Alpaka ha chiesto in Matematica e scienzeChimica · 8 anni fa

Combustibile al limone?

Molta gente tenta di fare un combustibile al limone ogni giorno. Il punto è che la maggior parte non capisce la differenza tra "limone che brucia" e "sostanza infiammabile a base di limone". La mia domanda è: si può fare un combustibile a base di limone? Il problema più grande, a mio parere, è l'acqua contenuta nel succo/polpa all'interno. Se si facesse bollire il succo di limone, cosa rimarrebbe?

For Science!

Aggiornamento:

Dannycotina boy: Ti ringrazio molto :) Mi hai fatto insorgere un dubbio pero. Hai detto che l'olio di semi brucia, e che quindi si può utilizzare come combustibile. Ma si può rendere più liquido quest'olio?

1 risposta

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Il limone contiene nella polpa acidi (citrico in prevalenza) e zuccheri, ma in concentrazione molto bassa rispetto ad altri frutti. Sono ottimi "carburanti" biologici, ma non tanto da un punto di vista tecnologico, potresti convertirli in etanolo o altri biocarburanti, ma con il limone è una perdita di tempo dato che il limone è più difficile da coltivare di altre piante (canna da zucchero e mais) ed il suo contenuto in zuccheri è inferiore.

    Potresti usare l'olio dei semi, ma anche qui ci sono piante oleose molto più facili da coltivare e i cui semi sono più ricchi in olio.

    C'è infine il limonene, un idrocarburo naturale (terpene) che da il tipico aroma al frutto. In realtà è un componente dell'olio essenziale della buccia, presente in quantità veramente minime, troppo basse per produrre un carburante. In più il limonene si può produrre anche sinteticamente.

    Per questi motivi, mi sembra una grande sciocchezza quella del "combustibile al limone". Con il limone è meglio farsi una bella spremuta piuttosto che cercare invano un miracoloso carburante.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.