Roxane ha chiesto in SaluteSalute dell'uomo · 7 anni fa

Carenza di testosterone?

Salve a tutti!

Ogni tanto quando ho rapporti con il mio ragazzo lui ha alcuni problemi: nonostante non abbia nessun problema di erezione e sia perfettamente tranquillo, non riesce a raggiungere l'orgasmo. Arriva ad un punto, dice, in cui prova molto piacere ma poi "perde sensibilità" e l'orgasmo non arriva.

Secondo voi a cosa può essere dovuto?

Io sono piuttosto stupita perchè spesso questa situazione si manifesta dopo 15, 20 minuti di rapporto appagante per entrambi.

Considerando anche il fatto che lui presenta alcuni caratteri sessuali secondari poco accennati (assenza di peli sul petto, pochissima barba), io sospetto che sia dovuto ad una carenza di testosterone, secondo voi è una spiegazione plausibile? (premetto che in materia di ormoni maschili non sono preparata...) Grazie a tutti!

1 risposta

Classificazione
  • Donald
    Lv 5
    7 anni fa
    Risposta preferita

    I fattori possono essere di due tipi: Fisico o psicologico.

    Domanda fondamentale per capire in quale dei due ambiti siamo. Masturbandosi da solo riesce ad arrivare all'eiaculazione?

    Se ci arriva, allora siamo nell'ambito psicologico(la maggior parte dei casi siamo in questo ambito), le tubature e gli ormoni sono tutti al loro posto. Quindi può essere ansia da prestazione (non posta solo all'eiaculazione precoce, alcuni la perdono proprio), eccitazione eccessiva (mai visto in un film di qualcuno che non riusciva ad avere un erezione difronte ad una bellissima donna? di solito queste "idee" le prendono da casi reali). In questo caso, non farti nessun problema, non fargliene una colpa, insomma, nessuna pressione. Limitati a prendere il tuo piacere e dimostrali che ti è piaciuto(non fingere però, sii sempre onesta), vedere che ti ha soddisfatto potrebbe fargli ri-acquisire fiducia, quindi sarebbe questione di tempo perché sia completamente rilassato. Se poi neanche il tempo non funziona, dovrebbe rivolgersi a un medico psicologo, potrebbe esserci qualcosa di più profondo.

    Se non arriva all'orgasmo neanche da solo i motivi potrebbero essere di carattere fisico, quindi sarebbe utile una visita da un urologo/andrologo, che sappia indicare quale è il percorso più adatto.

    Inoltre esistono anche altri fattori da prendere in considerazione: Ha sempre avuto questo problema? Ha iniziato recentemente?

    Da questo possiamo già capire se il problema è da riscontrarsi molto tempo a dietro, oppure se è cambiato qualcosa (fisicamente o psicologicamente) recentemente.

    Insomma, da qui è impossibile fare una diagnosi vera e propria, se però il problema persiste e crea disagio a te e al tuo ragazzo, puoi aiutarlo(non obbligarlo) a chiedere aiuto a un medico (un uomo da solo molto difficilmente ci andrà mai di propria iniziativa a chiedere aiuto su un problema simile, è sempre motivo di ENORME IMBARAZZO).

    Buona fortuna.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.