Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaGatti · 8 anni fa

Aiuto gattina! ENTRATE VI PREGO (micosi, atteggiamenti aggressivi)?

Ciao! Ho bisogno di alcuni consigli per la mia gattina, AIUTO! Il mio ragazzo ha trovato nel cantiere una gatta con 4 cuccioli piccolissimi (circa 2 mesi, peso 500g-info ricevute in seguito dalla veterinari), in seguito si è scoperto che la gatta è di una signora che abita là vicino. Io ho preso una femminuccia, non curante nemmeno del fatto che fosse randagina. L'ho portata a casa, si è immediatamente abituata alla lettiera, si è fidata subito di me, veniva da me in cerca di coccole.. Insomma un tesoro! Il giorno seguente l'ho portata dalla veterinaria e lei ha avuto il sospetto che avesse la micosi. Mi ha consigliato di isolarla e fare la cura di 5 settimane(alterne, 1 si ed una no) con un medicinale Intrafungol e la schiuma per il pelo Deroxen. Io non ho avuto il coraggio di chiuderla in una stanza e farla stare li per tutto quel tempo, ho deciso di tenerla con me in salotto e in cucina (infatti dormo con lei sul divano) e passare con l'aspirapolvere e pulire il pavimento con il detersivo ogni giorno. Da quando le faccio la cura 4 giorni, lei è cambiata molto: mi graffia e morde abbastanza violentemente(disinfetto le ferite ogni volta), immagino lo faccia per giocare, ma prima che cominciassi a metterle la schiuma e dare il medicinale era molto più cauta quando giocava con me. Ho letto che per farla sfogare devo darle giochini, infatti così ho fatto, però osservando come gioca mi sembra molto aggressiva e mia mamma dice che così diventa ancora più agitata!

Io mi sono già molto affezionata a lei e non vorrei mai che pensasse che io la tratto male e che sono un pericolo per lei (per le cure)..

Domande:

1. Come faccio a farle capire che i medicinali sono una cosa buona e che deve guarire?

2. È possibile che pensi che mi graffi e morda in quel modo per dispetto 'vendicandosi'? Oppure semplicemente è perché è stata tolta dalla mamma quando questa non le aveva ancora insegnato a giocare con moderazione?(non potevo lasciarla ancora lì per strada, più tempo avrei fatto passare peggio sarebbe stato). Vorrei anche farla uscire con me e farla giocare sul giardino, ma mi è stati sconsigliato per la micosi.

3. Ho fatto bene a non isolarla e tenerla con me? Avevo paura che perdesse tutta la fiducia in me e diventasse cattiva nei miei confronti.

4. È vero che diventa ancora più agitata giocando con i giochi o al contrario si calma?

4. Le ho comprato l'erba gatta però non la mangia, gioca e basta.

5. Non beve l'acqua, infatti sono costretta e metterla insieme ai croccantini e cibi in scatola o diluire con il latte.

Se qualcuno di voi è un veterinario o un esperto di gatti vi prego di aiutarmi perché non ho tanti soldi da spendere e non posso portarla per ogni cosa dalla veterinaria che mi ciuccia un sacco di soldi e nemmeno si degna di darmi un consiglio.

GRAZIE IN ANTICIPO

4 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Sicuramente morde e graffia per giocare, non per la cura che le stai facendo, sarà infastidita da questa ma non capirà mai il motivo per cui la sta facendo, questo non è comunque un problema.

    Il gatto non si vendica ovviamente, per lei è solo un modo di giocare, dille un NO secco ogni volta che ti fa male e smetti di giocare, piano piano capirà.

    Se la tratti bene non diventa cattiva, ma il veterinario ti ha detto di isolarla perchè alcuni tipi di micosi sono contagiose per l'uomo e soprattutto tra gli animali, come per esempio la tigna, che viene trasmessa ancora più facilmente attraverso tagli e graffi.

    Quindi non dovrebbe assolutamente venire in contatto con altri animali per evitare il contagio, per questo motivo non può uscire in giardino, stai molto attenta anche tu, lava sempre le mani ed evita che venga in contatto con tagli e ferite.

    Giocando si agita molto, ma se la fai giocare tu saprai che sarà agitata in quel momento e con il gioco si stancherà e non sarà agitata in altre situazioni.

    L'erba gatta serve solo per pulire l'ntestino e aiutare il gatto ad eliminare i boli di pelo, se non ne sente bisogno non la mangia.

