Secondo voi la scienza e religione sono cose distinte?

Aggiornamento:

@alexDOC comè possibile allora che in una libro antico di piu di 1400 anni fa si parlava di qualcosa piu presenza di qualcosa di piu piccolo del atomo se la scienza moderna lo ha scoperto solo nel ultimo secolo

Aggiornamento 2:

Secondo voi e casuale???

Così è come il Corano ha descritto le montagne. Dio disse nel Corano:

Non abbiamo fatto la terra come un letto e le montagne come pioli? (Corano, 78:6-7)

Le moderne scienze terrestri hanno provato che le montagne possiedono radici profonde sotto la superficie della terra (vedere figura 9) e che queste radici possono estendersi per diverse volte la loro altezza sulla superficie della terra.2 Così la parola più adatta per descrivere le montagne sulle basi di questa informazione è il termine ‘piolo,’ dal momento che propriamente un insieme di pioli è nascosto sotto la superficie della terra. La storia della scienza racconta che questa teoria delle montagne con radici profonde venne introdotta solo nell'ultima metà del diciannovesimo secolo.3

Le montagne giocano anche un ruolo importante nello stabilizzare la crosta terrestre.4 Esse ostacolano le scosse terrestri. Dio disse nel Corano:

Ha infisso sulla terra le montagne affinché non oscilli sotto di v

11 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Certo, si vedano i campi di studio: le religioni studiano qualcosa di meta fisico, mentre le scienze studiano la natura, le religioni studiano i motivi, le scienze le cause, sono due saperi complementari, ad esempio, come può la scienza dire se una cosa è giusta o sbagliata? La religione, proponendo tramite i simboli dei miti una risposta morale, lo può dire, però al contrario, non occupandosi della realtà fisica non potrà mai dirti la composizione chimica dell'acqua o i principi della termodinamica.

    E non serve un genio a dirlo, se lo affermo persino io che genio non sono.

    Basta conoscere un minimo dell'una e un minimo dell'altra.

    @AlexDOC: perdonami, ma secondo te i miti che ci sono a fare se non per istigare la mente ad un atteggiamento di ricerca?

    Se posso citarti un testo del IV secolo, «Perché mai, allora, accantonando questi discorsi, gli antichi si espressero in miti? Vale la pena di chiederselo, e di trarre dai miti già un primo vantaggio: favorire l'atteggiamento di ricerca, e impedire la pigrizia della mente.»

    (Saturnino Secondo Salustio, Sugli Dei e sul Mondo, 3,1)

    Se noti, era anche quello che faceva il Signore Apollo nell'oracolo, che, come riporta Eraclito: «Il Signore, il cui oracolo sta in Delfi, nè dice nè nasconde, ma accenna.»

    (Eraclito, Frammento B93)

    Sai che questo, in un'ottica religiosa è un'istigazione ad usare la testa e ragionare? in quanto se pure gli Dei non ti servono la pappa pronta, è ovvio che te la devi cercare te.

    Certo, in un'ottica atea, può significare chissà cosa, ma visto che le religioni hanno potere solo sui religiosi, sai quanto conta l'ottica atea in questo caso?

    Prima di dire che le religioni intorpidiscono la mente, ti consiglierei di studiare, anche perchè senza "menti intorpidite" come quelle di Pitagora e di Talete, i padri della matematica, non so se oggi avresti un computer per scrivere.

    Con questo non voglio affermare idiozie del tipo che i religiosi sono più intelligenti di chi ha un percorso ateo... però voglio dire che generalizzare all'opposto è un'idiozia altrettanto grande.

    A mio parere sono solo due percorsi paralleli e diversi che offrono due tipi di saperi differenti.

  • Anonimo
    7 anni fa

    La razionalità e la scienza portano a Dio..

    [21 prove dell'esistenza di Dio]

    ☆ cercate i seguenti testi su google(*) >> "digilander libero ike710"

    [ i più grandi scienziati sono credenti..cercate i seguenti testi su google(*) ]

    ☆ Lista scienziati credenti >> "ragione e fede scienziati credenti "

    ☆ Einstein credeva in Dio >> "ragione e fede Albert Einstein e Dio"

    Es:

    <<Trovi sorprendente che io pensi alla comprensibilità del mondo come a un miracolo o a un eterno mistero? A priori, tutto sommato, ci si potrebbe aspettare un mondo caotico del tutto inafferrabile da parte del pensiero. Ci si potrebbe attendere che il mondo si manifesti come soggetto alle leggi solo a condizione che noi operiamo un intervento ordinatore. Questo tipo di ordinamento sarebbe simile all’ordine alfabetico delle parole di una lingua. Al contrario, il tipo d’ordine che, per esempio, è stato creato dalla teoria della gravitazione di Newton è di carattere completamente diverso: anche se gli assiomi della teoria sono posti dall’uomo, il successo di una tale impresa presuppone un alto grado d’ordine nel mondo oggettivo, che non era affatto giustificato prevedere a priori. È qui che compare il sentimento del “miracoloso”, che cresce sempre più con lo sviluppo della nostra conoscenza. E qui sta il punto debole dei positivisti e degli atei di professione>>

