Mery ha chiesto in Animali da compagniaCavalli · 8 anni fa

Ho un problema che non posso sottovalutare!?

Cavalco da molti anni eppure mi ritrovo in difficoltà con il mio cavallo. E un appaloosa di 11 anni. A lavorare nel campo è preciso ubbidiente e docile, il problema si presenta nel uscire in passeggiata nei boschi. Quando vede un cavallo correre, una salita o uno spazio aperto davanti non c'è verso di fermarlo. Ho paura perchè un giorno oltre che a farsi male lui mi potrei fare male io. Fin ora qualche graffio ma sta peggiorando. Usavo il filetto e ora sono passata al morso (non è cambiato granche). I proprietari del maneggio mi hanno consigliato di tirare più forte le redini ma è impossibile perchè più tiro più accelera. Non gli do mangime esco tutti giorni per minimo due ore e non ha modo di accumulare energie. Se avete un consiglio da darmi sono ansiosa di ascoltarvi.

Aggiornamento:

Quando ho detto che non gli do mangine non volevo dire che non mangia. gli do fieno 2 volte al giorno e, mangia mele pale e carote. non lo lasciere mai patire la fame. Il mangime non lo do xk mi hanno consigliato di non darlo xk aumenterebbe l energia e la forza e non ne ha assolutamente bisogno è in piena forma solo non so come fermarlo

8 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Massì, è ovvio per chi caposce di cavalli che non lo stai mettendo alla fame. Diminuire la quantità di mangime o toglierlo è un modo canonico per "tener buono" un cavallo troppo esuberante. Almeno in generale, poi ogni cavallo, come ogni persona, è una storia a sé.

    A me preoccupa questa frase tua:

    "I proprietari del maneggio mi hanno consigliato di tirare più forte le redini ma è impossibile perchè più tiro più accelera"

    Capisco la sintesi necessaria un una domanda di Y!A, ma mi viene da chiederti: non c'è un istruttore qualificato in quel maneggio? Se c'è, possibile che non ti abbia dato qualche consiglio un po' più interessante? Magari avrebbe potuto montarlo lui/lei, per capire meglio cosa succede.

    Hai ragione, è pericoloso, un cavallo deve stare agli ordini. Soprattutto, se così si può dire, quando si esce fuori in passeggiata.

    Se non hai una persona esperta in quel maneggio, cercala fuori. Trovala, e fatti aiutare, o con lezioni/interventi suoi nel maneggio dove sei ora, oppure cambia (per lo meno temporaneamente) maneggio. Considera i soldi in più che dovrai pagare come una sorta di assiccurazione sulla tua vita e su quella degli altri.

  • 8 anni fa

    hai già capito che NON SERVE TIRARE e NON SERVE AVERE UN MORSO PIU' CATTIVO

    quindi cosa puoi fare?.. imparare a comunicare con il tuo cavallo, non vorresti un cavallo che sta con te e va in giro con te perchè si diverte? che vuole stare con te più che con i suoi simili?

    Puoi ottenerlo, hai mai sentito parlare dei metodi naturali? e del metodo Parelli? se non lo conosci o vuoi approfondire ti consiglio di consultare il sito degli istruttori parelli italia, dove puoi trovare riferimeti, informazioni e anche video che spiegano molto approfonditamente di cos si tratta.

    Se deciderai che il metodo ti potrebbe interessare, ti consiglio di vedere in calendario dove si tengono dei corsi vicino a casa tua e andare a vederli, parlare con chi utilizza il metodo ecc.. vedrai che le cose ti sembreranno molto diverse! buon lavoro!

