Ma il veganesimo è visto da chi lo pratica come "un'evoluzione" della specie?

Premetto che non sono vegano e la mia non è una domanda da troll. Sto riflettendo da un po' sui motivi etici che spingono una persona a diventare vegana, e onestamente molti li comprendo pure, non li condivido magari ma li comprendo. Quello che chiedo è, dato che nel passato l'uomo nasce cacciatore e solo dopo allevatore e coltivatore ciò che vi spinge a rinunciare alla carne e ai derivati animali è che avendo adesso altre alternative possiamo anche rinunciare a questi alimenti a favore di quelli vegetali? E come considerate quelle pochissime tribù che ancora vivono come nel passato che cacciano animali nati e cresciuti liberi per sopravvivere?

Praticamente è un problema la carne in se, o il modo in cui si ricava del cibo negli allevamenti ecc..ecc...?

Ribadisco non voglio prendere in giro nessuno né giudicare, solo ampliare le mie conoscenze.

Aggiornamento:

Ahahahahahahah...no dai, faccio sta domanda perché per una volta vorrei andare oltre le solite prese per il ****.

Aggiornamento 2:

@E grazie per la risposta...però ti sei giocato i dieci punti, per il semplice fatto che hai dato quel senso di supponenza comune a molti vegani i quali si sentono superiori per il tipo di scelta che hanno fatto e credo che questo sia uno dei problemi principali per i quali è difficile dialogare con la maggior parte dei vegani, un po' come con i fanatici religiosi, si perde in partenza a voler discutere in maniera sana con loro. Non ti consento però di dirmi di mettermi nei panni di una persona sensibile e salutista perché non conoscendomi non puoi sapere che tipo di persona io sia e vuoi o non vuoi la tua non è verità assoluta per definire salutisti e sensibili solo quelli che la pensano come te.

5 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    A parte le solite castronate di by: in effetti alcuni studi sembrerebbero confermare che le persone che optano per una dieta veg o che sono estremamente sensibili a questi argomenti hanno una struttura diversa nel cervello che li renderebbe più inclini a rispondere a determinati stimoli. questo non vuol dire che si parli di una specie diversa, ma potrebbe risolvere l' annoso problema che da sempre provoca incomprensioni fra gli onnivori ed i veg, ossia l' ostinata mancanza di comprensione reciproca.

    Se i nostri cervelli funzionassero effettivamente in modo diverso allora non sarebbe più così strano il fatto che una parte non sembra comprendere le ragione dell' altra.

    Nessuno dice che una delle due parti sia migliore, o peggiore, ma si tratta di due opinioni diverse degne di essere espresse, e l' unica cosa di cui tutti noi (sia veg che onnivori) necessitiamo è un sano dialogo costruttivo privo dei soliti luoghi comuni e delle immotivate aggressioni verbali.

    Le risposte alle domande che hai posto in effetti sono già state date qui, e anche di recente ma te le ripeto più che volentieri.

    1) non è vero che l 'uomo nasce cacciatore! l' uomo nasce primate onnivoro, evolutosi da primati prevalentemente fruggivori. questo comporta che possa anche mangiare carne per sopravvivere, in un ambiente ostile (come lo sono la maggior parte dei territori su cui l' uomo si è diffuso che dal punto di vista di un primate, sono praticamente dei deserti).

    L' adattamento ad una dieta onnivora non comporta che questa sia essenziale alla nostra vita, ma la pone solo come una possibilità per prosperare in condizioni difficili.

    2)La caccia e l' allevamento sono degli sviluppi tecnologici che ci hanno permesso di vivere meglio, ma che di fatto non ci differenziano dai nostri antenati, esattamente come la capacità di costruire aerei non ci rende animali volanti, e quella di costruire sommergibili, non ci rende animali acquatici, non c'è ragione di credere che la possibilità di avere quantità virtualmente illimitate di carne faccia di noi dei carnivori.

    Un essere umano privo di tecnologia non potrebbe mai catturare un grosso mammifero e il massimo di proteine animali che potrebbe procurarsi sono quelle provenienti da insetti, e piccoli vertebrati, cosa che al massimo ci rende degli insettivori.