    (A. Einstein, Lettera a Maurice Solovine, GauthierVillars, Parigi 1956 p.102)

    ƒ

    [ testimonianze sull'esistenza dell'aldilà..cercate i seguenti testi su google(*) ]

    ☆ Testimonianza di un (ex) ateo,2008 > "Sono stato in Paradiso, ecco com'è"

    ☆ Testimonianza di una (ex) atea,1995 > "Testimonianza Gloria Polo"

    ☆ Mistica che parlava con i defunti > "Natuzza Evolo,la radio dell'aldilà"

    ☆ Testimonianza germania,1950 > "Sono dannata"

    ☆ Un demone parla durante esorcismo > "Parole dall’inferno che guidano al Cielo"

    ☆ Descrizione inferno di S. Faustina > "Oggi sono stata negli abissi dell'inferno."

    ☆ Altre 50 testimonianze > "Testimonianze dall'aldila'"

  • Anonimo
    7 anni fa

    Ma scusa, secondo te scienza, studio, cultura, osservare la natura, studiare e capire, carpirne isegreti, usare la testa, ragionare,usare la logica sono le cose sensate da fare per capire e sapere cause, motivi, orignie e scopo di qualcosa, non tipare?

    Come fai a curare la peste se non trovi l'origine? Quando avrai studiato virus, batteri, predisposizione genetica, epidemiologica allora troverai la medicine grazie anche ai progressi della chimica, della farmaceutica. O ti affidi a uno che ti butta un po' di polvere addosso e ti dice che ti libera dal male grazie al suo spirito guida ?

    Così si risolvono i probblemi.Come può la religione, che si basa sul nulla, solo sul credere a personaggi immaginari, pernsare di avere pari dignità della ricerca e dello studio di persone intelligenti e razionali che guardano la realtà e cercano di capirla?

  • Anonimo
    7 anni fa

    Scienza e religione sono cose separate perché usano parti diverse della mente umana: la scienza usa la logica, la religione usa la mistica.

    Trovare in un testo mistico (il Corano, ma anche la Bibbia) delle affermazioni che la scienza conferma è solo una dimostrazione della flessibilità della mente umana.Vedere nella frase "montagne come pioli" il concetto che le montagne hanno "radici" è proprio "elasticità mentale".

    Anche la frase biblica "il cerchio della terra" viene spesso visto come una dichiarazione che la terra è sferica, mentre l'autore si riferiva al cerchio dell'orizzonte. Ma l'elasticità mentale diventa durezza davanti a spiegazioni alternative.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    Scienza e religione viaggiano su binari paralleli.

  • Sakura
    Lv 6
    7 anni fa

    Sono due cose distinte che se, però, "collaborassero" il mondo ne trarrebbe sicuramente giovamento.

    Non è vero che non possono stare insieme. Guardati la biografia di Santa Hildegard di Bingen, non solo era dottore della Chiesa, ma:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Ildegarda_di_Bingen

  • 7 anni fa

    sono diverse, ma non antitetiche. nella definizione, la religione studia lo scopo, il perchè finale dell'esistenza. la scienza studia il come, il perchè causale, dei fenomeni (esclusa causa prima, che è tema religioso). sono diverse. ma nel momento in cui la religione ha deciso di elevarsi a giudice divino, invadendo il campo della scienza, le due sono state più volte avversarie. la religione impartisce morale con la scusa di dio e si usa come pretesto per le guerre. inoltre la sua pretesa di capire la causa finale è assurda dal momento che essa è stata sputtànata da dopo aristotele, ritenuta sciocchezza indefinibile. la scienza si basa su studi concreti dell'esperienza, la religione solo su voci. per questo la scienza è ritenuta meglio e più dimostrabile. la scienza in sè non ti può rispondere ai misteri arcani dell'esistenza, perchè descrive la realtà e basta, non perchè sia così. sia che dio esista, sia che esso non esista, non cambia la sostanza: l'uomo ha bisogno di dio, per darsi un senso e per avere una speranza. come disse pascal, un uomo che vive credendo in dio è più felice di uno che non vi crede, perchè ha speranza. un po' come dire "meglio una bella bugia, che una brutta verità" se di bugia si tratta. l'uomo non perderà mai la religione. avrà bisogno di credere in dio. cambieranno i messaggeri (le religioni), ma vivrà il nucleo centrale, dio. e mai morirà, se non con l'uomo stesso

  • Paul
    Lv 4
    7 anni fa

    La scienza e la religione non sono cose distinte, sono antitetiche.

  • 7 anni fa

    Sono distinte; la prima studia il mondo che ci circonda, le sue leggi, e ci aiuta a capirlo. La reigione invece si occupa della spiritualità e della coscienza delle persone. E' vero che a volte le due cose vengono sovrapposte e ci sono delle invasioni di campo, per così dire, ma non ne esce mai nulla di buono.

  • Hate
    Lv 7
    7 anni fa

    entrambe fantasia

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.