promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeBiologia · 7 anni fa

Perché gli animali si dividono in razze e gli esseri umani no?

Cosa siamo? Angeli? spiriti ?

Anche noi facciamo parte del mondo animale.

La teoria secondo cui esiste solo la razza umana è assurda, è il genere (Homo) a essere unico, non la razza, e questo non è razzismo, il razzismo è dire che esistono razze superiori ad altre.

Cosa ne pensate

Aggiornamento:

No, mi riferisco alle razze: perché ci sono tante razze per esempio di cane (Rotweiler, bassotto labrador eccetera), razze di gatti, razze di tutti gli animali, mentre noi esseri umani (che comunque facciamo parte del mondo animale) stranamente non ne abbiamo.. è assurdo. Inoltre le differenze sono evidenti, un francese è diverso da un cinese, un norvegese è diverso da un italiano ecc...

4 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Le razze si determinano per due vie: o l'isolamento di una popolazione specifica in un ambiente circoscritto (ad esempio un'isola, o una valle isolata tra le montagne o in mezzo a una foresta) per cui a causa delle barriere geografiche tale popolazione non ha più la possibilità di venire a contatto con altri individui della sua stessa specie e quindi di incrociarsi con loro, oppure per la selezione artificiale attuata da un allevatore (ed è il caso appunto dei cani e dei gatti che tu citi e in genere di tutti gli animali domestici le cui razze non sono naturale, ma costruite dall'uomo) allo scopo di variare le caratteristiche di alcuni individui a suo vantaggio o gusto.

    Dal punto di vista del meccanismo naturale la specie homo sapiens oltre ad essersi sempre mossa per tutto il pianeta migrando a ondate successive dal continente africano in cui ha avuto origine e mischiandosi in continuazione superando tutte le barriere geografiche è comunque troppo giovane (200000 anni sono un'inezia dal punto di vista evolutivo naturale) affinché eventuali popolazioni rimaste isolate abbiano potuto determinarsi come razze diverse. Tra l'altro è evidente che, a causa del continuo proliferare umano e del diffondersi ovunque sul pianeta questa possibilità di isolamento è venuta sempre più a ridursi nel corso della storia del genere umano in cui tutti gli incroci sono stati possibili. Dal punto di vista della selezione artificiale mi pare evidente che sia assurdo pensare che ci siano allevatori di uomini che li selezionano come si selezionano i cani, i gatti ecc. le cui razze si sono determinate appunto solo per via artificiale.

    In effetti l'indagine genetica ha confermato che le differenze genetiche tra etnie umane sono veramente minime e inferiori alle differenze individuali, ad esempio si riscontrano più differenze genetiche tra 2 individui di una medesima tribù boscimane che in media tra un norvegese e un coreano. Le differenze genetiche risultano infatti massime in Africa (proprio perché qui la nostra specie ha avuto origine), mentre tendono a ridursi via via che ci si allontana dall'Africa.

    D'altra parte, a meno di non prendere casi estremi, anche per via somatica è molto difficile differenziare gli esseri umani secondo razze, non riuscendo a definire alcun criterio rigoroso (come invece si può fare per gli animali domestici) perché non si può univocamente stabilire di quali gruppi di parametri somatici (frutto solo di adattamenti alle condizioni climatiche locali) sia necessario tener conto.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Tecnicamente Homo sapiens sapiens è già una razza. L'altra razza (estinta) della nostra specie è Homo sapiens neanderthaliensis.

    Cmq il motivo per cui non è corretto distinguere delle razze nell specie umana, in parole povere, è genetico: esaminando le differenze geniche tra i vari gruppi etnici si è visto che le differenze sono soprattutto nelle percentuali in cui le varianti alleliche sono presenti e non le sequenze alleliche. In pratica, studi basati sul DNA hanno dmostrato che siamo tutti troppo simili per poter fare una distinzione in razze.

    Se sei interessato ad un approfondimento biologico, puoi cercare qualche testo di questo scienziato:

    t.wikipedia.org/wiki/Luca_Cavalli_Sforza

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Semplicemente perché qualsiasi uomo fecondo accoppiandosi con qualsiasi donna feconda di tutto il pianeta produce si presume una prole fertile che è alla base della specie, genere. la vedo dura una prole che proviene da due specie come da un cane e un tacchino..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    penso che gli uomini siano tutti uguali e quindi non si possano dividere in razze.

    se la metti sul perché gli animali si dividono in invertebrati vertebrati ecc mentre gli uomini no è perché tra specie e specie di animali ci sono differenze tra gli uomini no, abbiamo tutte ossa, carne organi e via dicendo

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.