Domanda sulla pulizia del filtro esterno?!?

Ciao a tutti vi prego di portare pazienza per le mie continue domande 😕. Comunque in questa volevo spiegarvi come pulisco il filtro tetratec ex 1200, innanzitutto lo pulisco ogni mese per assicurarmi una buona qualità dell acqua. 1) la prima parte e formata da due spugne nere di cui una al carbone + ovatta io le spugne le lavo con l acqua del rubinetto come ho visto fare su youtube in cui uno mostrava come pulire le spugne sul filtro e l'ovatta la sostituisco come scritto nelle istruzioni. 2) la seconda parte formata da due spugne nere faccio lo stesso procedimento.3) la terza parte formata da bioballs le verso in un recipiente e le lavo con l'acqua dell acquario muovendole un po' con le mani. 4)la quarta parte è formata da spugna più canolicchi dunque per la spugna procedimento come fase 1 e per i canolicchi come le bioballs 5) pulisco bene tutti i contenitori e il filtro con un pennello e l acqua del lavandino. Premetto che ho 10 pesci rossi belli grossi che sporcano molto. Volevo sapere se questa procedura presa da internet va bene ho devo applicare dei cambiamenti.

Grazie in anticipo e 10 punti al migliore!!!

1 risposta

Classificazione
  • Risposta preferita

    freeeeeeeena geronimoooooo!!

    intanto nn capisco perche hai due filtri in uno... di solito sono spugne e cannolicchi OPPURE spugne e bioballs.. se fossi in te metterei spugnespugnecannolicchibioballs.. cannolicchi e bioballs sono la stessa cosa praticamente.. entrambi sono materiali microporosi che ospitano i batteri anaerobi che decompongono ammoniaca ed ammonio in nitrati e nitriti.. e visto che questi ceppi batterici a) muoiono a contatto con l'aria (anaerobico vuol dire che vive in assenza di aria..) e b) ci mettono un mese a riformarsi.. quindi assolutamente nn toccare mai questi due componenti... e soprattutto nn devono MAI uscire dall'acqua o prendere luce.. altrimenti mandi a putttane l'intero equlibrio che si è creato nell'acqua.. sia bioballs che cannolicchi sarebbe meglio metterli in una retina in modo da poterli levare tutti insieme in caso di emergenza (intasamento dei tubi rottura della pompa ecc) proprio per evitare i periodi di esposizione all'aria..le spugne (anche se dovrebbero essere spugnA e lana di perlon, in modo da creare una sorta di imbuto dove l'acqua passi in diametri sempre minori) seppur anche loro sede di batteri anaerobi (i batteri colonizzano tutto quello che si puo colonizzare.. compresi tronchi pietre e arredi vari..ma di questo ne parliamo dopo visto che hai una vasca terribilmente sovraffollata..) si possono lavare sia in lavandino che nella vasca... io consiglio sempre nel lavandino per evitare lo stress ai pesci di vedersi due artigli piombare pericolosamente in acqua a far casino e poi anche perche tutta la merd@ delle spugne se la respirano...e cmq sia le pulisci decisamente meglio sotto l'acqua corrente.. bagni e strizzi finche nn smettono di perdere marrone...

    per quanto riguarda i pesci.. 10 carassi?????? contando che devono stare in 80 litri l'uno fatti i tuoi conti... 800 litri di acquario ti servirebbero.. meglio se un migliaio.. per le varieta normali.. per quelle piu piccole (e nn parlo di eta o cm... varieta piccole come chicco di riso o testa di leone ecc) conta 60 litri a testa.. oltre che a cresce moltissimo il carassio è un pesce che, come hai visto, sporca molto.... i milligrammi di azoto prodotto per ogni singolo pesce hanno, ovviamente, concentrazioni minori se aumenti il litraggio.. in mancanza di spazi adeguati avrai sempre inquinanti alle stelle e difese immunitarie dei pesci bassissime con continui problemi di salute... prima ti dicevo che i batteri anaerobi colonizzano tutto quello che colonizzabile.. nelle vasche di mare si usa mettere di proposito pietre calcaree (in quelle dolci assolutamente mai il calcare se nn in vasche malawi) microporose per avere un apporto batterico in piu nella vasca... si chiama metodo berlinese... nelle vasche dolci puoi mettere pietre laviche zeolite e se riesci a farla stare affondo pietra pomice....questo ti aiutera ad avere qualche bega in meno.. in ogni caso ti consiglio vivamente di ridurre il numero di pesci fino ad un minimo di 60 litri a pesce.. il resto avra maggiori speranze in una fontana di un parco...

    ps: i carboni attivi si usano una tantum per rendere l'acqua cristallina... nn si usano sempre ma solo una volta ogni tanto per "sfizio" e per eliminare i residui di medicinali dall'acqua.. tendono a saturarsi e a rilasciare le molecole di metalli che hanno adsorbito in precedenza... in piu tolgono tantissimi oligoelementi essenziali all'acqua a discapito dei pesci...di solito nel mio 500 litri in una settimana smettevano di funzionare... altra cosa importanrissima.. essendo anche loro microporosi ed a carica elettrica opposta catturano qualsiasi cosa.. compresi i batteri.... mai e poi mai usarli in fase di avviamento del filtro o se si usano fertilizzanti per le piante.... ha piu senso usarli se hai un acqua ricca di cloro per catturarlo prima di mettere l'acqua nella vasca...

    ciao!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.