà imposta. La vita stretta e le gambe lunghissime. Una donna sproporzionata. Fuori da ogni canone estetico.

    Ma come facevo ad adorare quell'emblema di aberrazione naturale?

    La ripongo con delicatezza nella scatola insieme alle sorelle. Dopotutto era simbolo di infanzia. E di momenti di tenerezza con mia sorella, che non torneranno più. Ne quegli attimi, ne lei. Spengo la luce sui ricordi, e torno ciabattando al mio presente."

    Spero ti sia piaciuta e che vada bene...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.