com'è fatto il circuito dei nuovi caricabatteria degli smartphone attuali?

ho visto che i nuovi smartphone dispongono di caricabatteria molto piu leggeri rispetto a quelli che si usavano con i vecchi cellulari, pesano molto meno quelli nuovi e le dimensioni sono molto piu ridotte questo mi fa supporre che al loro interno non ci sia piu il normale avvolgimento del trasformatore con nucleo ferromagnetico ma sia stato sostituito da un circuito, mi sapete dire come è fatto ? Che componenti usa? E soprattutto perchè solo negli ultimi anni è stato possibile usare questo tipo di circuiti per ridurre la tensione da 220V ai Volts di una posta USB mentre prima bisognava usa per forza un trasformatore al loro interno con i classici avvolgimenti ?

Aggiornamento:

grande elvio grazie

1 risposta

Classificazione
  • Elvio
    Lv 4
    7 anni fa
    Migliore risposta

    Non c'è nulla di misterioso si tratta di alimentatori switching così chiamati perché vi sono degli interruttori veloci abilitati a regolare il flusso di energia al primario (tramite modulazione PWM) e poi con trasformatori altrettanto veloci (solitamente in ferrite) riescono a portare al secondario impulsi da raddrizzare (con diodi veloci) e livellare con condensatori adatti.

    Il vantaggio di tali circuiti è

    - il peso e l'ingombro ridotti come hai già detto tu

    - l'adattabilità a tensioni di rete molto diverse (di solito funzionano bene dai 90V ai 400 V ed anche in continua)

    - l'elevata stabilità delle tensioni di uscita

    - elevata efficienza energetica (si avvicinano spesso al 90 - 95%)

    L'unica cosa è che non sai è che non sono circuiti nuovi, ma esistono da oltre un trentennio e sono molto usati nei computer nelle macchine per ufficio e dove è richiesta elevata potenza in dimensioni ridotte.

    Se ti interessa approfondire, ti propongo un mio articolo sulle ultime generazioni di questi alimentatori che trovi qui http://stampolampo.it/la-tecnologia-pfc-degli-alim...

    ed un articolo correlato sulle tecniche PWM di riproduzione audio che trovi qui

    http://stampolampo.it/la-classe-d-in-alta-fedelt/

    ciao caro

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.