Anonimo
Anonimo ha chiesto in AmbienteRiscaldamento globale · 6 anni fa

Pompa di calore zeolite?

Salve cerco informazioni riguardo alle Pompe di calore ibride a zeolite.

In particolare mi piacerebbe sapere se qualcuno di voi ne ha una e/o se sapete indicarmi i consumi, personalmente ho dato un occhio alla scheda tecnica ma ci capisco poco. Potreste aiutarmi? Grazie.

1 risposta

Classificazione
  • 6 anni fa
    Migliore risposta

    Ti ringrazio per la domanda perché mi hai fatto "scoprire" l' esistenza di questo nuovo marchingegno di cui ignoravo completamente l' esistenza (answer serve anche a questo ed è, da questo punto di vista, un formidabile mezzo per la circolazione delle idee e della conoscenza).

    Comunque letta la tua domanda mi sono chiesto che cosa fosse questo nuovo tipo di pompa di calore.

    Ho fatto una ricerca con Google con le parole "Pompa di calore zeolite" copiate pari pari dalla tua domanda, ed ho aperto il primo sito dell' elenco restituito da Google, cioè:

    http://www.viessmann.it/it/service/area_stampa/com...

    Sito che è chiaramente una sorta di promozione e reclamizzazione di questa pompa di calore.

    Ero un po' scettico e lo scetticismo è aumentato quando ho letto che il rendimento del sistema può arrivare al 139%. Da ingegnere so che il rendimento di qualunque macchinario non può mai superare nemmeno raggiungere il 100%. Poi ho letto tutto ed ho capito una cosa fondamentale. Questa pompa di calore a differenza di quelle tradizionali che consumano energia elettrica utilizza il calore prodotto con una caldaia a gas. E questo mi sembra una svolta per il concetto della pompa di calore tradizionale che aveva il grosso inconveniente di dover consumare un grande quantitativo di energia elettrica. Insomma con le pompe di calore tradizionali quello che si guadagna in termini di rendimento "aspirando" una parte del calore dall' ambiente esterno alla casa da riscaldare lo si perde essendo obbligati a consumare energia elettrica. E poi bisogna anche modificare il contratto di fornitura dell' energia elettrica elevando il massimale dai classici 3 kW ad almeno 4,5 oppure 6 kW.

    Quindi da un punto di vista teorica sembrerebbe una svolta epocale nel sistema di riscaldamento domestico. E poi il fatto che il rendimento sia superiore al 100% (che da molto di marketing) è possibile se si pensa che la pompa di calore preleva calore anche dall' esterno. Insomma non si infrangono le leggi fondamentali della termodinamica.

    Però, come ogni tecnologia appena sfornata e messa in commercio, penso che prima di comprare questa meraviglia delle meraviglie bisogna aspettare che la tecnologia venga provata e che vengano superati tutti i problemi che immancabilmente sorgono quando si sperimenta una nuova tecnologia.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.