Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 7 anni fa

Come mai i vichinghi (o normanni) sono sempre stati considerati un popolo incivile, violento e ignorante?

Premetto che io sono un ragazzo siciliano di evidente discendeza normanna (alto, robusto, chiaro, biondo, occhi azzurri) e ne vado fiero, diciamo che mi ha sempre affascinato il popolo vichingo o normanno, e ho scoperto che non erano poi un popolo così ignorante e incivile, insomma svilupparono diverse tecniche di navigazione, inventarono una specie di bussola, addirittura furono i primi a sbarcare nel territorio americano e ad avere una concezione sferica della terra, insomma non erano poi un popolo così a terra culturalmente e come civiltà, ma come mai rispetto agli arabi per esempio, i vichinghi o normanni sono da sempre considerati un popolo esclusivamente incivile, violento, rozzo e ignorante?

9 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Perché si tende a leggere la loro storia e la loro civiltà alla luce di altri popoli e relatori, cosiddetti "più civilizzati": per gli abitanti del mediterraneo che vestivano di seta o lino e dimoravano in case di pietra, quei feroci predoni giunti dal nord, vestiti di pelli e che abitavano case di legno, che razziavano l'oro ed i gioielli senza cura per la loro fattura ma solamente per il loro valore venale (un film rivisito durante tutta la storia in ogni epoca), che dormivano insieme e le cui regole igieniche erano ben diverse (esempio, un ambasciatore arabo fu scandalizzato del fatto che i vichinghi si lavassero poco ma prestasseo ore di cura ai loro capelli ed alle loro barbe...ma l'ambasciatore stesso sembrava strano ai vichinghi per il fatto di lavarsi di continuo e tenere i capelli tagliati cortissimi), sembravano ovviamente barbari. Ai monaci che videro i loro conventi saccheggiati ed i preziosi libri dati alle fiamme dovevano forzatamente apparire ignoranti ed incivili quegli stranieri: sembrava incomprensibile che la loro cultura si potesse ancora tramandare oralmente, o che gli scaldi sapessero citare poemi interi senza leggerli.

    Da sempre si è abituati a stabile un metro di valutazione degli "altri" partendo dal nostro, dimenticando (o trascurando) che l'ambiente esterno influenza pesantemente la singola civiltà.

    Fonte/i: Dottore di Ricerca in Storia
  • Anonimo
    7 anni fa

    Questa considerazione viene dai romani, visto che la loro civiltà (c'è da dirlo!!) era molto più evoluta dal punto di vista sociale ed economico, ma soprattutto culturale. Quando videro per la prima volta delle "bestie" XD alte robuste seminude con delle barbe incolte ed elmetti con corna animali che distruggevano tutto e tutti allora li definirono ignoranti, rozzi e violenti. Gli arabi invece ( a differenza di oggi) erano meno violenti c'è da dire anche che i romani ritenevano ignoranti quei popoli che non stavano sotto il controllo romano e gli arabi in parte erano dentro l'Impero. Comunque gli arabi dopo la caduta dell'Impero introdussero il metodo numerico che ancora oggi utilizziamo (1;2;3;4; ecc...) e in Sicilia soprattutto, le arance (insieme agli spagnoli) , le carrube e la famosa cassata siciliana.

    Fonte/i: Me tesso!
  • 7 anni fa

    è semplice diego, sono passati alla storia in questo modo perché cosi' li hanno descritti le vittime delle loro incursioni (monaci ecc..)

    inizialmente i vichinghi erano dei semplici predoni,che saccheggiavano le coste come i saraceni.

    Poi quando divennero cristiani e si stabilirono nei territori conquistati formarono regni che durarono secoli e si mostrarono dei buoni amministratori oltre che ottimi soldati.

    anche io sarei fiero di essere un loro discendente

  • 6 anni fa

    hallo , non si chiama nodmandia ma nordmandia ,terre del nord ,verso l´anno 905 i popoli nordici ,significa norvegesi e finlandesi (CHIAMATI VICHINGHI) DOPO UN ALTRO SECOLO DI SVARIATE NAVIGAZIONI TERRE SACCHEGGIATE ED ALTRO CHE NON STO QUI A SOTTOLINEARE ;SI SONO CONQUISTATE QUESTA STRISCIA DI TERRA; IO CONOSCO BENE ;PERCHE ´ VI POSSO ASSICCURARE CHE IO DISCENDO DA QUESTA STIRPE IL 100% IO SONO NATO COME VOI SIGNORI IN QUESTA MERAVIGLIOSA TERRA CHIAMATA SICILIA ;LA MIA FAMIGLIA E VENUTA IN SICILIA SOTTO IL PRIMO GRANDCONTE RUGGERO I FINO AD OGGI NOI PARLIAMO ANCORA IL VECCHIO DIALETTO CELTICO NORMANNO ED IL DIALETTO ITALO GALLICO CIOE´ TUTTE LE CITTA´´ COME ENNA NICOSIA CENTURIPE ED EC:::::::::::::: UN SALUTO AFFETTUOSO E SENZA CRITICA ALLE VOSTRE DICHIARZIONI NEL BENE DELLA CULTURA E PATRIMONIO GENETICO DI UN POPOLO;IO E I MIEI FAMIGLIARI NON SIAMO TUTTI BIONDI O ROSSI DI CAPELLI HO LA PELLE CHIARA MA SIAMO TANTE SVACCETTATURE DI POPOLI CHE SI SONO NEL TEMPO INCROCIATI CON NOI;NESSUNO E PIU´´ AL CENTO PER CENTO (NORMANNO HO LIGURE HO LOMBARDO HO ARABO) IO SONO DI PELLE CHIARA HO GLI OCCHI DI COLOR VERDE E I CAPELLI BIONDI CHE VANNO VERSO IL COLORE ROSSICCIO CHE SIGNIFICA CHE SONO SOLO IO DISCENDENTE NORMANNO E I MIEI FRATELLI CHE HANNO QUASI TUTTI I CAPELLI CASTANI E GLI OCCHI CASTANI LORO PROVENGANO DAL UN ALTRO INCROCIO NO ;PURE RUGGERO I ERA DI CAPELLI CASTANI E GLI OCCHI CASTANI ;CHE SIGNIFICA TUTTO QUESTO ? CHE LE PERSONE NON SI DISTINQUONO DALLA ASPETTO MA DEL CUORE UGUALE QUALE DISCENDENZA :un saluto dal un signore anonimo ,barone, conte di sicilia e calabria , ficarazzi e sperlinga

