Marco
Lv 4
Marco ha chiesto in Animali da compagniaGatti · 7 anni fa

Esperto gatti. Allevatori, veterinari. Urgente?

salve ho una gatta che ha partorita da 12 giorni, il suo primo parto. Erano 4 gattini, due morti alla nascita, gli altri due stanno benissimo. Durante la gravidanza e ancora oggi alla mia gatta do da mangiare il cibo della royal Canin baby cat oppure kitten e umido di varie marche perché non ne mangia tanto, ogni tanto un formaggino e del tonno naturale. La mia gatta da venerdì non poggiava a terra la zampa posteriore sinistra, pensavamo che si fosse fatta male saltando nello scatolo dove ci sono i bimbi, non dava segni di sofferenza, non ha mai pianto, l'unica cosa strana è che non mangiava tanto, pochissimo. Decisa a portarla dal veterinario questa mattina. Appena mi sono alzata, la gatta aveva anche la zampa anteriore sinistra che non poggiava a terra, quindi non poteva essere che aveva preso una storta una slogatura a tutte e due le zampe, sono corsa dal veterinario. La mia gatta non ha calcio nel sangue, non può più allattare i piccoli , devo allontanarli completamente da lei, lei deve prendere anche delle pasticche di calcium sandoz. Come devo fare ora? La mia gatta a detta del veterinario se continua ad allattare rischia di paralizzarsi. Già appena partorì Comprai il latte in polvere per neonati, si chiama neolatte 1, per paura che non allattasse i cuccioli. Con cosa Glielo do? Quanto Gliene devo dare? I cuccioli sopravviveranno? Qualcuno ha avuto qualche esperienza simile? Sono disperata Aiutatemi vi prego. Sono due amori quei piccoli ho tanta paura.

4 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Può succedere che alcuni animali dopo aver partorito abbiano problemi del genere. Questo perché il latte contiene molto calcio e l'organismo della neo-mamma lo preleva dal sangue per portarlo alle mammelle. Addirittura nelle vacche, appena partorito si ha un cedimento completo dell'animale che non riesce più a risollevarsi, perché la maggior parte del calcio contenuto nel sangue va a diventare costituente del latte, tutto ciò però si risolve con una punturina!!

    Per questo mi sembra strano che il tuo veterinario ti abbia detto di impedire alla tua micia di allattare, quando basterebbe integrare la mancanza costantemente e velocemente o.O

    Anche parlare di paralisi mi sembra assurdo!! La paralisi si ottiene quando si ha una lesione o compressione del midollo spinale, non un calo di calcio. ti consiglio caldamente di chiedere il parere ad un altro veterinario, più che altro per essere sicura se devi davvero cominciare ad impegnarti ad allattarli tu.

    Per i mici comunque va benissimo il latte in polvere, chiedi al tuo veterinario quale sia la marca migliore. sulla confezione ci sono tutte le istruzioni quindi non preoccuparti :) prendi anche un termometro in modo tale da dare il latte ai mici ad una temperatura di 37-38 gradi (la temperatura del corpo della mamma)

    Per allattarli compra i biberon più piccoli che trovi! oppure delle siringhe, nei negozi di animali spesso vendono quelli per cani, e sono davvero troppo grandi per i micini!

    Un altro consiglio che ti do è farli stare comunque con la madre, altrimenti non riescono ad andare in bagno in quanto devono essere stimolati dalle leccate di lei.

    Tienili al caldo, magari con una borsa dell'acqua calda (ma se c'è la mamma questo problema non si pone)

    Devono essere nutriti una volta ogni 2 ore anche di notte

    IMPORTANTISSIMO: non premere il biberon, devono ciucciare loro!!!!! magari prova a bagnare un po' le loro labbra se vedi che non mangiano, ma assolutamente non forzarli a bere!!!!

    Il latte potrebbe andare di traverso causando una polmonite ab ingestis che te li porta all'altro mondo!

    buona fortuna :)

