Agosto 2013 : voi nutrite ancora fiducia nell'italia?

Onestamente, credete a questo paese mai veramente nato, concepito male, e non altro che un agglomerato di genti italiche, persone di passaggio e quant'altro ? Io ho perso da molto fiducia nel mio Paese, e se mi ritrovo a scriverlo su Answer, faccio schifo quanto qualunque altro cittadino di questo posto. Adesso, dovrei sorbirmi la ramanzina sui luoghi comuni, sul voler fare di tutta l'erba un fascio, eccetera eccetera. Ma stiamo zitti, va. Posso abbassarmi al vostro livello ? O, magari, sperare che voi vi eleviate ? Diveniate aulici, eteri e intelligenti tutto d'un tratto ? Non so nemmeno perché voglia scrivervi, e fa nulla se continuo a sciorinare la mia arroganza e la mia supponenza. Talvolta è necessaria.

Sapete Napoleone, con una frase incredibilmente acuta, cosa disse ? Come pensate di poter governare una nazione che presenta più di 800 formaggi. Voi non avrete nemmeno capito la lampante, e geniale, intuizione di Napoleone. Ma rifletteteci, una nazione che vanta 20 Regioni, presenta 800 formaggi. In media, 40 formaggi a regione. Voi non capite, ma vi spiego io. 40 Formaggi a regione, significa che non vi è mai stata unità. Ognuno ha coltivato il suo povero orticello. Come oggi. Quando gli aiuti umanitari, i fondi per gli immigrati ed ancora eccetera eccetera, vengono sperperati. Obblighi e doveri demandati e gestiti dalla protezione civile, almeno in campania. Quando si elargiscono cifre rotonde ad alberghi che poi non accudiranno nessuno di quegli sventurati, ma potranno ristrutturare i propri edifici. Ma Andate via da sto posto. Radete al suolo sta nazione di primati. E adesso grufolate, in pace. Ciao, Italiano medio.

Aggiornamento:

Concordo con te, Liberal4, ma se vai in giro a fare un discorso del genere, ti danno del fascista senza nemmeno sapere chi sei né tanto meno tu cosa voglia dire. L'Italia ha la fame, di suo, non ha bisogno di accollarsi altri problemi. E Dio solo sa quanto sia lontano dall'essere Razzista e/o Fascista e/o qualche altro ista. Ma con un popolo di perbenisti e fintibuoni, non puoi ragionare. Se ti trovi al tavolo con un paio di soloni finti intellettuali, cominciano con dissertazioni filosofiche con cui posso fare lo shampoo al mio scroto, ma loro non capiscono. Non comprendono , e questo tutti gli uomini dell'occidente, che la propria idea non può essere imposta ad altri, e non capiscono che parecchi fuggono da una situazione difficile per venire in Italia a ricrearla uguale. E che diamine.

7 risposte

Classificazione
  • Marco
    Lv 6
    7 anni fa
    Risposta preferita

    Hai fatto tutto da solo. Ti sei incazzato, hai domandato e ti sei dato una spiegazione.

    Io sono arrivato ad una conclusione. Siamo nella cacca, ma in fondo a molti piace la situazione. Il 70% della popolazione ha contribuito all'attuale degrado.

    Rimuginare sui problemi non cambierà le cose, anzi, fa solo incacchiare di più.

    Allora c'è chi nel piccolo tenta di fare qualcosa perchè ha ancora un briciolo di speranza e chi invece, come te, l'ha abbandonata.

    Io personalmente, pur avendo la consapevolezza che non guariremo mai, faccio parte della prima categoria.

    Uno potrebbe farsi i film. Parto, vado in America, in Australia, sulla Luna. In verità solo una bassa percentuale ce la fa voltare pagina. Io non me li faccio, vorrei rimanere se possibile. In futuro si vedrà.

    Ho grufolato per bene?

    Ciao Uomo Missile.

  • Anonimo
    7 anni fa

    Neppure io sono ottimismo ma,se l'onore della nazione si deve rappresntare accogliendo tutti i clandestini e sistemandoli in hotel alla faccia di chi paga le tasse,preferiscono essere un mascalzone egoista e anche razzista.

  • 7 anni fa

    N O

  • 7 anni fa

    No io non ci credo più, però sono confusa, perché non riesco più a distinguere gli italiani dai politici, non capisco se davvero loro sono una casta intoccabile o se siamo noi talmente idioti da non riuscire a buttarli giù.

    Sono una giovane tutt'altro che bambocciona e sono stanca di vedere come lo Stato mette i bastoni fra le ruote alle persone. Nelle Università, negli ospedali, negli uffici di amministrazione pubblica, nei contratti di lavoro. Provo una terribile rabbia per gli italiani, e includo anche me pur non sentendomi davvero colpevole, per aver permesso un simile lavaggio del cervello, perché se la situazione è questa è grazie anche a noi che negli anni lo abbiamo lasciato fare. Ammetto di aver scritto delle righe abbastanza qualunquiste, ma questo è ciò che provo, un totale senso di rammarico e delusione, perché mi sento costretta a cercare la mia strada altrove. Non c'è un equilibrio, si è razzisti o troppo permissivi, si è ricchi sfondati o alla fame, io non riesco a capire come questa Italietta riesca a stare ancora in piedi. Perbenisti, buonisti ovunque che poi alla prima occasione evadono le tasse o cercano di infinocchiarti per dritto e per storto. Sono profondamente ignorante, mi mancano molte nozioni per articolare un punto di vista articolato. Ma io mi chiedo: davvero siamo nati così? Dove affonda le sue origini la nostra innata decadenza? come e cosa è successo?

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    Forse è proprio questo il nostro problema.

    Non abbiamo mai fiducia in noi stessi. Siamo sempre iper-critici, siamo oltremodo esterofili, come se gli altri paesi non avessero problemi. Non ci accorgiamo che non è tutto da buttare in questo paese.

    Il problema siamo noi che non pensiamo di poter cambiare. Il problema è il nostro iper-cinismo, il nostro atteggiamento mentale che ci fa dire che nulla cambierà ancor prima di provarci e che andare all'estero è la soluzione a tutti i problemi.

  • Anonimo
    7 anni fa

    ASSOLUTAMENTE NO !!

  • Anonimo
    7 anni fa

    ahahah è dal 97 che non ne nutro piu

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.