  • 8 anni fa

    Anche a me non è chiaro se il tuo cavallo faccia così se ci sono altri cavalli o anche quando è solo con te fuori in passeggiata. Usare metodi coercitivi più forti (come morsi più severi) lo irrigidirà solo e lo renderà solo nervoso. Se in campo lavora bene, allora quelli che ha fuori sono problemi psicologici, che non risolverai mai applicando maggiore dolore/fastidio fisico in bocca o in qualunque altra parte. Il tuo cavallo deve CAPIRE come comportarsi, non essere costretto con la forza. Specialmente i cavalli americani (e, in particolare, gli appaloosa) spesso hanno molto carattere e, più di altri, non amano essere messi troppo alle strette. Pensa che io con la mia quarter avevo il problema opposto, con il morso spezzato (usato molto delicatamente, senza tirare troppo) si arrabbiava come una iena, le ho messo un filetto con salvalingua ed anelli liberi (una roba da puledri, quasi) ed è cambiata un sacco, è molto più rilassata. "Tirare più forte" lo farà solo appoggiare di più al morso e tirare più forte nel tentativo di sottrarsi alla pressione che crei. E appoggiandosi di più, accelera. Come hai visto. Per rallentarlo sarebbe meglio contenerlo "ad intermittenza", prendendo e lasciando le redini ritmicamente in modo che senta un po' di pressione, ma che non si appoggi troppo al morso. In casi estremi un'altra cosa che puoi fare è metterlo in circolo, da più ampio a sempre più stretto in modo che rallenti. Una volta che rallenta, accarezzarlo e fargli sentire che ha fatto la cosa giusta. Io ti consiglierei di lavorare molto in campo sulle fermate e sul rallentare da galoppo a andature inferiori. Quando io ho preso la mia cavalla, che veniva da un passato difficile, in campo tirava come una matta e non voleva saperne di ascoltarmi. Le ho insegnato, da terra, poi da sella, prima al passo, poi al trotto e poi al galoppo, ad ascoltare anche la mia voce, ora appena dico "whoa", anche se sta correndo alla massima velocità, rallenta e si ferma immediatamente. Se il tuo cavallo è ben addestrato è possibile che il "whoa" lo conosca già. Usa la voce. Usa il peso del corpo e tutto l'assetto per rallentarlo. Come ho visto che altri ti hanno consigliato, rivolgiti a un istruttore o comunque un esperto di equitazione naturale, se ne conosci qualcuno, altrimenti sul sito italiano degli Istruttori Parelli (http://www.istruttoriparelli.it/) ci sono tutti i recapiti utili se hai qualche domanda. O cerca un comportamentalista equino nella tua zona. Se sai bene l'inglese, potresti acquistare dei DVD di uomini di cavalli che usano metodi psicologici e che possono esserti molto utili (tipo Buck Brannaman, Stacy Westfall o lo stesso Pat Parelli, che dovrebbe avere qualcosa coi sottotitoli in italiano anche). Sarebbe comunque meglio confrontarti con un esperto, se fosse nella tua zona potresti chiedere di venire a vedere il cavallo e darti qualche consiglio, i contatti degli istruttori Parelli, ad esempio, li trovi qui: http://www.istruttoriparelli.it/contatti-parelli-i... Meglio sempre risolvere i problemi dal punto di vista psicologico, devi capire cosa scatta nella testa del tuo cavallo quando fa così e come controllarlo. Usando speroni, morsi severi e forza non risolverai nulla. Personalmente, ti consiglio di diffidare di chi ti consiglia di usare la forza (se è un cavallo con tanto carattere e caldo il frustino lo sconsiglierei proprio!) con il tuo cavallo. Se ci si mette, lui sarà sempre più forte di te. Magari non sarà una strada facile, ma non perdere mai l'ottimismo e non cedere alla rabbia o alla paura, se il tuo cavallo ti sente nervosa si innervosirà automaticamente anche lui e non è quello che cerchi. Dovete capirvi e lui deve sentirsi compreso da te, non sottomesso. Vedrai che le soddisfazioni arriveranno e il vostro binomio si rafforzerà molto. Se hai bisogno di qualche confronto o qualche altro consiglio, non esitare a scrivermi pure in privato!

  • 8 anni fa

    Se sei ancora al livello di "tiro le redini e si ferma" allora non hai capito. Prova a calmarlo, usa la voce, metti pressione sulle staffe, usa la tua esperienza! Perche' usare un morso? Non bisogna cercare la via piu facile... Lavora e lavora, potrebbe richiedere del tempo, ma ne varra' la pena... Anche non dargli del mangime non va bene... Piuttosto fallo correre un po nel tondino in modo che si scarichi! Sei fortunata ad avere un cavallo cosi' pieno di vita! Per il fatto che veda animali correre e venga stimolato a farlo e' normale, e' un animale da branco!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • &Lena
    Lv 4
    8 anni fa

    Non capisco se questo problema ce l' hai in passeggiata quando sei in gruppo con altri cavalli o anche quando sei da sola, sempre in passeggiata. Se lo monti in passeggiata da sola e il cavallo sta agli ordini allora mi viene da pensare che il tuo sia un cavallo " competitivo", di quelli che in spazi aperti, fuori dal maneggio " gareggiano" con gli altri cavalli e non stanno nelle file. Di solito con cavalli così io sono abituata a stare davanti e gli altri cavalli dietro, così non sente la competizione ne lo stimolo a tirare per superarli. E' una caratteristica del loro carattere e quello che mangiano conta ben poco. Comunque come ti hanno già consigliato chiederei un parere ad un esperto.

  • 8 anni fa

    ti consiglierei di dargli del miele nel cibo che mangia perchè aiuta a rendere docili i cavalli che non si abituano alle situazioni. Inoltre secondo me il cavallo corre perchè vuole sentirsi libero. Per questo ti consiglierei di cavalcare a pelo per rafforzare la fiducia tra di voi rispettando il cavallo.

  • thomas
    Lv 7
    8 anni fa

    stroncare energie di un animale mettendolo alla fame mi sembra una cosa poco seria e poco pulita...e dico cosi per essere elegante..fargli del male infliggere dolore idem...forse è bene parlare con uno psicologo che possa aiutare entrambe

  • Devi fare passeggiate da sola e usare un frustino... Prima gli fai capire che deve essere ubbidiente anche quando fate passeggiate, poi provi a portarlo in giro con anche altri cavalli... Secondo me questo è il metodo migliore...!

    E, concordo, metterlo alla fame non aiuterà.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.