    Il gatto in generale beve molto poco, soprattutto se mangia anche cibo umido quindi non devi preoccuparti di mischiare il suo cibo con l'acqua. Assolutamente da evitare invece è il latte di mucca, il quale può portare violente diarree perchè spesso i gatti non sono in grado di digerire il lattosio. Se vuoi proprio darle il latte dovresti comprare quello apposito in farmacia o nei negozi di animali oppure latte di capra molto diluito. Il gatto non ha però bisogno del latte dopo lo svezzamento, quindi visto che mangia già da solo è molto meglio lasciare solo acqua.

    Evita di utilizzare ciotole di plastica, usa solo quelle in vetro, acciaio o ceramica, questo perchè la ciotola di plastica causa spesso acne al gatto.

    Cambia l'acqua tutti i giorni e lava sempre la ciotola dell'umido dopo l'uso.

  • 8 anni fa

    1. Come faccio a farle capire che i medicinali sono una cosa buona e che deve guarire?

    E' impossibile.

    2. È possibile che pensi che mi graffi e morda in quel modo per dispetto 'vendicandosi'? Oppure semplicemente è perché è stata tolta dalla mamma quando questa non le aveva ancora insegnato a giocare con moderazione?(non potevo lasciarla ancora lì per strada, più tempo avrei fatto passare peggio sarebbe stato). Vorrei anche farla uscire con me e farla giocare sul giardino, ma mi è stati sconsigliato per la micosi.

    Ti graffia perchè non gradisce la cura ed esprime al modo felino la sua contrarietà. Questo è molto diverso dal non saper dosare la forza del morso e del graffio, come generalmente fanno, nel giocare e non solo, i micini troppo presto separati dalla madre.

    Va da sé che hai fatto benissimo a prenderla, perchè se avessi tardato a farlo forse la piccola avrebbe fatto una brutta fine.

    Il motivo per cui io sono dell' idea che un gatto debba vivere in casa è la considerazioine dei rischi che corre fuori di casa. Un gatto non riconosce i confini delle nostre proprietà, in modo che, se cominci a portarla in giardino, stai pur sicura che prima o poi ne uscirà. Poi, certo, il contatto della gattina con ambienti esterni alla casa rischia di diffondere la sua micosi, perchè le spore dei funghi o le uova o le larve dei parassiti cadranno nell' ambiente esterno, dove parassiteranno gli altri gatti di passaggio.

    3. Ho fatto bene a non isolarla e tenerla con me? Avevo paura che perdesse tutta la fiducia in me e diventasse cattiva nei miei confronti

    Hai fatto benissimo. Se tu venissi contagiata dalla sua micosi, curare te sarebbe facile. Invece, hai fatto benissimo a cercare di creare subito un saldo rapporto con la gattina.

    4. È vero che diventa ancora più agitata giocando con i giochi o al contrario si calma?

    Il gioco calamita ed esalta tutte le (enormi) energie del piccolo. Solo giocando con impoeto, scarica nel modo adatto le sovrabbondanti energie proprie della sua età. Però, non farla mai giocare con le tue mani: fai in modo che tra lei e te ci sia sempre un giocattolo, in modo che capisca che"con il corpo degli umani non si gioca". Questo è essenziale perchè non cominci a morderti e graffiarti durante il gioco (come invece farebbe con i fratelli).

    4. Le ho comprato l'erba gatta però non la mangia, gioca e basta.

    Non tutti i gatti impazziscono per l' erba gatta. In genere i più attratti sono i maschi interi. Inoltre raramente l' erba venduta come "erba gatta" è davvero quella vera, cioè questa:

    http://www.lemiepiante.it/dbimg/erba%20gattaia%20c...

    5. Non beve l'acqua, infatti sono costretta e metterla insieme ai croccantini e cibi in scatola o diluire con il latte.

    L' importante è che beva la giusta quantità di liquido. Probabilmente, essendo ancora in fase di svezzamento, la madre non le aveva ancora insegnato a bere l' acqua. Insisti a proporgliela in una ciotolina, in aggiunta ai liquidi con cui diluisci il suo cibo.

    I veterinari non sono comportamentalisti: il loro intervento è indispensabile e non c' è da pensare che "ciuccino" i soldi, però spesso non riconoscono gli eventuali problemi caratteriali di un gatto (questo è infatti il campo del comportamentalista). Al momento, da quel che scrivi, mi pare che la micina ha bisogno del veterinario- non del comportamentalista. Quindi portala dal veterinario quanto meno per controllare l' andamento della cura, e programmare le prime vaccinazioni.

  • Anonimo
    8 anni fa

    Leggi libri

  • Ci sono libri specifici che parlano del comportamento dei gatti ma non ti so indicare quale sia il migliore, diciamo che ci sono diversi punti di vista:

    http://entrainfantasia.blogspot.it/p/i-gatti.html

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.