cosa serve per iniziare a gestire un terrario con serpenti?

io pensavo di cimentarmi in questo hobby dopo aver accumulato 5 anni di esperienza con l'acquariologia.

volevo sapere cosa serve per allevarli e che serpenti prendere essendo un principiante, se posibile qualcosa di un po colorato.

e poi volevo sapere con cosa nutrirli.

grazie in anticipo.

4 risposte

Classificazione
  • Pixel
    Lv 5
    7 anni fa
    Risposta preferita

    Allevare serpenti, ad eccezione di alcune specie, è facilissimo e molto economico. L'unica grossa spesa è per l'acquisto dell'animale, un serpente in media costa dai 100 ai 200 euro in negozio, mentre alle fiere di animali esotici i prezzi sono molto più bassi (esemplari giovanissimi di alcune specie si trovano addirittura a dieci euro, anche se io consiglio sempre di acquistare esemplari sub-adulti a costo di spendere qualche decina di euro in più).

    Io attualmente ho un pitone reale, un boa delle sabbie, due lamprophis fuliginosus, un'elaphe e due lampropeltis.

    I migliori serpenti per il principiante sono senza dubbio gli elaphe: sono docili, di dimensioni non eccessive, si trovano in tantissime colorazioni diverse, non hanno particolari necessità e si abituano molto facilmente al cibo decongelato (a proposito, a parte alcune specie come il thamnopis sirtalis già citato e alcuni piccoli serpenti insettivori, tutti i serpenti in vendita mangiano roditori di varie dimensioni).

    Per allevare bene un elaphe ti basteranno un box di plastica di quelli per uso domestico (io uso i T-Box di Obi ai quali faccio dei fori per l'aria con le forbici sui lati), fogli di giornale sul fondo come lettiera, un nascondiglio (va bene anche una grossa tegola rovesciata o qualche ramo, ma sterilizza in una pentola con acqua bollente tutti gli oggetti d'arredamento che usi nel terrario), e una ciotola con dell'acqua da cambiare ogni due giorni.

    Se l'idea di usare carta di giornale come lettiera non ti piace, e vuoi un effetto più naturale, volendo puoi comprare della corteccia di pino marittimo in un qualsiasi negozio di giardinaggio (rigorosamente non trattata chimicamente e priva di polveri): un sacco da 80 litri costa meno di dieci euro e dura più di un anno.

    Mi raccomando però, pino marittimo. la corteccia di pino normale e l'abete possono contenere tracce di resina, che è molto pericolosa per i serpenti.

    Se le temperature di casa tua non scendono mai sotto i 20 gradi anche d'inverno in piena notte, potrai tranquillamente evitare di comprare tappetini riscaldanti o cose simili perchè l'elaphe si adatta bene a temperature variabili dai 18 ai 35°.

    In caso contrario, dovrai prendere un tappetino riscaldante per i mesi più freddi e impostarlo sui 22-25°.

    L'alimentazione dell'elaphe deve essere costituita da topi, questa specie accetta facilmente anche i topi morti (altri serpenti invece sono più schizzinosi e mangiano solo topi vivi). Potrai tranquillamente dare al tuo elaphe un topo ogni 5/7 giorni da giovane, e due topi ogni 10/15 giorni da adulto. Gli adulti mangiano anche giovani ratti.

    La dimensione del topo dipende dalla dimensione del serpente. La larghezza dei fianchi del topo deve essere pari alla lunghezza della testa del tuo serpente, altrimenti non riuscirà ad ingoiarlo.

    Se nella tua zona non trovi negozi di rettili che vendono topi surgelati però ti consiglio di mettere su un allevamento: compra due coppie di topi, mettile ciascuna in un t-box basso e largo con tanti piccoli fori sul coperchio (ma non sui lati, altrimenti li rosicchiano e scappano), e allevali come si allevano i criceti, solo utilizzando del mangime per gatti al posto dei semi.

