Anonimo
Anonimo ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 6 anni fa

le zanzare hanno uno scopo ben preciso nel nostro ecosistema?

12 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    6 anni fa
    Migliore risposta

    Tutti odiano la zanzara a causa dei suoi morsi che provocano gonfiore ed irritazione della cute. La stagione delle zanzare è ormai arrivata e quindi sarebbe meglio affrontare quest'insetto con uno occhio di riguardo, poiché anch'esso come tutto quello che è presente in natura, ha una sua utilità.

    Questa rompiscatole svolge un importante ruolo all'interno dell'ecosistema, infatti la sua alimentazione a base di nettare, fa di lei un importante agente dell'impollinazione, ma non solo, le sue larve costituiscono l'alimentazione per alcuni pesci e anfibi, e una volta adulte diventano cibo di numerosi animali insettivori come i pipistrelli.

    Quindi anziché sterminarle cerchiamo solo di evitare di farci pungere. Come?

    Le zanzare sono attirate dagli odori emanati dall'uomo, quindi possiamo allontanarle con dei repellenti non necessariamente chimici, ma anche naturali, a base di olio essenziale di citronella, geranio, cedro, prezzemolo, menta, lavanda, pino, rosmarino, basilico, timo, aglio, menta piperita.

    In casa invece è utile mettere sui balconi e sulle finestre piante di geranio, rosmarino e basilico.

    Per quanto possiamo odiarla la zanzara è importante quindi prima di arrivare all'estinzione di quest'insetto, che non è proprio uno dei più belli, impariamo a conviverci!

  • Anonimo
    6 anni fa

    si, sono fastidiose ma non sia mai non ci fossero.

    Fonte/i: e.p
  • Anonimo
    6 anni fa

    "funzione", non "scopo". certamente e fondamentale. se vai un un ecosistema sano, ne trovi a nuvole assieme agli altri insetti. la funzione è quella di qualunque altro animale, fanno circolare e riciclano materia organica, e sono un ottimo nutrimento per tante specie. anche il trasporto di batteri e virus fa parte del gioco. siamo noi che ci vogliamo togliere dal grande gioco.

    tu elimina le zanzare e il sistema casca e desertifica.

  • 6 anni fa

    La domanda posta così non ha molto senso, in quanto le zanzare si trovano all'interno dell'ecosistema e interagiscono con le altre specie e con l'ambiente circostante.. uno scopo a livello scientifico non ce l'ha nessuna specie, a livello scientifico si parla di interazioni forti o deboli ecc..una domanda del tipo "le zanzare sono una specie chiave per il mantenimento dell'embiente così come lo conosciamo?" ovvero la loro assenza determinerebbe grandi cambiamenti per noi e per l'ecosistema? sinceramente non credo, ma non è da escludere

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 6 anni fa

    come cibo per gli insettivori e come mezzo di trasoorto per virus assortiti

  • 6 anni fa

    Sicuramente ha più senso l'esistenza delle zanzare piuttosto che l'esistenza dei politici italiani.

    Fonte/i: Le mie balls extrapiene, anzi che versano.
  • 6 anni fa

    Un momento. Non mi sembra corretto avallare una mentalità così rigidamente finalistica ("A cosa SERVE?", "Qual è il suo SCOPO?") che specialmente nel campo delle scienze naturali è incompatibile con la realtà dei fatti. "Qual è lo scopo?" è una domanda che trova i suoi confini nella metafisica o, al più, nel campo della riflessione personale. Non in quello dello studio degli ecosistemi.

    Diversamente si può determinare quali sono le condizioni che danno luogo allo sviluppo del fenomeno "zanzare" e a cosa altro questo fenomeno "zanzare" permette di svilupparsi.

    Le mucche non hanno LO SCOPO ben preciso di produrre latte che noi possiamo usare per fare colazione.

    Visti invece dall'ottica dell'economia umana gli allevamenti di mucche hanno proprio quello scopo.

    In natura le specie di zanzare sono diffuse in quasi tutto il mondo e hanno una storia relativamente lunga (vedi la zanzara intrappolata nell'ambra del film Jurassic park). Le larve di zanzara vivono nell'acqua e sono una componente molto importante degli ecosistemi paludosi, esse sono infatti predate da numerosi altri organismi (pesci, uccelli e altri insetti) e contribuiscono molto a fare delle paludi alcune dei luoghi più pieni di vita della terra. Anche le zanzare adulte sono cacciate da animali (come i pipistrelli) che le hanno nella loro dieta.

    L'importazione di specie aliene (come la zanzara tigre in Europa), la creazione di zone adatte (come tenere in giardino molti bidoni aperti pieni d'acqua o un laghetto senza pesci) e l'eliminazione delle specie antagoniste (come cacciare le rondini) possono provocare degli squilibri nell' ecosistema (invasioni di zanzare).

