Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeAgricoltura · 7 anni fa

Olio d'oliva cambio d'aspetto?

Salve a tutti,

al mio supermercato biologico di fiducia ho comprato una bottiglia d'olio extravergine di oliva non filtrato, l'aspetto era decisamente denso e non trasparente, il gusto comunque ottimo.

Ieri ho comprato la stessa bottiglia, stessa marca ecc, confrontando i due prodotti (la prima é ancora mezza piena) mi sono accorto che l'aspetto é totalmente differente: é più chiaro, trasparente e meno denso.

In più mi sono accorto di un accenno di fase liquida più pesante depositata sul fondo di colore brunastro.

Posso dire di intendermi di chimica ed ho subito pensato a qualcosa che potesse avere alterato il mio prodotto (mal conservazione da parte del distributore).

Avete qualche idea a riguardo?

Come potrei comportarmi? sono certamente infastidito dal momento che mi sembra illogico che un prodotto cambi così radicalmente.

grazie anticipatamente

4 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    come ti hanno già risposto, è del tutto normale. L'olio d'oliva non è un composto puro ma una miscela eterogenea in cui è presente una frazione solida di dimensioni variabili, da quelle colloidali a quelle di dimensioni leggermente maggiori. Con il tempo queste parti solide tendono a decantare verso il fondo, anche per effetto dell'aggregazione tra esse, che le rende meno soggette ai moti browniani. Quindi nessuna truffa e nessun inganno, ma solo quantità diverse di materiali in sospensione (se l'imbottigliamento non è stato, come probabile, contemporaneo) e di morchia sul fondo.

  • kRel
    Lv 6
    7 anni fa

    Io ho 27 grandi piante di olivo e produco olio per uso familiare, portando le mie olive al frantoio e assistendo personalmente al processo di macinazione. L'imbottigliamento lo faccio io.

    Non ho capito se il fondo di colore "brunastro" è della bottiglia nuova o di quella vecchia.

    Per la mia limitata esperienza posso dirti che nell'olio 100% di oliva, macinato e imbottigliato immediatamente, può verificarsi la presenza di un fondo scuro, che altro non è che il deposito "solido" della risulta di macinazione.

    (Alla fine dell'anno successivo, quando lavo le mie latte d'acciaio di 30 e 50 litri, da cui spillo l'olio per l'uso giornaliero, sul fondo è presente un dito - almeno - di morchia marrone).

    ---

    Relativamente alla differenza dell'olio tra le due bottiglie, è possibile che il primo olio provenga da un produttore/Stato, mentre il contenuto della seconda bottiglia è possibile che provenga da un produttore/Stato diversi. Questo è normale, perché in genere si acquista dove costa meno.

    Può anche essere che l'olio più chiaro sia già abbastanza "vecchio" e decantato. Di conseguenza è più chiaro di un olio appena macinato e imbottigliato. Il mio olio, appena spremuto è verde intenso. L'anno successivo, ma anche dopo sei mesi, pur essendo conservato perfettamente, diventa giallo. ("Vecchio" in questo caso non vuol dire scadente o cattivo....)

    Sei un chimico e quindi saprai che l'olio è in assoluto la sostanza alimentare che si può adulterare con maggior facilità al pari del vino, perché con la chimica - e tu me lo insegni - si può cambiare gusto, colore, consistenza e acidità e si possono aggiungere persino sedimenti. Dove c'è il guadagno la truffa è in agguato....

    ---

    Relativamente ai consigli sul comportamento, ti esorto a individuare e selezionare nella tua zona, o se non ce ne sono, anche a 100/200 km di distanza (tanto andrai una sola volta l'anno) un frantoio e dopo esserti dotato di recipienti di acciaio (ti consiglio da 30 Lt) o di vetro, andrai a comprarti l'olio che esce DIRETTAMENTE dalla macchina, che dovrà essere d'acciaio, con linea di processo unica e sigillata.

    Anzi, mettiti d'accordo per comprare le olive direttamente al frantoio - mezze verdi e mezze nere - e assisti alla macinazione. Come faccio io. Così sarai sicuro di quello che compri e che consumi.

    Costerà meno di quello che pensi (acquisto recipienti a parte)

  • 7 anni fa

    Secondo me non è sintomo di alterazione del prodotto. Semplicemente l'olio, che è una miscela di vari componenti, non viene sempre uguale e a volte le fasi e il colore potrebbero cambiare. Secondo me non c'è da preoccuparsi

    Fonte/i: Agraria
  • 7 anni fa

    .

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.