FARE COMING OUT???? aiuto?

Salve a tutti. Vi espongo il problema che mi affligge da un po di tempo.. Ho sempre saputo di essere Gay. Prima mi ritenevo Bisex ma da sempre so di essere attratto dai ragazzi. Ho 18 anni e la mia prima esperienza per avere la certezza di essere gay l'ho avuta un anno fa, quando ho conosciuto un ragazzo in chat di 18 anni (io ne avevo 17) e ci siamo visti qualche volta. Da questa esperienza ho capito che la mia attrazione verso i ragazzi è vera e anzi non provo più attrazione per le ragazze nonostante sia stato 1 anno fidanzato con una ragazza. Nonostante questo ho trascorso tutto quest'anno cercando di nascondere la mia omosessualità a me stesso e agli altri continuando a frequentare qualche chat gay senza conoscere però nessuno di interessante. Circa due mesi fa però ho conosciuto un ragazzo 24enne molto carino sia esteticamente che interiormente con la quale dopo 1 mese di webcam e chat abbiamo deciso di incontrarci. (Alla fine c'è stato anche un bacio).Grazie a questo incontro ho capito che è veramente una persona interessante ed avrei tanta voglia di conoscerlo affondo ma c'è un grande problema: mentre lui è dichiarato io non lo sono e non riesco a farlo. Ho troppa paura, non riesco a farlo. Spesso penso che sia giusto dirlo almeno alla mia migliore amica ma non so come fare. Ho troppa paura. Ho paura che nessuno mi accetti compresi i miei genitori. Nel frattempo però non voglio farmi scappare questo ragazzo perchè penso potrebbe nascere una bella relazione.Sto passando un periodaccio perché ho tanta rabbia con me stesso ed ho voglia di vivere la mia vita con spensieratezzza e serenità (cosa che non ho mai fatto fino ad adesso per il mio sentirmi sempre diverso dagli altri). Premetto che i miei modi di fare sono maschili chiedo un consiglio a tutti voi per riuscire a fare coming out almeno con la mia migliore amica per cercare di vivere con spensieratezza la relazione con questo ragazzo. Ve ne sono grato.

5 risposte

Classificazione
  • zima
    Lv 6
    7 anni fa
    Risposta preferita

    Stai tranquillo, qualcuno che capisce il valore di un CO esiste ancora.

    Lo ricordo (solo per gli altri, tu puoi saltare la pappardella e andare a leggere in fondo, dopo la linea)

    ----Valore del CO per la persona che lo fa:

    Gli etero parlano continuamente della loro eterosessualità, ogni volta che commentano una ragazza/un ragazzo, che menzionano l'ex, il marito, la suocera, le vacanze assieme, la convivenza e via dicendo. Per un po' di sesso non conta, ma se vuoi una storia seria non può non essere alla luce del sole, sennò dopo un po' la coppia soffoca. Vivere assieme, fare la spesa assieme, insomma, essere una coppia adulta implica un certo grado di visibilità, lo stesso che hanno gli etero. Anche i 16enni di YA prima o poi diventeranno grandi e avranno bisogno di queste cose.

    Il CO serve a dare il giusto peso alle parole. Se festeggiamo gli anniversari, siamo gelosi e andiamo a letto tutti i giorni, beh.... mi sembra poco rispettoso della coppia chiamarsi amici.

    Il CO serve anche a condividere con le persone a cui vogliamo bene le cose importanti della nostra vita. Questo è quello che fanno le persone mediamente. Se si vuole avere una doppia vita che esclude tutti gli amici, parenti e così via, o se si vuole giocare anche a 30 anni all'agente 007 prego, continuiamo con il nascondino. Possiamo anche trasferirci in Uruguay, e fare CO solo con gli uruguayani, se abbiamo paura di farlo in casa (tra l'altro lì possiamo sposarci e adottare), basta non dover chiedere a lui di uscire di casa dal retro "sennò i vicini cosa pensano". Basta vivere sereni e senza bugie.

    ---Valore del CO per la società

    Ogni volta che facciamo CO c'è qualcuno di nuovo che comprende che siamo persone normali. Per ogni persona che non si nasconde più ci sono un sacco di amici conoscenti e parenti che comprendono una verità fondamentale. Se tutte le persone lgbt, ovvero il 10% della popolazione, facesse CO, le nostre battaglie le avremmo vinte da un pezzo. Vi sembra poco?

    ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    Veniamo a te. Hai bisogno di vuotare il sacco con qualcuno. Mica con tutti assieme, tranquillo.

    Cominciare dalla tua amica è ottimo: di solito le ragazze non si fanno problemi all'idea che un loro amico sia gay, se vuoi indaga un pochino, raccontale di avere conosciuto un ragazzo e di avere saputo che è gay, e osserva la sua reazione. Oppure chiedile francamente cosa pensa dei gay prima di lanciarle che anche tu lo sei. Però... secondo me potresti anche buttarti direttamente. Non stai confessando un delitto, vedrai che guadagnerai subito un'alleata preziosa!! Potresti anche scriverle una lettera, se non ce la fai di persona.

    Non ho capito una cosa: ma questo ragazzo ti ha chiesto/imposto di fare CO?

