wanial
Lv 7
wanial ha chiesto in Arte e culturaFilosofia · 7 anni fa

Cosa? la felicità che sembra sfuggire sempre, in realtà?

è qui e ora, bisogna soltanto coltivarla? L'appagamento autentico non si ottiene inseguendo il benessere materiale o i piaceri,ma piuttosto impegnandoci a migliorare le nostre qualità,dedicando tempo alle persone che amiamo e costruendo relazioni soddisfacenti........siete d'accordo?

3 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    La risposta di F è sbalorditiva per sintesi. Ha detto in tre righe quello che io avrei detto in venti. Comunque, non ti preoccupare, fammici pensare un attimo e poi torno. A più tardi. Garbino.

    @Non ti nascondo che sono un po' perplesso. E andando a vedere il vocabolario mi sono accorto che per molto tempo sono stato io a sbagliare. Sono io che confondevo l' estasi con la felicità. E forse perché gli attimi estatici per me non è difficile raggiungerli. Perciò scusate il mio errore e riprendiamo la nostra dialettica. Quello che sicuramente è comunque vero è che il grado di felicità raggiungibile varia da persona a persona e da situazione a situazione. Scusate ma per un po' farò un po' fatica ad accettare la felicità come un grado più o meno alto di serenità ma è lo stesso. Debbo adeguarmici e lo farò. La strada per la felicità è lunga. E non sempre rientra nelle ambizioni di ogni individuo.Almeno non attraverso la strada più nota che è quella della serenità. Ci sono persone che sono felicissime in mezzo al caos o anche nel fare del male il loro scopo principale. E troppo spesso si pensa che dietro essi si celi anormalità. Ma non è così. Per loro quella è normalità e la nostra follia. Poi c' è il caso limite, assai meno raro di quanto si pensi che essa si presenta con una commistione di ciò che oggi valutiamo separatamente di bene e di male. Ma chi ha letto Dick, Philip Kindred intendo, penso che da molto tempo ha lasciato il sentiero che vede separati il bene e il male e ne ha compreso la profonda commistione in ogni sfera dell' agire. Comunque fermandoci qui, confermo quanto da te espresso, che per noi persone ' normali' la felicità si basa sull' amare e custodire le persone che amiamo ed avere un rapporto per quanto possibile positivo con le altre persone che appartengono alla nostra sfera vitale. Garbino.

  • Anonimo
    7 anni fa

    Fino in fondo.

    Solo qui, solo ora e per sempre

    Per essere felici, dobbiamo semplicemente vivere, ma vivere nel vero senso della parola: amiamo tutto quello che possiamo amare

  • Mymind
    Lv 5
    7 anni fa

    Hic et Nunc

    D'accordissimo, la felicità la si trova quando si smette di cercarla e di idealizzarla è sempre a portata di mano.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.