la vitamina d è fondamentale per il nostro organismo?

ho letto che aiuta molto,ed è prodotta dalla luce solare

7 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    La vitamina D è essenziale per il processo di ossificazione e il mantenimento delle ossa infatti il suo nome scientifico è Calciferolo. Inoltre favorisce l'assorbimento del Calcio e del Fosforo. Chi è carente di questa vitamina porterà o all'osteoporosi e nei bambini al rachitismo. Il Colesterolo essendo precursore di questa vitamina, se sollecitato dalla luce solare il nostro corpo lo trasforma in Vitamina D, ma le creme solari con un fattore protettivo superiore a 8 impediscono la produzione della vitamina.

    Comunque tutte le vitamina sono essenziali per l'organismo, infatti il nome deriva da: vita e ammina, ovvero le ammine della vita,

    Fonte/i: studente alberghiero
  • 7 anni fa

    si, ecco cosa fa.La vitamina D ottenuta dall'esposizione solare o attraverso la dieta è presente in una forma biologicamente non attiva e deve subire due reazioni di idrossilazione per essere trasformata nella forma biologicamente attiva, il calcitriolo.

  • elisa
    Lv 4
    7 anni fa

    direi di si,chè è fondamentale,come lo sono tutte le vitamine d'altronde,essa serve per le ossa ed è contenuta per la maggior parte nei latticini,nei vegetali non c'è e se non si assume con l'limentazione è sintetizzabile per il nostro organismo dal sole.

  • Anonimo
    7 anni fa

    La vitamina D è un gruppo di pro-ormoni liposolubili costituito da 5 diverse vitamine: vitamina D1, D2, D3, D4 e D5. Le due più importanti forme nella quale la vitamina D si può trovare sono la vitamina D2 (ergocalciferolo) e la vitamina D3 (colecalciferolo), entrambe le forme dall'attività biologica molto simile. Il colecalciferolo (D3), derivante dal colesterolo, è sintetizzato negli organismi animali, mentre l'ergocalciferolo (D2) è di provenienza vegetale.

    La vitamina D ottenuta dall'esposizione solare o attraverso la dieta è presente in una forma biologicamente non attiva e deve subire due reazioni di idrossilazione per essere trasformata nella forma biologicamente attiva, il calcitriolo.

    Le prime alterazioni, in caso di deficienza di vitamina D, consistono in: diminuzione dei livelli sierici di calcio e fosforo con conseguente iperparatiroidismo secondario ed aumento della concentrazione di fosfatasi alcalina.

    Successivamente si hanno alterazione dei processi di mineralizzazione con rachitismo (nel bambino) ed osteomalacia (nell'adulto) e debolezza muscolare, deformazione ossea e dolori. Alcuni Studi del 2006 hanno portato alla luce come la carenza di vitamina D possa essere collegata con la sindrome influenzale.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    7 anni fa

    E' prodotta a partire dal colesterolo attraverso una serie di tappe metaboliche, che comprendono l'attivazione di un intermedio metabolico attraverso un fotone!!

  • 7 anni fa

    Si ;-)

  • 7 anni fa

    Non è prodotta dalla luce solare, bensì la luce solare aiuta ad assimilare tale vitamina.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.