le 10 cose da ricordare durante un attacco di panico?

dal quale non si può scappare?

4 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    be io ho avuto di questi problemi e credimi so cosa vuole dire..una cosa che mi sono imposto di fare quando mi venivano.. era prima di tutto pensare che era la testa che mi faceva fare tutto questo e che in un certo senso ero io che alimentavo le mie paranoie..e ti dico a me è servito..gli attacchi di panico sono brutti e angoscianti ma è la persona stessa che in un certo senso gli alimenta..quando ti viene un attacco di panico o di ansia prima di tutto capisci e prendi consapevolezza del tuo corpo dei tuoi pensieri e prendi consapevolezza del fatto che è la testa e che non è nient'altro ..poi come ti hanno già menzionato riprendi il controllo del tuo corpo con il respiro..ricordati sempre che il respiro la respirazione è uno dei modi migliori per connettere il corpo alla mente..quando ti vengono questi attacchi resta calma e evita di farti distrarre e di farti portare via da tutte quelle sensazioni negative che accompagnano questi stati d'animo.. ricollega corpo e mente..so che può sembrare difficile detto così.. ma credimi puoi farlo benissimo..devi solo prendere consapevolezza del tuo corpo del tuo respiro e del fatto che è la testa che in questi casi comanda..una volta che l'hai fatto tutte le brutte sensazioni svaniranno tranquillamente..credimi

  • Anonimo
    6 anni fa

    Soffrire di ansia e di attacchi di panico è una cosa seria e molto fastidiosa che però, fortunatamente, può essere facilmente curata.

    Io ho sofferto per anni sia di ansia che di attcchi di panico e mi stavo veramente rovinando la vita...poi un amico mi ha suggerito una sorta di corso.

    All'inizio ero molto scettico e non fiducioso però alla fine gli ho dato ascolto e l'ho seguito..devo dire che dopo non ho mai smesso di ringraziarlo.

    Quel corso mi ha cambiato la vita.. o meglio..il modo in cui io la vivo!

    Lo consiglio a tutti coloro che soffrono quello che ho sofferto io.

    Potete consultare qua il loro sito http://ansiapanico.toptips.org/

  • Anonimo
    7 anni fa

    Ti serve più aria! Spesso gli attacchi di panico si presentano con una sensazione di soffocamento, soprattutto se la crisi avviene in un luogo chiuso. Per questo, nel momento in cui ti senti male, cerca sempre di respirare aria fresca aprendo una finestra o, se sei all’aperto in pieno sole, cerca una zona d’ombra.

    Cerca la comodità. Nel momento in cui esplodono gli attacchi di panico, è fondamentale mettersi comodi: se indossi una cravatta, una sciarpa o un foulard, allenta la costrizione al collo e slaccia gli indumenti stretti, togli scarpe e cappello (se lo indossi). Più sei comodo, leggero e libero, più velocemente la crisi svanirà.

    Abbandona il luogo in cui la crisi si è manifestata. Quando senti che la crisi si sta dissolvendo, allontanati per un po’ dal luogo in cui è esploso l’attacco. Se la cosa è materialmente impossibile (se, per esempio, ti trovi in auto in mezzo alla colonna), cerca comunque di estraniarti mentalmente dalla scena e di pensare ad altro.

    Cedi e ripeti più volte: “Fai di me ciò che vuoi”. Non serve a nulla resistere agli attacchi di panico, è utile invece cedere lasciandoti andare completamente. E’ il modo migliore per ridimensionarli e vederli scomparire al più presto.

    Respirare in maniera concitata: il panico in molti casi scatena la “fame d’aria”, ma non è accelerando il ritmo respiratorio che puoi risolvere il sintomo. Così facendo, infatti, mandi il sangue in alcalosi, una situazione che peggiora tutto il quadro clinico.

  • 7 anni fa

    Respirare . A fondo

    Concentrarsi sul respiro immaginando il diaframma che si scioglie e che tu ti rilassi

    Fonte/i: Soffri anche io di attacchi di panico
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.