Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 7 anni fa

secondo voi è opportuno che i seminaristi vadano in spiaggia?

Secondo voi è opportuno che i seminaristi vadano in spiaggia?

Un tempo la Chiesa era rigida nell'impedire che i seminaristi frequentassero le spiagge e addirittura si chiedeva ai genitori degli alunni dei seminari minori di dichiarare che i loro figli si fossero tenuti lontani dalle spiagge: http://www.fondazioneterradotranto.it/wp-content/u...

Oggi invece sembra che questa intransigenza sia venuta meno e che sia tollerata la frequentazione delle spiagge da parte dei seminaristi.

Sarò un po' all'antica, ma non approvo questa nuova impostazione. Chi entra in seminario intraprende un cammino che comporta la separazione dal mondo e l'impegno a vivere nella totale castità. E' vero che di per sé andare in spiaggia non comporta una violazione di questo impegno, ma a mio parere è sempre meglio evitare ogni possibile tentazione. Per questo ritengo che sarebbe opportuno da parte dei seminaristi (e a maggior ragione da parte dei sacerdoti) si astengano dall'andare al mare.

9 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 anni fa
    Migliore risposta

    Bada....son finiti i tempi dei " mutandoni " e del costume integrale in spiaggia....una mia carissima amica suora, che insegna a Viareggio, porta i bambini in spiaggia e lei stessa è in costume da bagno, non bikini, ma costume certamente .....

    tu preferiresti che facessero come quella nuotatrice iraniana di 32 anni che ha battuto il record di nuoto sui 20 Km. in mare aperto ( meno di 6 ore ) e non si è vista omologare il record dalla sua federazione.....pensa era coperta con un costume integrale nero che la copriva dalla testa ai piedi, ma non gli hanno omologato il record perché...." uscendo dall' acqua si intravedevano le sue forme femminili "

    vuoi tornare al Medio Evo come l' Iran ....?

    P.S. : e poi per quale motivo vuoi negare aria buona e iodio marino a seminaristi e sacerdoti ...?

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    allora non dovrebbero andare da nessuna parte, non dovrebbero andare a fare la spesa, perché potrebbero passare davanti al contenitore di profumi che ha come foto in cima una coppia avvinghiata, e non dovrebbero andare in giro per la strada per non vedere la pubblicità della intimissimi...

    ha ragione l' utente prima di me, non è la donna a dare desiderio, ma la mancanza di essa.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Dyd
    Lv 6
    7 anni fa

    Secondo me non se lo dovrebbero neanche toccare, neanche quando vanno a fare pipì.

    Dovrebbero munirsi di pannolone da farsi cambiare di volta in volta.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    sai che cosa genera pensieri sessuali?

    Non è la spiaggia

    Non sono i corpi mezzi nudi in spiaggia

    Non sono le donnine in tv

    Non è la farfalla di Belen

    Sai cosa genera veramente i pensieri sessuali?

    AVERE IL QAZZO

    Sei sul bus, indossando i jeans, il moto leggermente ondulatorio potrebbe causare una erezione.

    VIETIAMO I BUS???????

    Fonte/i: BILL HICKS
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Oggi come oggi le ragazze si vestono con jeans che assomigliano più a dei boxer che a delle braghe ...dunque per sfuggire alla tentazione un povero seminarista non dovrebbe neppure andare al supermercato!! Non mi sono mai fatto problemi su questa cosa: gli oratori della Lombardia portano spesso i loro ragazzi in vacanza o al mare o in montagna. Sta poi ad ogni seminarista/prete in coscienza non fare il pollo =D

    A mio parere è una cosa buona se si va con amici o con ragazzi del proprio oratorio...io sconsiglierei l'andarci da solo...ma solo perché secondo me è una noia andare in spiaggia da soli =D sconsiglierei anche spiagge costose ma perché non mi sembra nello stile di un seminarista/prete andare in posti costosi.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • S.P.
    Lv 6
    7 anni fa

