Keira ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 7 anni fa

The restorer-la signora dei cimiteri di Amanda Stevens quale effetto ha fatto su di voi questo libro?

Ho comprato quel libro 1 anno fa, fino a che l'altro giorno ho cominciato a leggerlo. Non riuscivo a staccarmene e l'ho letto in 1 giorno e mezzo rinunciando pure ad uscire! Ma la cosa più strana è che leggendolo mi sono appassionata ai cimiteri xD. Comunque quale effetto ha fatto su di voi? E chi ha letto "the Kingdom" e "the prophet" come sono? Qual è il più emozionante? Lo so scusate... Ma lo

adoro. <3

1 risposta

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Io l'ho letto proprio qualche mese fa e anche a me è piaciuto tutto sommato, questa atmosfera un pò macabra mi ha incuriosito e il romanzo è molto scorrevole, non impegnativo e piacevole nonostante l'argomento perché si tratta cmq di un thriller, poi è stato interessante conoscere questo aspetto dei cimiteri che non tutti sanno, ad esempio io ero all'oscuro che esistesse veramente una professione di restauratore di cimiteri (anche se immagino possa essere più una professione di nicchia e rivolta solo verso determinati cimiteri monumentali e antichi e forse nemmeno si pratica in italia) e leggendo questo libro ho imparato anche un termine di cui ignoravo l'esistenza ovvero "tafofilo" (da tafofilia) ossia chi ama i cimiteri (questo sì che suona molto macabro :-D).

    Dicevo che il romanzo mi ha incuriosito fin dall'incipit e poi era particolare questo aspetto dei fantasmi visti dalla protagonista fin da bambina che lei deve ignorare, non interagire con loro in nessun modo altrimenti le si 'attaccano' addosso e finiscono col risucchiarle l'energia, c'erano insomma precise regole su cui la mette in guardia il padre finchè lei non ne infrange una e da lì comincia il tutto.

    La storia mi sembrava un pò controcorrente rispetto alle tipiche storie di fantasmi che normalmente si leggono o si vedono in tv, in genere la sensitiva cerca di rapportarsi a queste presenze per aiutarle, cerca di stabilire un legame ecc. mentre qui avviene l'esatto opposto poichè il legame morboso causerebbe una negatività percepibile anche a livello fisico e per questo anche dannoso per la persona stessa...

    Interessante poi il rapporto che si crea fra amelia e il poliziotto devlin che si occupa delle indagini, l'evolversi del loro legame che ovviamente sfocia in un'attrazione reciproca nonostante i difficili inizi e i fantasmi di lui che hanno influenza anche su di amelia...ammetto che non sono riuscita ad indovinare il colpevole prima della spiegazione finale, non me lo aspettavo proprio soprattutto non i risvolti che c'erano dietro mentre il personaggio che aiuta amelia avevo intuito fin dal principio quel che era e non capivo come lei potesse non essersene accorta dal momento che conosceva bene l'effetto dei fantasmi quando entravano in scena...

    Nel complesso ho apprezzato l'atmosfera tetra e gotica che pervade il romanzo, le descrizioni sono ben fatte e vengono date nozioni riguardo i cimiteri, le lapidi ecc. che anche se l'argomento possa sembrare un pò raccapricciante sotto certi aspetti si tratta cmq di curiosità interessanti e sconosciute ai più, poi c'è anche la giusta suspance in certi punti che contribuisce a creare maggior atmosfera, tipo quando appare (per la prima volta mi sembra) la bambina figlia di devlin alla finestra e poi lascia il sasso, amelia si rende conto che ha notato che lei l'ha vista e quindi questo le causa anche panico visto che doveva far sì di non vederla...insomma da far venire i brividi! :-D

    Non ho letto i seguiti ancora e non mi sembra nemmeno di averli visti in giro (vabbè che avevo preso il libro in biblioteca e spero che presto ci saranno anche gli altri) ma mi pare che nel prossimo romanzo dovrebbero spiegare il segreto custodito dal padre da molti anni e chiarire un pò le cose riguardo questa specie di dono che hanno padre e figlia e che ha segnato anche le loro esistenze...

    Ciao =)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.