    I topi infatti hanno bisogno di molte più proteine, quindi possono essere nutriti con cibo per gatti.

    Abituati alla puzza perchè i maschi quando marcano il territorio si fan sentire, e lo marcano tutti i giorni.

    Ogni sei mesi circa procurati due nuove coppie di riproduttori per rinnovare la colonia, i topi vivono mediamente un anno e mezzo, raramente arrivano a due o tre anni, ma di solito smettono di riprodursi a un anno di vita.

    In media una coppia riproduttiva può fare una cucciolata da 7/10 piccoli ogni mese e mezzo, regolati di conseguenza...

    Non credo ti serva sapere altro.

    Se preferisci, un'altra specie che ha le medesime esigenze dell'elaphe è il lampropeltis: anche in questo caso ci sono tante varietà di colore disponibili, ma alcuni esemplari possono diventare schizzinosi e accettare solo cibo vivo, inoltre fanno più fatica a ingoiare le prede quindi necessitano di prede leggermente più piccole, e gli esemplari giovani a volte sono aggressivi, anche se crescendo si calmano se vengono abituati ad essere maneggiati. Comunque, il morso di un lampropeltis adulto è come la puntura di una siringa. Quello di un esemplare giovane nemmeno lo senti, e in caso di necessità puoi sempre usare dei guanti da giardinaggio quando maneggi gli esemplari.

    Fonte/i: zootropicana.blogspot.it www.facebook.com/ZooTropicana
  • 4 anni fa

    sono d'accordo con Tuka. Risposta simpatica :) comunque iniziando con il gestire e sistemare quello che ti è materialmente possibile (casa, aspetto, and so forth..) quello a cui tieni, poi ti verrà spontaneo. according to lo meno a me!

  • 7 anni fa

    tra i serpenti più adatti ai principianti ci sono il (Pantherophis guttatus) serpente del grano https://www.google.it/search?q=serpente+del+grano&...

    il (Thamnophis elegans) giarrettiera https://www.google.it/search?gs_rn=17&gs_ri=psy-ab...

    sono tra i migliori per iniziare per comportamento e dimensioni contenute.

    il giarrettiera è più piccolo e non ha neanche bisogno del riscaldamento, ha bisogno di prede più piccole pesci rossi, topini di poche settimane una volta a settimana.

    il serpente del grano lo alimenti principalmente a topastri tipo il classico bianco ogni 4-5 giorni.

    qualsiasi serpentello che prendi assicurati di fargli un terrario dalla lunghezza superiore alla lunghezza massima del serpente da adulto, questo perchè una tanto i serpenti se ne stanno completamente allungati, serve a rilassare le vertebre.

    di solito questa misura aurea non viene rispettata, tu fallo.

    in genere più spazio puoi dargli vedi di usarlo, in natura i serpenti hanno un areale di movimento abbastanza vasto.

    ti sconsiglio di prendere i classici pitoni alla moda per lo spazio di cui hanno bisogno.

    Altra scelta potrebbe ricadere sui Lampropeltis (falsi corallo) https://www.google.it/search?q=falso+corallo&clien... robusti, di dimensioni non eccessive anche questi ed abbastanza tranquilli.

    alimentabili con 1 topetto a settimana.

    qualsiasi serpente sceglierai potrebbe essere conveniente allestire un piccolo allevamento di topi bianchi per averne sempre a disposizione

    in ogni caso devi documentarti a fondo prima di allestire il terrario.

    per i giarrettiera non fare la stupidaggine di allestire un terracquario perchè è un errore che fanno in molti.

    non pensare neanche di adattare un acquario a terrario per serpenti perchè è l'altro errore che fanno molti principianti.

    per l'acquisto puoi risparmiare andando alle fiere di rettili dove non mancheranno certamente queste tre specie.

    buon allevamento ma prima ancora buona lettura !

  • Anonimo
    7 anni fa

    terra

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.