    Fonte/i: studio veterinaria ed esperienza personale
  • Anonimo
    7 anni fa

    Ciao. anche se i gattini sono molto piccoli puoi tranquillamente alimentarli tu.ti spiego come ho fatto io quando trovai una gattina pressappoco della stessa età dei tuoi :ho comprato il latte in polvere specifico per gattini( e tu già lo hai,quindi prima cosa positiva), ho comprato un biberon(li vendono nei negozi per animali, costo 2 euro) gli ho fatto un foro sul ciuccio e poi preparavo il latte con dell'acqua tiepida..lo riempivo circa la metà(tranquilla,le dimensioni dei biberon sono tutte le stesse) e le davo da mangiare..loro succhieranno fino a quando avranno fame ma se non dovessero ciucciare insisti perchè devono assolutamente nutrirsi. I primi giorni ogno tre ore dovranno mangiare,poi man mano che crescono potrà passare più tempo tra un pasto e l'altro. Devi avere l'accortezza di tenerli al caldo,magari in una cesta con un plaid bello morbido e sotto mettici una bottiglia di acqua calda(perchè è molto importante che stiano sempre al calduccio) e una sveglia...si proprio una sveglia! Il suo tic-tac ricorda ai micini il battito del cuore della mamma e li fa sentire al sicuro e protetti. Poi devi anche stimolarli per far pipì perchè sono ancora troppo piccoli per farla da soli..mamma gatta li stimola leccando loro la zona dei genitali,tu dovrai bagnare un batuffolo di cotone con acqua appena tiepida e massaggiare delicatamente la stessa zona e vedrai subito uscire la pipì. Io facevo questa operazione poco dopo i pasti, ma non sempre..tre quattro volte al giorno dovrebbero essere sufficienti. L'ultimo consiglio che voglio darti è di stare molto attenta per lo svezzamento..è una fase molto delicata e devi essere sicura che i gattini siano in grado di mangiare da soli la pappa(che sarà ovviamente specifica per loro). Chiedi comunque al tuo veterinario, saprà darti tutti i consigli del caso. Se sarai scrupolosa andrà tutto bene. E visto che hanno la mamma falli stare vicini a lei,stando attenta che non si attacchino ai suoi capezzoli. In bocca al lupo ;)

    Fonte/i: esperienza personale
  • 7 anni fa

    capisco la tua disperazione...io da piccola ho allattato tre micetti (di 2 settimane) poiché la mia gatta era misteriosamente scomparsa e non so che fine abbia fatto! cmq figurati li ho nutriti con lo stesso latte che bevevo io e per fortuna non gli ha fatto male e mi servivo di una siringa e di una gommina bucata al centro ( era un "proiettile" della pistola giocattolo di mio fratello) in modo tale che non si facessero male.. gli davo il latte quanto più potevo circa ogni 5 ore o anche meno (avevo il tempo)..per fortuna sono sopravvissuti..cmq che io sappia esistono pure i biberon per piccoli cuccioli... ci vuole "solo" tanto tempo e pazienza!

    Fonte/i: esperienza personale
  • 7 anni fa

    Formaggino e tonno la naturale sono da evitare, perchè salati, come tutti i cibi per umani.

    La linea Babycat è studiata per i cuccioli, per gli adulti è un cibo complementare, perchè non contiene tutti i nutrienti di cui un gatto ha bisogno: quindi la gatta in gravidanza poteva mangiarlo, ma in aggiunta a cibo più adatto al suo fabbisogno, per es. Mother & babycat, di cui ecco la composizione:

    http://royalcanin.it/index.php/alimenti/ingredient...

    Come vedi, contiene abbastanza vitamina D, precursore del calcio.

    Abbastanza meno ricco l' umido, Babycat instinctive, che però ha sempre un' integrazione di vitamina D:

    http://royalcanin.it/index.php/alimenti/ingredient...

    Per allevare i piccoli, usa soltanto latte per gattini, p. es. Babycat Milk:

    http://royalcanin.it/index.php/alimenti/prodotto/1...

    Partendo dal link sopra, trovi modo di preparazione e quantità da somministrare.

    Metti il latte, alla temperatura di 38°(ma verifica che non scotti versandone un po' sull' incavo del gomito), in una siringa senza ago o in un biberon per piccoli animali (si compra in farmacia o nei pet shop). Se usi il biberon, bada che il foro sia di larghezza adatta. I piccoli devono poppare ogni due ore di giorno e ogni tre ore di notte circa 5-10 ml. di latte per volta, e devono stare alla temperatura costante di circa 28°- 30°. Questo fino ai quindici giorni. Per allattarli, e stimolarli a fare i bisogni, fai così:

    https://www.youtube.com/watch?v=gWV7FlfyGoA

    Youtube thumbnail

    Non posso dirti tutto, perchè non ho lo spazio sufficiente. Posso solo consigliarti di tenere sempre a portata di mano il numero di telefono del veterinario, perchè i piccoli di meno di un mese sono molto fragili.

    Però, se tutto va bene, hanno una vitalità incredibile, e molti ce la fanno: dipende tutto da noi. In bocca al lupo. :-)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.