Funzionerebbe un saldatore a ossigeno nel vuoto interplanetario?

Ci ho pensato su http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=201... , cfr. risposta di Gian.

E un fuoco a legna (poniamo da trucioli continuamente aggiungibili e con cenere continuamente asportata da una griglia) in atmosfera d'aria normale persisterebbe o si spegnerebbe a temperature appena sopra il punto di fusione dell'azoto? E sotto..?

Dipenderebbe dalla grandezza?

Benvenuti esempi con altri materiali e altro.

1 risposta

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Le reazioni di combustione sono molto esotermiche. Onestamente bisognerebbe fare due conti, ma credo che sarebbe possibile, fatto è che il fuoco sarebbe meno "caldo", perché buona parte dell'energia liberata servirebbe a portare in temperatura comburente (ossigeno) e combustibile perché possano reagire.

    Negli Shuttle usano come combustibili idrogeno liquido (-253 °C) e ossigeno liquido (-183 °C). L'energia liberata dalla combustione, in questo caso, è molto elevata ed è sufficiente a far evaporare e portare i due gas alla temperatura minima di reazione.

    Nel vuoto interplanetario hai però un altro problema: l'assenza di gravità. Le fiamme ed i gas di combustione si espanderebbero con un fronte sferico anziché salire verso l'alto. In pratica se accendi un fornello a gas a 0 g, anziché la tipica fiamma lanceolata, hai una fiamma tondeggiante.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.