Domanda sulle cotture nocive?

La cottura della carne arrosto con il carbone è molto nociva. La tossicità dipende dal contatto con il fumo del carbone oppure dal semplice fatto che la carne si brucia? E se la carne si brucia cuocendola in altro modo, tipo forno o piastra, è lo stesso? E per quanto rigurda le cotture al carbone di pesci o verdure, qual'è il loro grado di tossicità? Della cottura con la piastra che mi sapete dire? La frittura in padella fa più male di quella in friggitrice?

Aggiornamento:

dimenticavo. i cibi affumicati fanno male?

Aggiornamento 2:

Add@ Edoardo - mi sembri abbastanza preparato, ma mi sapresti anche dire, se facessimo un paragone, fa più male una fetta di carne bruciata con il carbone o una fetta fritta in un olio usato cinque volte?

Aggiornamento 3:

Se si aggiunge un po' di olio nella piastra fa meno male?

4 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Migliore risposta

    è tossico tutto ciò che è bruciato, dalla carne alla verdura. Sopratutto nella cottura alla brace o alla griglia su fiamma viva, il grasso della carne cade sulla carbonella e il fumo passa all'alimento formandosi il benzopirene che ha proprietà cancerogena e mutagena (si forma anche nell'affumicamento). Mentre se si continua ad alte temperature si ha la Pirolisi, ovvero gli amminoacidi si decompongono e formano le ammine eterocicliche aromatiche che hanno anche proprietà cancerogene e mutageni. Frittura in padella o in friggitrice, secondo me è meglio la friggitrice in quanto puoi regolare la temperature dell'olio in modo che non superi i 180° così sei sicuro che l'olio non superi il suo punto di fumo. Se ciò accadesse si producono altre sostanze tossiche: acroleina e perossidi (oli migliori per la cottura sono oliva e arachide). Se la carne la cucini in altri modi tipo al forno è più salutare in quanto non si forma il benzopirene e si crea una crosta intorno all'alimento che mantiene tutti i nutrienti.

    Ricordati che il benzopirene o le ammine eterocicliche aromatiche si accumulano sopratutto sulla superficie dell'alimento, quindi sarebbe meglio rimuovere le parti più bruciacchiate ;)

    Fonte/i: studente alberghiero
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • giokko
    Lv 6
    7 anni fa

    Sia il fumo che la carbonizzazione sul cibo contengono tossine ... anche la carbonizzazione sulla piastra contiene tossine.

    La qualità della frittura, dipende dal tipo di olio usato (preferibilmente oliva), dal fatto che sia usato una sola volta.

    C'è da dire che le brace, emettono pochissimo fumo, con un po' di pratica non si fa annerire il cibo.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Tutto ciò che si brucia e crea quella crosticina nera è tossico... la frittura fa male a prescindere, soprattutto se fatta con olio già usato e fatto bollire più volte

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    è proprio il fatto di venire carbonizzata che rende la parte bruciata della carne nociva. Lo stesso per tutti i cibi bruciati!

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.