    Si può constatare che per gli uomini, come anche per i cani o gli asini, le zanzare non "possiedono uno scopo" visto che essi sono al più predati e infastiditi da questi moschini s,ucchia-sangue.

    Si può parimenti constatare che, nella remota ipotesi i pesci rossi sviluppino un giorno una loro primitiva forma di religione, la zanzara occuperebbe forse un posto di rilievo nel pantheon delle divinità.

  • Anonimo
    6 anni fa

    ispirare quei filmetti stupidi sui vampiri che ti piacciono tanto

  • 6 anni fa

    LASCISA PERDERE CHI TI ELENCHERA' DECINE DI RAGIONE PER CUI LE ZANZARE HANNO UNO SCOPO NEL NOSTRO ECOSISTEMA IN REALTA' la risposta esatta è quella naturale e cioè è: “A pungerci!”. In realtà come ogni tassello del sistema Natura le zanzare sono nutrimento per altri animali – pipistrelli, uccelli, libellule, anfibi, pesci, formiche, ragni, lucertole –, poiché fanno parte della catena alimentare.

    QUELLO CHE DOVREMMO CHIEDERCI REALMENTE è perché ce ne sono sempre così tante, ma la risposta ci prenderebbe in contropiede: l'aumento del numero delle zanzare va di pari passo con la diminuzione dei loro predatori; e da cosa è causata questa diminuzione se non dall'incedere dell'uomo sulla natura?

    È necessario fare un atto di consapevolezza, quindi, prima di lamentarci e dichiarare il proprio incommensurabile odio per questi ronzanti insetti! Ogni essere vivente è infatti fondamentale per l'ecosistema in cui esso vive!

    Fonte/i: sapere.it
  • 6 anni fa

    I Culicidae sono considerati il raggruppamento sistematico di maggiore importanza, sotto l'aspetto medico-sanitario, nell'ambito della classe degli Insetti, soprattutto per l'ampia diffusione della famiglia, la stretta correlazione di alcune specie con l'Uomo e l'emergenza sanitaria, su scala planetaria, rappresentata da alcune malattie di larga diffusione i cui agenti patogeni sono trasmessi proprio da specie appartenenti a questa famiglia. Le zanzare sono tristemente associate ad aree umide di difficile antropizzazione e considerate malsane proprio in virtù della maggiore incidenza delle malattie trasmesse da questi insetti, al punto di determinare l'evoluzione, nella specie umana, di emopatie congenite quali l'anemia falciforme, le talassemia, il favismo. Queste malattie, a base ereditaria, si sono diffuse in aree interessate dalla malaria come mezzo naturale di difesa e restano diffuse con una elevata frequenza nel germoplasma della popolazione anche dopo l'eradicazione del Plasmodium falciparum, come ad esempio è successo per l'anemia mediterranea e il favismo in alcune aree del Mediterraneo. La peculiarità di queste forme di anemia congenita risiede nel fatto di presentarsi in forma grave in omozigosi recessiva e in forma lieve in eterozigosi, offrendo in quest'ultimo caso una maggiore resistenza al plasmodio della malaria. La diffusione del gene, nelle popolazioni delle aree interessate dalla malaria, rappresenta una difesa genetica che compensa il costo biologico rappresentato dalla comparsa dell'affezione grave in condizioni di omozigosi, ma nel contempo costituisce una tara genetica gravissima allorché ne viene eradicata la causa ancestrale.

    La puntura delle zanzare non è di per sé particolarmente dannosa: la saliva provoca infatti un effetto rubefacente e una reazione allergica cutanea che si manifesta sotto forma di irritazione cutanea di gravità variabile secondo il grado di sensibilità dell'individuo. Nelle regioni non interessate dalle malattie trasmesse, come ad esempio l'Europa e parte del Nordamerica, l'importanza delle zanzare è limitata alla trasmissione di malattie a carico degli animali domestici (ad esempio la Dirofilariasi del cane) e alla molestia arrecata all'Uomo, ma resta sempre uno dei principali settori d'intervento, in ambito sanitario, nei rapporti tra l'Uomo e gli insetti.

    Per i motivi sopra esposti, la lotta alle zanzare ha dunque rappresentato uno dei principali obiettivi della bonifica idraulica delle aree umide e rappresenta tuttora uno dei più importanti settori dell'Entomologia applicata. In generale, fra le zanzare rientrano specie responsabili della trasmissione di malattie, a carico dell'uomo o di animali domestici, i cui agenti eziologici si collocano fra i virus, fra i protozoi del genere Plasmodium e fra i nematodi della famiglia dei Filariidae (filarie). Un quadro riassuntivo delle affezioni di maggiore importanza trasmesse dai Culicidi è riportato nella seguente tabella.

    Fonte/i: c
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.