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    Anche io sono del sud e dalla parte materna i miei parenti erano e sono tutti biondi con gli occhi color ghiaccio..che bella la genetica!Comunque i normanni erano dipinti così solo dalle vittime delle loro incursioni.Le notizie su di loro ci derivano esclusivamente da osservatori esterni che altro non facevano che constatare la loro diversità sotto tutti i profili.Si possono considerare un'etnia a se stante ben distinta da quella dei germani continentali.Prima dell'età vichinga vivevano confinati in scandinavia separati dagli accadimenti e dalle conquiste culturali e tecnologiche del sud europa.Ma non faticarono ad assimilarle e a renderle sapientemente proprie in Normandia.Quando arrivarono "giù" erano ben diversi nell'aspetto fisico,nell'abbigliamento e nei costumi dai loro nonni che colonizzarono il nord della Francia:dopo solo 2-3 generazioni che li distanziavano dai classici stereotipi dei vichinghi avevano assunto l'abitudine in media di portare i capelli corti e radersi la barba alla maniera dei Galli portando solo lunghi baffi ed erano a tutti gli effetti francofoni(anche se non si identificarono mai completamente con i franchi).Ed insegnavano ai giovani a condurre con grande eloquenza da sè qualsiasi discorso.Quindi non si può dire che fossero primitivi..solo che avevano uno spiccato senso dell'essenziale per cui tutto ciò che facevano era totalmente finalizzato all'incremento del loro benessere.Si sono evoluti in un contesto ambientale peculiare,la Scandinavia,che richiedeva per sopravvivere il massimo sviluppo di tutte le capacità psicofisiche.Questo spiega tutte le loro qualità.

  • 7 anni fa

    Perché quando il tuo debutto nella storia lo fai con il massacro di Lindisfarne è ovvio che ti fai quella reputazione, va comunque detto che feroci lo erano almeno all'inizio, poi dopo la cristianizzazione quell'aggressività venne reindirizzata verso le crociate del Nord.

  • Anonimo
    7 anni fa

    Il Fatto che i vichinghi andavano in giro per le coste europee a bruciare e saccheggiare non ha certo aiutato la loro reputazione. Però come hai detto tu, erano eccellenti navigatori, arrivarono a navigare in molti mari, dalla costa nordamericana al Porto di Costantinopoli, dai fiumi dell'Ucraina alle coste siciliane.

    Riguardo i tuoi tratti somatici: essi non sono per forza riconducibili alle genti normanne (ma non sono nessuno per contrariare le tue ipotesi), visto che in Siclia nei secoli sono arrivati molte genti dall'Europa "Bionda":

    -popolazioni neolitiche.

    -schiavi celti e liguri in epoca cartaginese e greco-romana.

    -schiavi germanici in epoca tardo-romana.

    -popolazioni slave e balcaniche in epoca bizantina e alto-medievale.

    -coloni lombardi, liguri e piemontesi che ripopolarono alcune zone siciliane (ancora oggi in queste zone si parla un dialetto nord-italiano detto gallico di Sicilia)

    Interessante è lo studio degli Aplogruppi: sono indicatori genetici presenti nel DNA di ogni maschio, ce ne sono molti di questi gruppo genetici, ognuno riconducibile a diverse zone geografiche: in Sicilia sono stati fatti test del DNA che hanno rivelato non pochi apperteneti ad aplogruppi tipicamente scandinavi e germanici, soprattutto nella zona di Palermo, dove la percentuale rivelata e stimata supera di gran lunga le altre zone di Italia, le percentuali sono sempre modeste (5-10% della popolazioni isolana nord-occidentale) ma fanno curiosità in un contesto, quello Siciliano, dominato da aplogruppi tipici del Mediterraneo Orientale e del resto d'Italia.

  • 7 anni fa

    La concezione sferica della terra ce l'avevano già millenni prima, in Grecia.

    L'aspetto più caratteristico di questi popoli era proprio la spietatezza, la rozzezza. Mentre i romani erano già grandi filosofi e letterati, loro mungevano vacche e uccidevano qualsiasi persone non fosse come loro. Insomma erano animaleschi privi di rispettabile etica.

  • 7 anni fa

    chi ti a detto che tu sei di diicendenza normaan forse i tuoi

    avi erano arabi allora saresti arabo, i vikinghi era popoli scan-

    dinavi. quelli di essei che vennero in europa furrono choamato

    normanni ( dal tedesco "nord-männer uomini del norda) per

    esempio la nodmandia in frrancia era abitata da loro

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.