    3)L' opzione onnivora ci ha permesso di svilupparci e di colonizzare tutti i territori, ma oggi siamo in possesso di tecnologia migliori che rendono non solo possibile ma consigliabile (dal punto di vista dell' efficienza energetica e del risparmio delle risorse) adottare una dieta prevalentemente vegetariana o vegana.

    4)I popoli che vivono in condizioni di scarsa tecnologia praticano quello che si può definire un' allevamento di sussistenza, e in tutta coscienza non mi sento in diritto di criticarli poiché per loro quello è di fato l' unico modo per sopravvivere, ma ciò non giustifica noi che possediamo i mezzi a non modificare il nostro atteggiamento, anche perché uno dei principali motivi per cui la popolazione del mondo soffre la fame è che una buonissima quantità delle coltivazioni di cereali viene destinata alla produzione di mangimi per l' allevamento dei capi di bestiame che consumeremo noi occidentali, e va da se che se l' occidente riducesse la sua domanda di carne, ci sarebbero molti più cereali a disposizione di tutti, sia degli occidentali che degli abitanti del sud del mondo.

    P.S.

    A prescindere da qualunque commento, questo ultimo punto non è contestabile da nessuno che conosca anche solo minimamente l' argomento e qualunque agronomo, o geometra, o anche contadino/allevatore, saprà confermare che per sfamare una mucca in un anno si occupa una superficie di terra che se adibita al diretto consumo umano potrebbe sfamare circa 12 vegetariani e anche più vegani.

  • 8 anni fa

    Gli animali negli allevamenti intensivi soffrono ok? non hai mai visto una batteria di galline, le luci sempre accese e poi il vitellino viene strappato dalla mamma mucca e il maiale piange e il tacchino gloglotta e il pulcino pio e il pulcino piiio il pulcino pio il pulcino piio il pulcino pio! Capito il senso profondo del veganismo?

  • 8 anni fa

    a me sembra piu un'involuzione della specie non dicono in continuazione che l'uomo all'alba dei tempi era frugivoro?

  • 8 anni fa

    no

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    8 anni fa

    Il veganismo è necessariamente un'evoluzione, sotto l'aspetto salutare.

    E' una netta evidenza su tutte le prove viventi che una dieta vegana sia più salutare di una vegetariana ed onnivora. Questa presa di coscienza è sicuramente un progresso, da considerarsi evoluzione in minima parte, in quanto migliora la qualità della vita delle persone.

    Poi, la Scienza ufficiale, si ostina ad ignorare questa realtà, quindi, per la scienza, ormai definibile solo filosofia in merito, la dieta vegana non è quella del futuro, anzi, è portatrice di carenze, scompensi, e blablabla.

    Per quanto riguarda l'etica, l'evoluzione non centra nulla. Non ci sono parallelismi fra l'evoluzione di una specie e la sua sensibilità. Direi quindi che sia una questione a parte, che con l'evoluzione non abbia a che vedere.

    Poi, visto che hai le idee confuse e chiedi delucidazioni, sappi che non credo ci siano vegani che sono tali perchè "pensano di essere a passo con il progresso", io non ne ho mai sentito parlare, per lo più seguono o la loro sensibilità o la loro salute, o entrambe le cose giacchè vanno a pari passo. E questo sicuramente a priori di cosa facessero i primitivi e di cosa facciano oggi le tribù.

    Non ho mai sentito vegani pronunciarsi di proposito sulle tribù collegandoci la loro etica o svolta salutare... Normalmente sono gli onnivori che nel tentativo di rendere "sbagliata" la scelta vegana tirano in ballo questi esempi seppur non inerenti, quindi la domanda andrebbe fatta a loro.

    Per quanto riguarda l'ultima domanda: il problema è la carne in sè, in quanto implica l'uccisione inutile dell'animale. Se la carne escrescesse dai muschi e dai licheni, e fosse un alimento salutare, allora nessuno si farebbe problemi a mangiarla.

    Ma, sono tutte risposte che puoi capire benissimo anche da solo, mettendoti nell'ottica di una persona sensibile e salutista, non serve nemmeno chiedere...

    Fonte/i: Vegan
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.