    Quando ai cattolici si dice che essi sono come i nuovi <farisei > si arrabbiano e protestano. C' è poco da protestare, il linguaggio farisaico di Paolo di Tarso è entrato in loro ad iniziare dal cervello facendone un proprio lavaggio, ed ha invaso tutti gli organi attraverso la circolazione del sangue. In tutto guardano le cose sotto l' aspetto più falso facendosi forte della scrittura. Quale scrittura? Quella del grande fariseo Paolo di Tarso, alunno integerrimo della scuola farisaica di Gerusalemme, retta dallo insigne fariseo Gamaliele. Paolo stesso si vantava di essere stato in quella scuola un alunno prodigio. Sarà stato miracolato da Gesù durante la via per Damasco, non discuto di questo, ma ho validi motivi da dubitare, non tanto per la sua completa conversione, quanto nel modo in cui ha contagiato il cristianesimo delle origini, e soprattutto il cattolicesimo irreversibilmente, diffondendo il nuovo modo di essere <fariseo>.

    Essere farisei significa storpiare la verità nella sua vera essenza, rendendola profondamente ipocrita. Significa essere totalmente ipocriti, direi anche nell' animo oltre che nella mente.

    Lo erano già ipocriti al tempo di Cristo, lo sono ancor più dopo due mila anni. Se prima erano "sepolcri imbiancati" ora, i nuovi farisei sono diventati: "mausolei imbiancati" che nascondono i cadaveri in putrefazione dentro di se.

    Che c'è di male se un seminarista va a farsi i bagni in spiaggia?

    Che c'è di male se una suora va a farsi i bagni in spiaggia?

    Che c'è di male nel mostrare il corpo in costume in una spiaggia popolata da gente in costume a fare i bagni di mare o a prendere il sole per abbronzarsi?

    Dovrebbe essere una gioia per tutti vedere gente religiosa gioire nell' essere contenti del corpo che Dio ci ha creato.

    Vivere e pensare come se il corpo sessualmente fosse il veicolo del peccato, è proprio da farisei.

    Il corpo ed il sesso inteso come veicolo di satana, come lo definì Agostino fedele interprete di Paolo, gli è servita come definizione per convincere gli uomini all' idea che <la colpa del peccato originale> si è trasmessa attraverso l'unione sessuale per dopo condurre l' uomo verso la concupiscenza . Falsità degna da farisei !!.... Giacchè si sa bene che Gesù non ha mai detto nulla sulla < ereditarietà della colpa del peccato di Adamo> e delle sue immaginarie conseguenze verso la umanità.

    Namasté

    Pietro

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Natan
    Lv 7
    7 anni fa

    I seminari sono cose in abominio dinnanzi a Dio. Comunque non c'è alcun dubbio che andare al mare sia una concupiscenza mondana, e dunque non può caratterizzare i credenti che sono chiamati a santificarsi e ad astenersi da ogni tipo di iniquità. I figli di Dio sono il tempio di Dio, dello Spirito Santo (1Corinzi 6:19-20) e dunque devono possedere il prorpio corpo in santità e onore senza scoprirlo pubblicamente perchè Iddio pretende non soltanto una santificazione spirituale ma anche corporale. Andare al mare a mettersi mezzi nudi solo perché lo fanno tutti, significa conformarsi al presente secolo malvagio e dimenticare la chiamata rivolta dal Dio tre volte Santo il quale comanda di conservare puri i nostri occhi e di non essere d’intoppo al nostro prossimo inducendolo al peccato.

    I credenti che disprezzano questi precetti, disprezzano Dio che gli ha fatto il dono del suo Santo Spirito e si attireranno addosso la sua vendetta (1Tessalonicesi 4:3-8)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • mia
    Lv 6
    7 anni fa

    Si credo sia più che normale

    Citandoti "Chi entra in seminario intraprende un cammino che comporta la separazione dal mondo e l'impegno a vivere nella totale castità" se andare in spiaggia comporta una tentazione tale da rompere il voto di castità (o promessa di celibato) la vita sacerdotale non credo faccia per loro....

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Fulgor
    Lv 4
    7 anni fa

    Anche secondo me non dovrebbero andare .

    E' un luogo pieno di tentazioni ed è un luogo inadeguato per un seminarista dal momento che ha deciso di donarsi completamente a Dio e di fuggire le tentazioni.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.