incidente motorino-bicicletta ?

Il 9 di Luglio mia mamma ha avuto un incidente in motorino: una bicicletta ha fatto inversione a U in via Aurelia Sud ( doppio senso di marcia con doppia linea continua al centro ) e mia mamma non ha potuto evitare lo scontro in quanto si è trovata la bicicletta davanti. Mia mamma ha picchiato nella ruota posteriore della bici ( mentre era ancora perpendicolare alla strada ) poiché si è trovata la via sbarrata. Lei l'hanno trasportata in ambulanza all'ospedale dove le hanno fatto un referto di 7 giorni in quanto cadendo ha sbattuto l'osso sacro e lei aveva già una vertebra schiacciata e il signore anziano in bici se l'è cavata con un graffio... menomale mia mamma andava a 30 km/h !! Sul posto sono intervenuti i vigili i quali hanno constatato che effettivamente la colpa è della bicicletta data la linea continua più che evidente. Successivamente la dottoressa ha dovuto fare a mia mamma un altro certificato con un'altra prognosi. Stamani il signore ci ha fatto sapere ( molto sgarbatamente ) che si è rivolto ad un avvocato e che se vogliamo sapere qualcosa dobbiamo rivolgersi a lui quindi anche noi chiameremo il nostro avvocato. Potrebbero esserci dei problemi data la presenza di avvocati adesso? Potrebbero togliere la ragione a mia mamma? Abbiamo anche una testimone che ha assistito all'incidente.. Mia mamma ha un'attività e non ha potuto lavorare quindi ha dovuto pagare una dipendente in più, a sempre dolori e sta prendendo degli antidolorifici forti che la stordiscono e il motore funziona ma si è rotto il telaio... Non è che ora il signore trova qualche scappatoia e non ci risarcisce più?? ( essendo una bicicletta non ha copertura assicurativa ) Non sapevo in che categoria postare la domanda.. speriamo sia quella giusta

4 risposte

Classificazione
  • 6 anni fa
    Migliore risposta

    Tutto dipende dalla dichiarazione che ha fatto alle forze dell'ordine quello in bici, eventuali testimonianze future non servono e non sono valide, diverso se fatte al momento in loro presenza.

    Evita il fai da te e rivolgiti alla tua assicurazione che probabilmente ti dirà di recarti da un avvocato della stessa.

    Sarà lui stesso a farsi avere dai vigili la relazione e eventuali sanzioni delle parti coinvolte.

    Se hai ( come credo ) ragione prima ti rimborseranno i danni della moto successivamente a guarigione avvenuta quelli alla persona, all'uopo non portare la documentazione a "pezzettini" ma fallo alla fine insieme al certificato di avvenuta guarigione, ciao

  • Certo un gran casino..

    Dato che la bici non è assicurata va richiesto il danno al signore della bicicletta, purtroppo ti confermo che dovrai necessariamente andare dall'avvocato..

    Il testimone è una cosa Santa per te!..

    Certamente tua madre ha ragione, pertanto rivolgiti ad uno studio legale per la richiesta di risarcimento

    :-)

  • Raf
    Lv 4
    6 anni fa

    Dalla tua descrizione la tua mamma ha ragione al 100% , a supportare la sua versione c'è il testimone e la relazione dei vigili, considerato che la bicicletta non è tenuta all'obbligatorieta assicurativa, per il riconoscimento del danno subito dalla tua mamma dovete necessariamente ricorrere ad un avvocato, il quale non avrà alcuna difficoltà a farvi risarcire, comprese le spese legali che dovrete anticipare. Va comunque detto che le norme previste dal codice della strada valgono per tutti i veicoli, dalla bicicletta all'autotreno e la striscia continua che divide le corsie va considerata alla stessa stregua di un muro e pertanto "invalicabile", qualora come in questo caso per negligenza viene ignorata, l'autore se ne assume la completa responsabilità.

  • 6 anni fa

    Allora, prima di tutto se tua mamma andava con il motorino è assicurata quindi si deve rivolgere alla sua assicurazione.

    il fatto che questo cabbia mesos di mezzo un avvocato non conta un piffero nel senso che voi andate alla vostra assciurzazione, farete le vostre dichiarazioni e l'assicurazione gestirà la pratica anche conun avvocato.

    chi ha torto o ha ragione e i danni subiti da ciascuno lo decideranno i periti e i liquidatori sulla base del verbale dei vigili.

    e il verbale ve lo daranno tra circa 60 giorni, non prima.

    alla vostra assicurazione voi farete anche una richiesta di danni. poi ripeto, lo decideranno i professionisti che ha diritto ad un risarcimento.

    se voi avete un avvocato di fiducia bene. però di solito le assicurazionini prevedono anche la tutela legale. quindi non vedo perchè pagare una parcella in più ad un avvocato

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.