    Per quale motivo? Guarda che lo puoi frequentare senza essere dichiarato, almeno inizialmente, poi se la cosa prende una certa piega o se ti senti pronto, allora sì, sarai abbastanza motivato. Devi essere pronto tu però (anche se nessuno lo è mai del tutto quando lo fa, per tutti è un rischio).

    Pensiamo un po' ai tuoi genitori, adesso.

    Sei abbastanza consapevole di te per ribattere alle frasi che i genitori a volte riversano sui figli in questi frangenti? Esempio: è solo una fase, hai conosciuto qualcuno che ti ha plagiato, cosa abbiamo sbagliato, perché vuoi essere una donna, come fai ad esserne sicuro, è un peccato, è una malattia, ora ti togliamo telefono e internet...

    Ti consiglio di leggere questo sito, in particolare

    Questa pregevole guida sui CO ai genitori

    http://www.agedonazionale.org/approfondimenti/guid...

    Questo è per te:

    http://www.agedonazionale.org/approfondimenti/dirl...

    Tieni presente che non tutti i genitori reagiscono con difficoltà, potresti anche sentirti dire fin da subito "e allora? basta che sei felice!"

    ----E il CO con gli amici? Beh, è dura, ma ricorda che se qualcuno non ti accetta non merita di essere tuo amico. Un CO aiuta a sfoltire, a dividere gli amici inutili da quelli veri e importanti.

    Chi ti vuole bene resterà al tuo fianco, anzi, sarà più vicino di prima, perché ti conoscerà meglio.

    Sarebbe una cosa positiva se questo ragazzo ti facesse conoscere altri ragazzi gay di persona, e non dietro uno schermo, hai bisogno di modelli, esempi, pietre di paragone, e perché no, amici che capiscano cosa stai passando.

    In bocca al lupo!

  • Anonimo
    7 anni fa

    Se lei è una vera amica ti accetterà senza troppi problemi. Semplicemente dille che hai conosciuto un ragazzo e che per lui provi più di una semplice amicizia, perché sa come renderti felice, e se tu sei felice lo sarà anche lei per te. Le parole ti usciranno spontaneamente, quindi tranquillo. Però devi essere certo di volerglielo dire, perché se ancora non ti senti sicuro di fare coming out non è detto che tu debba dirglielo per forza. Il giorno in cui ti sentirai pronto ne parlerai come se parlassi delle stagioni che cambiano ;) In bocca al lupo ..

  • 7 anni fa

    Col tempo si imparano a conoscere le persone e solo tu puoi sapere come reagirà lei, anche se è davvero la tua migliore amica dovrebbe prenderla bene. Anche riguardo ai genitori io sono sicuro al 100% che i miei la prenderebbero bene ma non voglio fare coming out. Se te la senti fallo!! Stai pur certo che non te ne pentirai!!

    Se vuoi un consiglio introduci l'argomento in qualche modo, non immediatamente: "cosa nei pensi degli omosessuali?"

    Ad esempio: "ho visto un film..."

    Se inizi a parlare ti verrà molto più facile dirlo, è difficile lo stesso ma puoi farcela!

    Ad esempio il mio coming out è stato reso possibile grazie alla mia migliore amica che mi ha chiesto: "ma i tuoi ti hanno mai chiesto se sei gay?"

    E io le ho risposto: "no, forse perchè lo sanno già..."

    Ci siamo messi a ridere ma dopo ho detto: "a parte gli scherzi, sono gay davvero"

    Lei mi ha accettato ed è contenta che glielo abbia detto.

    Buona fortuna!!

  • Mario
    Lv 6
    7 anni fa

    Secondo me per fare certi giochini in tutta gaiezza non c'è bisogno che si riunisca una commissione interdisciplinare per darti un diplomaSono cose che si possono fare anche senza la licenza comunale. Altro è se ti vuoi portare il tuo amichetto a casa e sloggi tuo fratello dalla stanza e lo mandi a dormire sul divano del salotto. in quel caso una qualche spiegazione la devi pur dare, ma vedrai che troverai tutti d'accordo basta che non fate troppo rumore durante la notte e soprattutto se il tuo moroso è gentile con papà e mammà e ogni tanto faccia fare un giretto anche al tuo fratellino e alla sorellina. Viviamo già nell'epoca del post CO. Il CO è caduto in disuso per l'abuso che se ne faceva. Molti ragazzi e ragazze tra una birra e una striscia si dimenticavano di averlo già fatto appena 5 minuti prima e ripetevano imperterriti la solfa ai poveri genitori che non arrivavano alla terza settimana. vai pure tranquillo, lo sanno tutti, ma non cambiare boyfriend troppo spesso o peggio non essere esageratamente poligamo per non ridurre casa tua come la sala partenze dell'aeroporto di Fiumicino nel mese di agosto.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    7 anni fa

    questi si che sono i dilemmi del mondo,praticamente non sopporti l idea di prenderlo in culò di nascosto,vuoi che TUTTI SAPPIANO CHE TI PIACE NEL COLON,però

    e poi dicono che i gay non vogliono stare sempre al centro dell attenzione

    come mai su 10 lesbiche sono 2 o 3 vogliono far sapere a tutti che gli piace la faiga mentre su 10 gay solo 2 o 3 vogliono tenersi questa cosa per loro???

    come mai??

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.