Vee ha chiesto in SaluteSalute mentale · 8 anni fa

Perché non ci riesco?

Buon pomeriggio, sono una ragazza che ha dei disturbi alimentari e sta cercando di uscirne. Il problema è che da un mese mangio di più rispetto a prima, cercando di aumentare piano piano anche le quantità di pane e pasta e di tutto il resto, solo che mi capita molto spesso di scoppiare in lacrime e mi blocco di fronte a ciò che dovrei mangiare. In quel momento sento una voce nella mia testa che dice che faccio schifo, che sono una p*****a e meriterei di morire. Parto dal fatto che non ho una buona compagnia di amicizie, quelle due persone a cui tengo le vedo poco e mai e sento che sto sbagliando ogni cosa. Mi isolo sempre di più, quando ho promesso che mi sarei impegnata a cambiare. Partendo dal cibo si nota benissimo che ho fatto dei progressi, ma ci sono quelle volte che vorrei tanto lasciarmi ricadere, chiudermi in camera e non uscire più, lasciarmi morire di fame. Non riesco nemmeno ad avere un buono e sereno rapporto con mia madre quindi mi chiedo ogni secondo della mia vita che senso ha essere ancora qui. Ci provo ad essere "normale", ma va a finire sempre nello stesso modo, mi tengo tutto dentro e quando scoppio mi capita sempre di essere davanti ad un piatto di pasta e pur sforzandomi mi verrebbe voglia di vomitare, voglia che placo subito lavandomi i denti con un dentifricio molto forte. Da un mese però ho perso altri due chili, quando invece sarei dovuta ingrassare. Non ci riesco, faccio due passi avanti e cinque indietro. Ho spesso pensato di andare da uno psicologo perché sfogarmi con mia sorella non mi aiuta, ma come faccio ad avere il coraggio di parlarci, se non riesco ad aprirmi nemmeno con persone che vedo tutti i giorni? Questa mia forte ansia e stress mi hanno causato un carattere terribile, ed è soprattutto per questo che vorrei farla finita. Mia madre mi vede perennemente "la figlia incazzata", mia sorella forse ha una memoria troppo breve o forse è semplicemente stupida per ricordarsi che oltre al fattore che non esco quasi mai di casa il problema del mangiare è una cosa seria che mi sta divorando viva. Non riesco a ritornare ad essere felice, tutto quello che mi sta capitando ora mi distrugge e mi frustra il fatto che nonostante provi a cambiare non cambio nemmeno di una virgola anzi peggioro. Tutti i miei sforzi che vanno a farsi *******, io che cerco di farlo per rendere felice la mia famiglia, quando invece notano solo i miei momenti più cupi e me le fanno pesare ancora di più. La colpa è solo mia, non avrei mai dovuto iniziare la palestra per mettermi in forma dato che ero in sovrappeso e tutti me lo facevano notare in ogni contesto, non avrei dovuto insistere così tanto fino ad essere di 10 kg sottopeso. Ora ci si mette anche il mio corpo facendomi dimagrire ancora nonostante abbia abbandonato la corsa, unica mia fonte anti-stress e nonostante abbia aumentato il cibo che mangio. Non merito nulla, nessuna compassione. E' tutto partito da me e queste sono le conseguenze. Mi vergogno anche ad andare al terzo incontro con la mia nutrizionista, a cui avevo promesso che mi sarei presentata a fine luglio e invece aspetta impaziente di sapere come sto, e se mi sono "tranquillizzata". Non riesco più ad andare avanti, non ce la faccio nemmeno a farmi vedere da qualcuno mentre mangio fuori i tre pasti principali. So che ho scritto tutto ingarbugliato ma ho scritto tutto quello che mi sentivo dentro. Non posso sfogarmi a voce a causa delle mie paure e insicurezze e quindi l'ho fatto qui. Mi scuso con tutti coloro che hanno perso il loro tempo a leggere.

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Uno psicologo ti aiuterebbe, non è una cosa strana o una cosa di cui vergognarsi.

    Sono specialisti, ti posso far star meglio.

    Ti prego ascoltami, se hai paura vacci da sola senza dire niente a nessuno ma fallo.

    Poi starai meglio,fidati.

    Non avere paura, è solo un periodo con un po' di aiuto *******.

    Sai alle volte la famiglia non basta e c'è bisogno di terzi.

    Sono sicura che passerà,ma fatti aiutare.

    Fidati.

