Camminare scalzi aumenta o diminuisce la piattezza del piede?

Mi avevano detto che i bambini tra i 5 e i 10 anni che hanno una leggera piattezza del piede, possono recuperare camminando sulle punte. Anzi, il fisiatra mi disse che camminare scalzi fa bene, piuttosto che avere le calzature. Ora Stefano mi dice che camminare scalzi sul pavimento di casa è pernicioso. http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Av...

Per favore chiarite? Grazie.

Aggiornamento:

P.S. Torukh, siamo tutti d'accordo sui terreni naturali come da ragionamento evoluzionistico, che non fa una grinza. Però Pippo fa una terribile profezia: devo impedire ai miei bambini di camminare scalzi in casa, dove il pavimento non è irregolare! È così? Tieni conto che è una guerra fare mettere i sandali d'estate in casa ai bambini, fa caldo e voglio stare a piedi nudi...

5 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Ti ho risposto nei commenti all'altra domanda. Se si cammina sulle piastrelle il piede tende a "abbassarsi", a diventare piu' piatto per avere maggior stabilita' e equilibrio. se si cammina invece a piedi nudi sulla sabbia, sull'erba o sulla terra le cose cambiano, il piede vine stimolato e si rinforza la muscolatura (ad esempio se calpestiamo un sasso il sistema nervoso stimolera' i muscoli della volta plantare ad "alzarsi"). meglio quindi che il tuo bimbo non cammini a piedi nudi in casa ma con ciabattine o sandali, se hai un giardino approfitta delle belle giornate per farlo stare fuori a giocare ! Spero di esserti stato utile. Auguri !

  • Pippo
    Lv 7
    7 anni fa

    Ti chiarisco subito il dubbio: camminare a piedi nudi stimola la muscolatura del piede e ne favorisce la formazione delle curvature anatomiche, ma NON SU SUPERFICI PIATTE! Il pavimento di casa è piatto e indebolisce ancora di più l'appiattimento dei piedi. Invece camminare FUORI CASA scalzi, su un prato o al mare, obbliga a camminare sulle punte dei piedi come difesa involontaria a eventuali asperità e irregolarità del terreno e quindi evita la formazione dei piedi piatti.

    Quindi scalzi si, ma non a casa!

    Fonte/i: COnoscenze di posturologia
  • Torukh
    Lv 4
    7 anni fa

    La nostra struttura fisica é perfettamente adeguata al cammino, non a caso, la nostra specie é tra quelle che spreca meno energie durante la deambulazione.

    Questa caratteristica ci é data come eredità dal passato di milioni di anni in cui la nostra specie era dedita ad un'economia di caccia e raccolta che quindi necessitava di coprire grandi distanze di territorio ma senza grandi necessità di velocità negli spostamenti visto il seguito di vecchi e bambini che le tribù portavano sempre con se.

    Prima che entrasse nella stanzializzazione, la nostra specie non aveva necessità di usare delle calzature, ed a testimonianza di ciò basta osservare la vita dei boscimani, degli indios e di tutte quelle tribù che vivono ancora secondo un'economia di caccia e raccolta.

    Basta un ragionamento logico: nasciamo colle scarpe? direi di no, quindi di certo la struttura meccanica del piede crescerà più in salute quanto meno sarà costretta dentro una scarpa con una suola a frapporsi tra essa ed il suolo.

    Che poi non si possano trovare suoli perfettamente lisci in natura, mi sembra ovvio.

    Prendi il tuo bambino e fallo andare in spiaggia senza ciabatte se il sole lo permette.

  • Daniel
    Lv 5
    7 anni fa

    Penso che, a meno che le scarpe non siano ortopediche o comunque mirate a risolvere tale problema, sia meglio camminare scalzi a casa. Alcune scarpe fanno stare il piede in posizioni scomode o poco naturali. Non sono un esperto però, è soltanto quello che penso. Ciao!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    occhio che se cammini sempre scalza ti vengono i piedi palmati

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.