    Un grosso bacione :*

  • Anonimo
    8 anni fa

    se la tua famiglia contribuisce a farti sentire sempre come quella in errore...è normale che tu poi ti senta inadeguata in ogni situazione(anche io per tutti i miei familiari sono quello che non va daccordo con il ''mondo'',risultato sono diventato esattamente così)...comunque credo che tu sia troppo dura con te stessa,purtroppo non so dirti come ci si senti avendo l'anoressia ma posso dirti che potresti risolvere cercando magari l'aiuto di uno psicologo,molto spesso è solo un blocco al livello mentale

    comunque ho visto che ti hanno scritto solo donne quindi ho voluto darti un punto di vista maschile:VIVA LA CARNE

    come spesso accade per le ragazze che soffrono di questo problema (prova di alcune mie amiche) scommetto che siete bellissime ;)

    spero che tu possa uscirne,in bocca al lupo :)

  • 8 anni fa

    Ciao piccola!io soffro di l'anoressia è ho letto con commozione questo tuo sfogo...in parte m ritrovo in ciò ke hai detto.

    Io cm te ho poche amicizie proprio xké forse nessuno ke passa il ns problema capisce la sofferenza ke abbiamo dentro.

    Anke io cm te mangio di più ma nn migliorò di niente nn ho messo su neanche mezzo grammo. Sarà mica che lo stress nn c aiuta?boh nn lo so ma nn trovo una soluzione è questo m deprime da morire giorno x giorno

    Mi sento quasi una fallita e m chiedo spesso l'utilità di stare ancora al mondo. Io riesco a continuare palestra unico momento in cui nn penso al cibo alla tristezza e che m Porto dentro.

    Per nn parlare delle continua paura di ingrassare di botto di ingrassare dove nn voglio. Vorrei guardarmi allo specchio e vedermi x quello ke an ossia uno scheletro invece m vedo le maniglie dell'amore ke an proprio quelle che m tormentano.

    Se vuoi parlare scrivimi a bimbahs88@gmail.com

    Fonte/i: Io e l'anoressia
  • teod
    Lv 5
    8 anni fa

    Beh, un problema richiama l'altro, ossia, il fatto che tu soffra per i disturbi alimentari fa si che tu sia "la ragazza incaz**" col mondo e di conseguenza con le persone più care, perché è risaputo che ci si sfoga maleducatamente con le persone che più si amano.

    Io ho sofferto di disturbi alimentari, ne ho passate di tutti i colori, anche io ci sono entrato perché mi criticavano...ma poi all'improvviso pensai che se prima stavo male per gli insulti ricevuti, adesso stavo peggio, perché una cosa è litigare col mondo, un'altra è litigare con se stessi, è una cosa così brutta che alcune persone non c'e la fanno e la fanno finita.

    Io penso che se proprio vuoi avere una figura snella perché non è detto che magra vuol dire essere malata, ovviamente dovresti mangiare bene e andare in palestra senza esagerazioni...perché se mangi male sembrerai malata i capelli ti cadranno e i denti ti si imbruttiscono per mancanza di vitamine degli alimenti... io Adesso sono aumentato e vorrei aumentare ancora di più (vorrei sembrare wolverine :D), io sono maschio, sì, anche ai maschi capita queste disavventure, e ti chiedo per favore di non farla finita, ti prego, la vita è una sola, lo so che è caotica, ma la bellezza della vita sono i momenti belli, che sicuramente ne vale la pena viverla.

    C'e una frase bellissima che dice "La vita è come un pianoforte, i tasti bianchi sono i giorni felici e quelli neri sono i giorni tristi. Ricordati solo, che servono entrambi per fare della bella musica."

    Ah, comunque io ho lottato da solo e sono uscito, ovviamente dai disturbi alimentare si deve uscire con buoni propositi,la mia era che dopo avermi visto allo specchio mi facevo schifo, ero così magro che non so come facevano a starci tutti i organi e ossa dentro di me, non riuscivo a prendere le cose, senza che mi si girasse il polso, non avendo assolutamente forze.

    A differenza mia tu sei femmina, non a tutti piace essere in carne, e non vedo il male nell'essere magre, ma come ti ho detto prima fai palestra e alimentazione ambedue moderate, se invece vuoi essere in carne la dieta è diversa (ma sempre senza tanti grassi) la palestra serve anche, perché senno diventa grasso e non massa magra (ossia massa buona) e potresti concederti un giorno alla settimana di riposo e affogarti nei piacere del mangiare. Riguardo la tua famiglia spero che con il fatto che tu possa guarire da sola (o chiedere aiuto a qualcuno di specialista) le cose si soluzionino, la famiglia non è perfetta, e infatti se vedi le persone sorridenti fuori che vivono felici corrono, dietro le mura tutto cambia, niente è come appare e a parer mio nessuna famiglia è così felice...bisogna soltanto prendere il meglio di ogni cosa, perché solo vivendo di piccole cose, si vivrà meglio.

    Auguri di tutto. anche io ho scritto quello che sentivo dentro, scusa se ho scritto tanto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.